Aiuto per le vittime del virus senza funerale e i loro cari



L’articolo più triste, ma necessario. Prima di indicare i vari modi per aiutare le anime nel loro transito verso la Luce, passaggio reso più complicato, per alcuni, dalla mancanza di conforto “fisico”dei propri cari durante la malattia e di un funerale, desidero abbracciare di cuore tutte le persone che stanno soffrendo. Siamo in moltissimi a pensarvi, a pregare per voi. INVITO TUTTI A PRESTARE QUESTO DOVEROSO SERVIZIO DI SOSTEGNO, in questo terribile momento di prova collettiva, perché possiamo alleggerire la sofferenza su diversi piani . Siamo un tutt’uno, la sofferenza di un altro è anche la nostra.

Premessa fondamentale in questo periodo, a meno che non siate potentissimi a livello energetico ( e sfido chiunque di questi tempi), NON CHIEDETE DI PRESTARE SERVIZIO DURANTE IL SONNO!!! Proprio perché ci sono troppe anime intrappolate in astrale ( anime che non hanno ancora compiuto il passaggio verso la Luce). Tutto deve svolgersi quando siamo coscienti .

Rivolgetevi al Dio del vostro cuore e comprensione. Accendete una candela bianca. Se purtroppo conoscevate delle persone, che sono venute a mancare, accendete anche una candela per ciascuna di esse, oltre a un’altra dedicata a tutte le vittime del virus. Bruciate dell’incenso, anche un bastoncino va benissimo, l’importante è il sentimento di amore e di sincera compassione. Se avete una foto della persona scomparsa, mettete dei fiori davanti all’immagine, hanno una grande funzione spirituale e la loro energia alza le vibrazioni. Cercate di entrare in uno stato meditativo, di raccoglimento interiore e richiamate la presenza delle vostre guide spirituali. Chiedete alla Vergine Maria e al suo sposo Giuseppe (San Giuseppe aiuta i trapassi), assieme agli angeli del trapasso (è il loro compito specifico), di aiutare sia le persone che conoscevate, sia TUTTE le anime ancora bloccate qui, di prenderle in braccio e di portarle verso la LUCE. Chiedete inoltre alle anime delle persone morte tempo addietro, che gli erano care (madre, padre..), di prenderli per mano, di rassicurarli, perché alcuni possono essere spaventati e di assisterli durante il passaggio. Visualizzateli mentre si dirigono verso un’immensa fonte luminosa. Sembra fin troppo semplice, ma funziona. Spesso mi è capitato che bastasse dire: “Vai tranquillo verso la Luce”, per sentirli avanzare in altre dimensioni. Sono smarriti, basta dare loro un minimo di energia e di attenzione, affinché possano proseguire il loro cammino. Talvolta permangono ancora un po’, perché hanno dei sospesi. Chi è vicino a loro sa di cosa può trattarsi e in questi casi, basta parlare con loro, perdonando e/o chiedendo perdono, benedicendo e ricordando tutto l’amore che si prova per loro. Visualizzate quanta più Luce attorno a loro possibile, aiuta moltissimo. Chiedete poi agli angeli del conforto, del sostegno e della compassione di prendere in braccio tutti i familiari e amici del defunto che stanno soffrendo, affinché trovino la forza di superare il dramma della separazione .

Oltre a questo, ovviamente ogni forma di preghiera, benedizione, pensiero d’amore è prezioso. Sì esistono anche altre forme, più elaborate e forse più complete, come i rituali nei libri dei morti, ma se saremo in molti a prestare questo semplice, ma sentito, servizio, i nostri fratelli e sorelle troveranno la pace, che per la legge dell’unità, si riverserà anche su di noi. Un abbraccio immenso a tutti

Il DONO del Narcisista per le sue vittime e come usufruirne

Sebbene abbia già scritto oltre 270 articoli, sugli argomenti più svariati e curiosi, vedo che i più cliccati sono quelli che parlano d’amore, direttamente o meno. Purtroppo è un lungo periodo in cui i rapporti umani, in generale, sono più complicati. In questi giorni in cui abbiamo molto più tempo per dialogare con noi stessi, voglio condividere con voi quel che ho imparato a mie spese. Ho conosciuto sia il narcisista covert, sia quello overt (tanto per non farmi mancare niente da brava studiosa quale sono…Che bello riderci sopra!). In realtà ci fanno un grande dono. Ma quale dono, visto che sono pure avari? Un attimo di pazienza e ci arriviamo. Quando i primissimi tempi, il narcisista sembra perfino adorante mentre vi osserva, in realtà vi sta scannerizzando. E’ la parte più impegnativa della sua impresa. Vi fa sentire assolutamente libere di aprirvi, mentre lui/lei finge di mostrare la sua fragilità, i suoi bisogni. Siccome ha necessità di ricevere continuamente energie positive da una fonte esterna a sé, perché non riesce a entrare in contatto con se stesso, con la sua anima, sviluppa qualità pressoché diaboliche per carpire esattamente TUTTI I NOSTRI PUNTI DEBOLI E VULNERABILI, per poi cercare di manipolarci. Inutile parlare del come si svolgono le cose da lì a poco. Se state leggendo è perché ci siete passate. Ogni rapporto umano ci fa da specchio, ma sappiate che relazionarsi a un narcisista manipolatore, una volta che troviamo la forza di sganciarci dai suoi machiavellici artigli, ci dà la possibilità di affrontare INFINITI NOSTRI SOSPESI da guarire. Pensate a come faceva leva su di voi, in quale misura, in che modo. Nei primi momenti della relazione dava tutto ciò che avevate sempre desiderato, facendovi sentire felici e radiose. E’ questa la sensazione che si vorrebbe continuare a provare e il narcisista lo sa bene. Da quel momento in poi, inizia il suo gioco al massacro per vedere fino a che punto ha potere su di voi. Ma noi siamo sempre le stesse persone di quel momento! Involontaria-mente con una sorta di comando inconscio, il narcisista ha fatto venir  fuori la tutta la nostra bellezza …Ma “quella”  bellezza è sempre la nostra bellezza! Apprezziamoci noi, ora in totale sincerità, perché lui/lei lo faceva con falsi intenti e saremo ancora più belle in tutti i sensi! ECCO IL SUO DONO PER NOI! Per cogliere appieno il dono, dobbiamo perdonare il narcisista, perché la rabbia e il dolore continuano a tenerci legati a lui/lei. Il narcisista è un’anima sofferente che non vuole guarire. Non può mai rilassarsi, perché deve escogitare la prossima bugia da raccontare, trovare nuovi territori, perché sa di fare presto terra bruciata intorno a sé e inseguire almeno due o tre nuove prede, che lo distraggano dall’inferno che ha dentro. Ha bisogno di diverse vittime in contemporanea, perché ha un buco nero dentro di sé. E’ talmente incastrato nei suoi meccanismi di controllo, di paure, di rabbia che non si fida di nessuno, perché ha il terrore d’affrontare il suo lato oscuro. Solitamente ha subito un trauma nell’infanzia che ha bloccato il suo sviluppo emotivo; infatti quando urla le peggiori cose, se si riesce a distaccarsi un attimo, senza ascoltare tutte le atrocità che vomita, guardando oltre le apparenze, si vede un bambino che pesta i piedi, perché il mondo non vuole obbedire subito a ogni suo capriccio, ma che soprattutto non lo considera abbastanza, non lo ama abbastanza. Tutti noi abbiamo avuto dei traumi, non per questo andiamo a caccia di vittime a cui farla pagare, ma lui /lei è sempre lì, avvinghiato al suo dolore, che non vuol trasformare in alcun modo. Continua a comportarsi così, per sopravvivere a se stesso, al vuoto che non riesce mai a colmare, perché cerca sempre il nutrimento sbagliato; sebbene insegua sempre vittime amorevoli, con buone energie, perché ne intuisce la capacità nutritiva. Chissà quante volte avrà sedotto anime belle, che avrebbero potuto davvero dargli un aiuto prezioso nel liberarsi dalle sue catene, ma NON rientra nelle regole del gioco che si è auto imposto. Preferisce considerare gli altri come pedine di un suo gioco, che può manovrare a suo piacimento, illudendosi così di essere più forte e per nutrire il suo misero ego. In realtà è sempre più solo e non riesce a capire che starà sempre peggio, perché va contro ogni legge d’amore e della vita. Riesce nel suo intento seduttivo, perché in un primo momento s’invaghisce del nuovo “giocattolo” che ha tra le mani e questo lo fa sembrare sincero e convincente, ma il capriccio dura poco, come le dosi per i drogati. Anche lui è una vittima, ma di se stesso. Ringraziamolo per averci fatto scoprire una parte della nostra bellezza che non conoscevamo e affidiamolo all’Universo, affinché illumini la sua anima. Noi nel mentre, siamo diventate più forti e soprattutto consapevoli, della meraviglia che siamo.

E’ fiorita la Corona di Spine di Gesù!

Un segno, un miracolo, arriva a noi in questi giorni di Resurrezione e sono felice di divulgarlo. Che tutto il meglio in noi rifiorisca qui e ora, in maniera perfetta, in accordo con la Volontà Divina, come s’impara a decretare secondo la Psicocibernetica. Buona Resurrezione al mondo intero. Vi lascio il link per gli approfondimenti sul crocefisso di Ponza: https://www.ilmessaggero.it/italia/coronavirus_ponza_crocifisso_fiorisce_oggi_3_aprile_2020-5151044.html

Vi chiedo un regalo di Resurrezione…

Appena 2 pensieri per…

Da soli si può fare ben poco. Chiedo a voi, miei cari compagni di viaggio, di cercare di trasmettere anche questi due pensieri. Il primo è che è necessario che le fonti oscure vengano riconosciute e smascherate dalla maggioranza delle persone, AFFINCHE’ INIZINO A PERDERE VERAMENTE POTERE. Per citarne solo alcune: MES, 5G, Blu Beam, origini del virus, Nuovo Ordine Mondiale e così via. La paura di sapere ci rende solo più vulnerabili e manovrabili.

Il secondo pensiero è che lavorando sempre più su noi stessi, migliorandoci interiormente ed espandendo la nostra Luce, lasciamo sempre meno appigli all’oscurità per colpirci. Saremo sempre più forti, uniti, saldi in noi stessi e nella fede che può smuovere le montagne. Vi abbraccio di tutto cuore, vi auguro una Resurrezione nella luce, nell’amore, nella salute e nell’abbondanza. Grazie a ognuno di tutto. Ogni Bene!

Perché NON parteciperò alla meditazione mondiale del 5 Aprile 2020

ATTENZIONE!

Mi dispiace moltissimo di non riuscire più a trovare il link del file pdf (10 pagine) completo. Spero qualcuno possa segnalarcelo (la versione italiana) così potrete comprendere da soli l’ambiguità di questa iniziativa. Quanto è spinoso e pieno di tranelli il nostro cammino. Tutte le anime di buona volontà vogliono aiutare in questo momento e fanno leva proprio su questo.Già la prima volta che ho visto l’invito in inglese giorni fa, ho avuto una brutta sensazione, confermatami da altri. Ho voluto approfondire, chiedendo un parere anche a persone con più esperienza di me, i miei vecchi Maestri. Perché mai dovrei segnalare quel che non quadra di questa meditazione? Per diversi motivi:

1- Di chi è l’iniziativa? Come si firmano? Ogni divulgatore (sicuramente in buona fede) appone il suo di nome

2- Nel link a fondo articolo troverete il video della meditazione da seguire. NON SI CAPISCE a quale fonte energetica ci si rivolge. “Il centro della galassia”? E’ una questione fondamentale perché non è la prima volta che fiumi d’energia di anime belle vengono convogliate verso scopi dubbi. E’ doloroso, è terribile, che si voglia approfittare della buona volontà persino in certi momenti, ma succede. Potrebbe addirittura risultare un invito per entità di cui non sappiamo nulla. Non tutti gli extraterrestri sono più evoluti di noi…Perdonatemi se sembro paranoica, ma di fronte a un’azione mondiale così potente, grazie al numero di partecipanti, dobbiamo essere assolutamente certi che l’intento di fondo sia puro. Parlano di un ennesimo portale che dovrebbe aprirsi. Mica tutti i portali conducono verso la Luce…E poi questa storia dei portali ci ha veramente stancati. Ne preannunciavano decine e decine, prima del famoso 21/12/2012. Avremmo dovuto essere tutti illuminati con tutti quei portali straordinari… L’unica fonte a cui rivolgersi dev’essere quella Divina che non abbisogna di portali eccezionali per agire.

3- Per quanto concerne l’aspetto astrologico , per favore, basta rifilare alla gente nozioni banali, come se indicassero la discesa dello Spirito Santo!!! Ogni 12 anni Giove congiunge puntualmente Plutone, dall’inizio dei tempi, perché impiega 12 anni a fare il giro dello zodiaco. Giove che congiunge Plutone ingigantisce le nostre paure profonde, assieme a tanti altri aspetti del lato oscuro, anche a livello collettivo. Nella foto ho voluto riportare un altro prospetto che hanno inserito per indicare le congiunzioni astrali dei mesi a venire. Leggerete: ” December 18 2020 Sun conjunct Galatic Center” Il Sole che congiunge il centro galattico? Quanto hanno riso i miei colleghi astrologi quando glielo fatto notare. NON ha senso!

4- Sempre nella meditazione dicono di chiedere che il virus venga ucciso. Chiunque abbia una minima base di conoscenza esoterica, spirituale, energetica sa benissimo che più ti opponi al problema, al nemico, più energia gli dai! Più lo rendi forte! Questa prova è arrivata per la nostra evoluzione, chiediamo di poter comprendere il prima possibile affinché non abbia più motivo di esistere. Curiamo le cause profonde, per estirpare il problema alla radice, a livello spirituale ovviamente. Come ho già scritto in un articolo recente su quel che possiamo fare, dobbiamo benedire il buono e il bello di questa situazione e chiedere di vederlo subito. http://www.associazioneculturalerespiromentale.eu/2020/03/21/possiamo-fare-molto-per-vincere-la-prova-del-virus/

Per favore confrontate la profondità e l’integrità dell’invocazione di guarigione, di Fabio Netzach, già suggerito in questo articolo, con quel che propongono per il 5 aprile: http://www.associazioneculturalerespiromentale.eu/2020/03/10/condividiamo-invocazione-per-vincere-il-virus-e-molto-altro/

5- Purtroppo non è la prima volta che un certo potere cerca di usare e manipolare il nostro, presentandosi sotto un aspetto di Luce. Tantissime anime parteciperanno in perfetta buona fede e l’Universo lo sa. Forse l’età, gli studi, l’esperienza mi hanno resa troppo cauta, ma siamo in molti a sentire qualcosa che non va. Perché rischiare di dare le nostre energie di guarigione senza essere sicuri di dove o a chi andranno a finire?
Possiamo, anzi dobbiamo meditare, pregare, visualizzare e inondare d’amore in ogni momento il pianeta e tutti i nostri compagni di cammino, anche assieme a persone di cui conosciamo la limpida fede. Pure questo è stato un articolo difficile da pubblicare, ma spero porti a riflettere.

http://www.globalpeacemeditation.com/planet-healing-and-ascension-meditation-italian.html

https://2012portal.blogspot.com/2020/03/make-this-viral-ascension-timeline-end.html?fbclid=IwAR2vZOcd6AKtoNc-dGsvsYpdQKKajQSCjrLSkhFGi6j0pf7xQ-EaggoSYuc

Puliamo e armonizziamo casa con il Feng Shui

Tutti a fare grandi pulizie di questi tempi…Perché non approfittarne per armonizzare ulteriormente le nostre case con un paio di indicazioni semplici semplici di Feng Shui? Penso che ormai tutti saprete di cosa si tratti, ma nel dubbio riassumo dicendo che è un’antica arte orientale per apportare energia migliore in casa. Il nostro rifugio deve darci la possibilità di ricaricarci, di sentirci protetti e accolti…Anche se purtroppo a volte accade il contrario e soprattutto ora, che viviamo questa quarantena, potrebbe appesantire il nostro stare a casa. Sin da bambina ho sempre amato osservare le case delle persone, talvolta persino dalla strada, con il rischio che qualcuno uscisse con un manganello per scacciarmi o che chiamasse la polizia per accusarmi di voyeurismo. Non sono curiosa, sono letteralmente affascinata dalla capacità narrativa che sento nell’arredamento delle case. Ognuna ha la sua storia. Alcune interessantissime, altre dichiarano la chiara disaffezione alla casa. E’ come se mi preannunciasse molti aspetti della vita delle persone che vi abitano, assieme a inattesi aspetti del loro carattere. Iniziai a studiare il Feng Shui 21 anni fa e devo dirvi che fui travolta da una confusione pazzesca. Ogni autore diceva la sua e avevo sempre l’impressione che nessuno di loro fornisse davvero un quadro completo. A volte mi sembrava di avere in mano dei manuali colmi di superstizioni, tanto erano micragnosi i dettagli. Il linguaggio, assieme alle indicazioni troppo tecniche mi portavano a immaginare che la mia casa doveva essere più o meno così…

Dopo ulteriori corsi e studi, durati appena più di un ventennio, mi sento tranquilla nel suggerirvi i seguenti punti da tenere presente:

  1. E’ molto importante prendere coscienza che tutto – si praticamente tutto – quel che abbiamo in casa, parla dei nostri desideri e dei problemi ancora da risolvere. Nostri o dei nostri antenati. Detta così suona brutale e pure assurda per la nostra cultura. Certo che abbiamo bisogno di un letto, di un tavolo…Sebbene i Maestri Feng Shui e oggi pure diversi milionari nel mondo (tipo Bill Gates), abbiano la casa minimalista, per lasciare spazio alla loro creatività mentale e non essere influenzati dalle energie degli oggetti in casa; ma teniamo presente che anche il tipo di letto che abbiamo, come lo ricopriamo e dove lo collochiamo parla di noi. Detto ciò, non occorre sconvolgere la casa, basta iniziare a prendere coscienza di parti di noi che non abbiamo ancora notato, attraverso l’arredamento di casa. Quando le cose vengono svelate, perdono la loro influenza su di noi. Vi sarà capitato di entrare in una casa e sentirla gelida o soffocante? Di notare persone che parlano della loro tristezza sotto a un quadro di un clown solitario che piange? Oppure di sentire persone che sembrano intrappolate da anni nella stessa situazione, parlarvene nelle loro case arredate completamente con mobili scuri, “pesanti” ed estremamente classici? E’ sufficiente dire a se stessi che abbiamo capito e col tempo, quando potremo, magari iniziare a cambiare qualcosa. Proprio in questi giorni ho trovato un residuo di vernice in casa e ho ridipinto un comodino…Basta anche solo cambiare i colori.
  2. “Melius deficere quam abundare”. Capovolgiamo il vecchio detto nel caso del Feng Shui. Non mi riferisco solo allo Space Clearing, modo New Age per dire semplicemente che è meglio liberarsi di quel che non ci serve più, di quello che ci ricorda brutti momenti o persone che ci hanno ferito. Anzi, già che ci siamo, pure di persone che non ci ispirano totale fiducia, perché ogni cosa attorno a noi, soprattutto in casa o sul posto di lavoro, dove trascorriamo molto tempo, interagisce con la nostra energia personale. Meglio NON temere un po’ di vuoto in casa…E’ lo spazio, anche interiore, che permette la nascita del NUOVO. Se una cosa non vi è mai piaciuta, liberatevene anche se i sentimentalismi a volte ci spingono a trattenere. Continuare a guardare un oggetto “negativo” stimola continuamente il nostro inconscio a ripetere gli stessi schemi. La casa è un’estensione di ciò che siamo a livello inconscio. Sebbene questi siano solo due dei messaggi fondamentali del Feng Shui e al contempo, neppure una nota introduttiva a questa meravigliosa scienza/arte millenaria che richiede anni e anni di studio; sono già un ottimo punto di partenza per migliorare le energie in casa e di conseguenza, sentirci meglio. Occorrerebbe parlare pure delle geopatologie, lo faremo in un articolo apposito. Andrà tutto Bene!!!