L’eclissi lunare più lunga del secolo il 27/7 congiunta a Marte, imperdibile!

 

    A partire dalle 20:24 del 27 luglio, la luna apparirà molto bassa sull’orizzonte e sarà ammantata di rosso…Momento eccezionale per gli appassionati di fotografia. Dopo le 21:30 inizia l’eclissi totale di ben 103 minuti, la più lunga del secolo! Vedremo comunque il nostro satellite, perché una minima parte dei raggi solari riusciranno a illuminarla di rosso; ma le particolarità di questa notte non terminano qui, perché la luna rossa, sarà congiunta al pianeta rosso: Marte. Uno spettacolo irripetibile! Secondo antiche credenze, non è il massimo da un punto di vista energetico, sia perché le eclissi sono sempre state considerate portatrici di sventure, sia perché congiunta a Marte, che spesso scatena energie non pacifiche…Ma lasciamoci i cattivi presagi alle spalle e cerchiamo di concentrarci sulla vitalità (l’altro lato della medaglia, sia di Marte, sia del colore rosso) che potremo attingere da un simile aspetto celeste. Oggettivamente sarà uno spettacolo senza pari e ben visibile a occhio nudo. In molti osservatori astronomici è già prevista  l’apertura al pubblico e vedere i nostri astri con i telescopi che hanno in dotazione, è un’occasione che va colta. Per tutte le spiegazioni astronomiche del fenomeno, vi segnalo questo link: http://astronomicast.it/053-eclisse-totale-di-luna-accanto-a-marte/

 

“La nostra paura più profonda”…E il Ritorno all’amore

                                                  E’ Marianne Williamson ad aver scritto nel suo illuminante libro: “Ritorno all’amore”, le parole pronunciate da Nelson Mandela nel suo discorso d’insediamento e che ritroviamo anche nel film: Coach Carter, sulla paura più profonda dell’essere umano. Prima di lasciarvi ai pensieri che dovrebbero essere instillati in ogni bambino, come in ogni passante, includo un altro estratto dell’infinita saggezza di questa anima,sul nostro cammino verso il  ritrovamento dell’amore: “L’amore è ciò con cui siamo nati. La paura è quello che abbiamo imparato qui. Il viaggio spirituale è l’abbandono, o l’atto di disimparare, la paura e l’accettazione del ritorno dell’amore nei nostri cuori.”

La nostra paura più profonda

“La nostra paura più profonda non è di essere inadeguati.                    La nostra paura più profonda, è di essere potenti oltre ogni limite.  E’ la nostra luce, non la nostra ombra, a spaventarci di più. Ci domandiamo: “ Chi sono io per essere brillante, pieno di talento, favoloso?” In realtà chi sei tu per NON esserlo?Siamo figli di Dio.Il nostro giocare in piccolo, non serve al mondo. Non c’è nulla di illuminato nello sminuire se stessi cosicché gli altri non si sentano insicuri intorno a noi. Siamo nati per risplendere, come fanno i bambini. Siamo nati per rendere manifesta la gloria di Dio che è dentro di noi. Non solo in alcuni di noi: è in ognuno di noi.E quando permettiamo alla nostra luce di risplendere,                    inconsapevolmente diamo agli altri la possibilità di fare lo stesso.E quando ci liberiamo dalle nostre paure, la nostra presenza automaticamente libera gli altri.”

Marianne Williamson

Il nostro sopralluogo personale al Castello di Coderone e ottime nuove da parte del Consiglio Comunale

   Come avevamo promesso, ci siamo incamminati, assieme a diversi soci esperti, verso il Castello di Coderone, per effettuare dei rilevamenti energetici, muniti di scale di Bovis, biotensors e vari altri strumenti. E’ stato molto difficile raggiungere la famosa “fessura”, da cui fuoriesce maggiormente l’energia positiva, a causa del crollo della scala. I nostri eroi non si sono arresi e abbiamo riscontrato un’energia quasi…Dolce, confortante e rassicurante, lungo una linea abbastanza ristretta. Per contro, la presenza della fossa comune appesantisce parecchio l’energia globale del luogo, per non parlare dei rituali di magia “poco bianca”, che ragazzi  ignari della gravità delle loro azioni vi improvvisano, lasciando tracce evidenti. Alcune sensitive presenti, hanno pure visto il fantasma di un giovane, aggirarsi lungo il sentiero, probabilmente richiamato dalle energie promiscue. Avremmo voluto potervi dire che, è un eccellente luogo energetico e…Con le dovute purificazioni, potrebbe tornare a esserlo, ma al momento, il suo stato di abbandono non fa che richiamare ulteriori negatività. A tal proposito siamo lieti di annunciarvi, che il  Consigliere Comunale Massimo Caratozzolo – Gruppo consiliare “Per la nostra città” con Giulio Guerri, ha presentato un’interpellanza al Sindaco e all’assessore competente, affinché venga ripristinato il sentiero che conduce al Castello di Coderone. Ringraziamo vivamente il Consigliere Caratozzolo e preghiamo il nostro Sindaco di accogliere la richiesta quanto prima per diversi motivi: –  Lasciare in totale abbandono, un sito di tale fascino storico, che potrebbe richiamare anche ricercatori e studiosi della storia templare, oltre ai turisti e ai locali, è uno spreco imperdonabile di ricchezza e di cultura. – Proprio a causa dello stato di abbandono in cui versa, è divenuto luogo di rituali, a dir poco sgradevoli, proprio a causa dell’energia particolare che lo caratterizza.  – Molte persone vi si recano comunque, richiamate dalla bellezza del posto e rischiano di ferirsi. Confidiamo che il nostro Primo Cittadino, trovi il modo di recuperare tale patrimonio, permettendo a questa sorgente di energia positiva di tornare a fluire liberamente a beneficio dell’intera città.