Usano le nostre paure e rabbia Contro di noi…Riprendiamoci il nostro potere

Il clan del potere ha una conoscenza PROFONDISSIMA dell’animo umano, dei meccanismi su cui fare leva per impadronirsi della volontà delle masse e piegarle al proprio volere. Già vent’anni vidi dei filmati raccapriccianti sul come hanno torturato, anche fino alla morte, guaritori, curanderos e sciamani per carpire tutti i segreti e le leggi energetiche che governano l’anima, la mente e il cuore di ogni essere umano. La ricerca del potere assoluto era già forte ai tempi di Hitler, basti pensare all’esonazismo. Oggi tutto questo viene affiancato dalle neuroscienze e da ogni sorta di dottrina che sveli i meandri più reconditi delle nostre menti. Ricorrono a questi mezzi perché l’esperienza insegna che altri metodi, più diretti, innescano la ribellione dell’essere umano, perché deve garantirsi la sopravvivenza…Allora plagiano, manipolano e cercano di sviare le coscienze per TENERCI VOLTUAMENTE IN UNO STATO DI PAURA, DI RABBIA E DI SMARRIMENTO. Fanno in modo di metterci gli uni contro gli altri, affinché auto annientiamo il nostro potere. Sanno benissimo quanto sia facile succhiare energia a chi si trova in questi stati d’animo. Proprio questa energia, l’energia dell’inconscio collettivo, permette loro di esistere anzitutto e di perpetrare i loro disegni oscuri... Loro saranno mefistofelici…Ma noi non siamo mica imbecilli! Con grande sforzo, perché ce la stanno mettendo tutta, sotto moltissimi aspetti ( le leggi Cosmiche non ci mettono mai davanti a una prova che non siamo in grado di superare) possiamo sottrarci a questo gioco malvagio e perfino ribaltarlo: ANDANDO OLTRE. In che senso andare oltre? Occorre impegnarsi su più fronti e ricordiamoci sempre, vi prego, che abbiamo molte più risorse e forze di quel che ci hanno fatto credere. Prima di tutto (anche se sembrerà strano ad alcuni) ANDARE CONTRO UNA COSA LA RAFFORZA. Nelle arti marziali si fa in modo che l’energia di attacco dell’avversario gli si ritorca contro. Si aspettano la ribellione e sono già pronti ad affossarci definitivamente. Oramai chiunque abbia due neuroni tra le orecchie, ha capito le loro mire. Certo, continuiamo a firmare le petizioni, a partecipare alle manifestazioni, ma SENZA RABBIA E SENZA PAURA altrimenti gliela diamo vinta. Il male ha la sua funzione nel quadro infinito dell’esistenza, prendiamone atto e vediamo cosa ha da insegnarci, senza investirlo di altro potere. Non permettiamo al nostro ego di sentirsi ferito…IGNORIAMOLI (a livello energetico) e basta. Concentriamoci, per quanto possibile, soprattutto a livello mentale, emotivo e spirituale (nelle nostre meditazioni , preghiere e visualizzazioni), su una situazione GIA’ GUARITA. Cerchiamo di sentire profondamente dentro di noi la gioia e la gratitudine di poter riabbracciare tranquillamente gli amici che incontriamo per strada, la serenità di una nuova abbondanza, la felicità di sentirci finalmente più liberi anche di sviluppare progetti e lavori impensabili oggi, la meraviglia di vedere un pianeta rispettato che rifiorisce. Noi siamo la maggioranza e di fronte all’Universo, il libero arbitrio, la volontà e le scelte (anche se al momento sono ancora a livello energetico) di ogni persona, valgono quanto quelle di chiunque altro e non importa se questo “altro” è un potente della terra. Noi siamo miliardi, loro una manciata, il nostro potere è sconfinato rispetto al loro. Ma soprattutto, cerchiamo di essere solidali tra di noi. Lasciamo cadere le guerre tra poveri, non importa se il vicino ha tanta paura da mettersi la mascherina perfino in casa. Lui ha le sue paure e noi le nostre. Quando una situazione o una persona ci fa perdere le staffe è perché va a stimolare qualcosa d’irrisolto dentro di noi. Tutti ci fanno da specchio, tutti ci mettono di fronte ai nostri sospesi e tutti sono il maestro del giorno. Teniamo alte le nostre vibrazioni guardando e facendo cose belle e costruttive, ascoltando musica o facendo qualsiasi cosa ci dia gioia e serenità. Proviamo a migliorarci, a lavorare su noi stessi, a prendere coscienza di qualcosa di diverso ogni giorno. Questa Luce, questa forza rischiara e neutralizza l’oscurità. Teniamoci stretti, sosteniamoci con tutte le nostre imperfezioni, che ci rendono così umani e capaci di compassione. La solidarietà, l’energia positiva, luminosa e amorevole getta le basi di una nuova condizione e più siamo, più velocemente si attuerà…Pardon, si ATTUA

Autore: Maria Lanzone

Nata a Paterson, New Jersey, la stessa cittadina in cui nacque la Beat Generation. Studiosa, da sempre, di filosofie orientali, olistiche ed esoteriche. Scrittrice, appassionata anche di lingue. Continuo a studiare... Vedi tutti gli articoli di Maria Lanzone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.