Chiamata urgente a tutti gli Operatori di Luce prima del 15 Ottobre

Apertura porta dell’inferno

Mi unisco al coro, alla chiamata urgente di preghiere, meditazioni, mantra…Qualsiasi forma di energia positiva, di Luce, di Amore, di Pace; l’importante è che venga dal cuore, prima, durante e dopo, l’apertura della porta dell’inferno il 15 ottobre in Parlamento. E’ stata commissionata una copia identica all’originale, anche nelle dimensioni, che ci dev’essere costata chissà quanto. L’immagine che ho scelto è la porta del Paradiso ovviamente. Anche se fosse soltanto un’apertura a livello simbolico, pensando di onorare Dante, sarebbe comunque totalmente fuori luogo nel momento che stiamo vivendo; perché già il potere dell’archetipo raffigurato ed evocato, scatena forze impensabili nell’inconscio collettivo. La fatica di rimanere di centrati, di non cedere alle emozioni negative di cui si nutrono, deve essere supportata da tutta l’energia positiva e luminosa possibile. Cari guerrieri della Luce, non possiamo mollare e so che saremo tutti uniti, più che mai, per inondare di Luce e di Amore almeno il nostro bel paese…Se non il mondo.

Danni energetici da rapporti sessuali occasionali …

Niente di bigotto, solo alcune considerazioni da tenere presente per preservare la propria energia e il proprio tempio sacro. A livello energetico, durante un rapporto sessuale, avviene uno scambio di migliaia di “informazioni” sottili come le lezioni di vita apprese, i traumi, le esperienze particolari etc.. Alcune anime addirittura prediligono la via del sesso, per accrescersi e di solito hanno un’aura molto forte, ma non è così per la maggior parte di noi. Se il rapporto avviene nel rispetto reciproco, con un minimo di desiderio di donarsi sinceramente l’un l’altro, le energie fluiscono liberamente e il momento dell’orgasmo può addirittura essere un momento di grande purificazione e di riequilibrio. Alcuni “dedicano” consciamente l’energia che si sprigiona a una causa, come la guarigione. Nello Yoga, si dice che l’energia parte dal chakra del cuore della donna e dal terzo occhio dell’uomo, per creare una circolarità sacra, come nel tantra. Gli antichi si recavano nei templi appositi per concepire un figlio, affinché l’unione fosse ancora più sacra. Se invece il rapporto viene consumato fine a se stesso…Si rischia di prendersi la spazzatura energetica dell’altro, di essere risucchiati e perfino condizionati a livello inconscio, perché si crea comunque un vero e proprio GANCIO energetico. Carlos Castaneda, non ricordo più in quale suo libro, fa dire a una sua Bruja (strega) che …Ogni volta che una donna fa l’amore con un uomo…Le rimane un BUCO energetico per SETTE ANNI! Da questo “buco” energetico la donna perderebbe energia e come se non bastasse…La ” Natura” fa in modo che accada almeno una volta ogni sette anni. Sembra terribile, ma a sentire la Bruja, sembra tutto previsto da Madre Natura. E’ ovvio che essendo la donna la parte Yin, ricettiva, accogliente si ritrova a essere maggiormente esposta al pericolo di essere inquinata o risucchiata energeticamente, sempre in un rapporto occasionale, senza troppi riguardi. Se lui, subito dopo è tutto pimpante e tu ti senti stanca oppure un po’ triste, non è dovuto solo al fatto che “la prima volta è un disastro” o ad altri luoghi comuni. Un tempestivo bagno purificatore, con sale grosso, acqua benedetta e fiori di Bach, può migliorare subito la situazione. Certo uno si chiede come facciano le poverette costrette a farlo di mestiere. Dio vede e provvede e loro giustamente, sono distaccate dalla situazione. In Natura, il maschio deve spargere istintivamente quanto più seme possibile ed è notoriamente meno ricettivo a livello energetico, anche per questo motivo. Non è un caso che molte discipline evolutive insistano nell’incanalare l’energia sessuale verso i centri energetici superiori, affinché la persona riesca a dominare, a essere libera dagli impulsi sessuali incontrollabili, che possono talvolta condurre a situazioni complicate. Spero di non aver illustrato una situazione castrante. Sentirsi liberi da impulsi pressanti, significa anche sentirsi molto più liberi nel fare l’amore, perché non si è condizionati dal bisogno, ma si sceglie di condividere corpo e anima, con una persona che ci “richiama” per la sua energia e/o per mille altri motivi. Confesso la mia totale ignoranza sui meccanismi energetici nei rapporti omosessuali, oltre alle poche nozioni storiche sull’isola di Lesbo, dove le donne venivano iniziate da altre donne all’arte amatoria. Ma con tutta sicurezza, mi sento di dire, che sia sempre l’amore e il rispetto a rendere sacra l’unione. Accenno brevemente il fenomeno dell’entanglement, sempre più avvalorata dalla fisica quantistica. “L’entanglement quantistico si manifesta quando due particelle sono intrinsecamente collegate e questa unione ha effetti sul sistema fisico: qualsiasi azione o misura sulla prima ha un effetto istantaneo anche sulla seconda (e viceversa) anche se si trova a distanza.” Capito? Una breve stretta di mano, crea un entaglement che continua ad agire aldilà del tempo e dello spazio…Con chi vogliamo “intrecciarci”?

Cosa ti ha dato la pandemia?

Jodorowsky dice che per spezzare uno schema negativo occorre parlarne, manifestarlo…Ma altri e userei la A maiuscola per definirli, invitano da sempre, a cercare l’insegnamento positivo e la crescita interiore che traiamo anche dalle situazioni più dolorose, negative affinché cessino; perché quando hai capito la lezione, la prova non ha più motivo di esistere. Tutto duale in questo momento, tutto diviso, anche in seno alle famiglie e come saprete, l’etimo di diavolo, significa proprio divisione. Certo, dietro a tutto questo c’è soprattutto la paura, instillata mefistofelicamente con ogni mezzo di persuasione occulta, sia in un senso che nell’altro. Certi poteri hanno immense conoscenze esoteriche e non vogliono che le “masse” le acquisiscano, per questo le denigrano pubblicamente. Affinché una cosa continui a esistere, bisogna portare continuamente l’attenzione su di essa, sia positivamente, sia negativamente. Ogni volta che se ne parla, la si rafforza. Ma torniamo al punto. Non posso immaginare cosa ognuno di voi abbia provato e provi, nel silenzio della propria anima, ma dalle vibrazioni collettive che colgo, sento rabbia, frustrazione, paura e tanta confusione. Aggiungerei anche l’indignazione per alcuni. Anch’io ho vissuto dei lutti e uno in particolare mi addolora maggiormente, perché la mia giovane e dolce parente, si recò al pronto soccorso, ma fu mandata via, perché considerata non grave, solo perché non aveva il covid. L’abbiamo sepolta due mesi dopo. Così come chissà quanti malati sono morti a causa delle mancanze di cure. Continuo a pregare per le persone morte sole, senza conforto, perché è disumano. Ho avuto delle crisi di panico i primi mesi del lockdown, cosa insolita per me, ma mi sono sentita ingabbiata…Questo mi ha costretta a lavorare sulla mia libertà interiore. Noto che, molte persone, consciamente o inconsciamente, sentono alcune istituzioni come un archetipi paterni, buoni e protettivi, al punto di continuare a scusarli, se non addirittura a difenderli. Cos’altro dobbiamo ancora vedere? L’apertura della porta dell’inferno? Vedo anche le nostre colpe in tutto questo. Come in alto così in basso…Ogni volta che si desidera la morte di mezza umanità, seppur in un momento passeggero di estrema rabbia, perché la si considera indegna o anche di una sola persona, la forza pensiero arriva a chi può davvero farlo. Se non ci fosse tutta questa rabbia, odio, livore in noi, non potrebbe esistere neppure nei maxi poteri della Terra, perché tutto è collegato. Perdoniamoci e perdoniamo, siamo tutti perfettibili, umani, poveri pellegrini. Ogni anima, anche quella che fa le cose più orrende, è comunque figlio di Dio e fa parte del Suo piano. Ovviamente non possiamo lasciarlo agire liberamente, ma almeno evitare di nutrire il suo lato oscuro con il nostro odio. Scusatemi se salto di palo in frasca, ma sono tante, tantissime le cose che ho maturato in silenzio e che forse non avrei analizzato così a fondo, se non mi fossi trovata in questa situazione. Oops…Ci hanno costretti a evolverci, in un modo o nell’altro e proprio questo segnerà il cambiamento. Non avevo mai potuto dedicare così tanto tempo alla meditazione, la preghiera, lo studio, il dialogo con il cielo stellato e con me stessa. Se, come sento, tutto questo è accaduto affinché ci sia un’evoluzione interiore collettiva, il male ha svolto bene la sua funzione…Certo, sta a ciascuno di noi trasformare il dolore in medicina. Questa “occasione” di crescita è davvero potente, per chi vuole coglierla, invece di permettere alle circostanze di trascinarci nel baratro. Trasformando le nostre vibrazioni, si trasforma la realtà. E’ stata dura, durissima e non è ancora finita, sebbene il peggio sembri passato. Come avevo già visto astrologicamente, una strana terza guerra mondiale nel 2019, così vedo una nuova età dell’oro nel 2025, con graduali miglioramenti nel mentre. Sta a noi, accelerare il cambiamento, per riabbracciarci e baciarci. Vi segnerò le guance con il rossetto, che confesso, un po’ mi manca… Commentate, arricchite il ventaglio delle possibilità che abbiamo potuto trarre dalla prova, regalateci gli insegnamenti che avete colto: DIAMO UN VERO SENSO AL DOLORE VISSUTO, per renderlo strumento di Luce, di consapevolezza, di acquisizione di saggezza, di coscienza, di espansione interiore. “Riprendiamo il nostro potere e restituiamoli il loro potere, solo l’amore incondizionato può unirci”

Le 10 regole del controllo sociale di Chompsky

L’intellettuale più grande del nostro tempo

Uno dei più grandi intellettuali dei nostri tempi, se non il più grande, secondo molti, ci spiega in maniera semplice come veniamo manipolati continuamente. Lascio la parola al Professore:

“1-La strategia della distrazione L’elemento primordiale del controllo sociale è la strategia della distrazione che consiste nel deviare l’attenzione del pubblico dai problemi importanti e dei cambiamenti decisi dalle élites politiche ed economiche, attraverso la tecnica del diluvio o inondazioni di continue distrazioni e di informazioni insignificanti. La strategia della distrazione è anche indispensabile per impedire al pubblico d’interessarsi alle conoscenze essenziali, nell’area della scienza, l’economia, la psicologia, la neurobiologia e la cibernetica. Mantenere l’Attenzione del pubblico deviata dai veri problemi sociali, imprigionata da temi senza vera importanza. Mantenere il pubblico occupato, occupato, occupato, senza nessun tempo per pensare, di ritorno alla fattoria come gli altri animali (citato nel testo “Armi silenziose per guerre tranquille”).

2- Creare problemi e poi offrire le soluzioni. Questo metodo è anche chiamato “problema- reazione- soluzione”. Si crea un problema, una “situazione” prevista per causare una certa reazione da parte del pubblico, con lo scopo che sia questo il mandante delle misure che si desiderano far accettare. Ad esempio: lasciare che si dilaghi o si intensifichi la violenza urbana, o organizzare attentati sanguinosi, con lo scopo che il pubblico sia chi richiede le leggi sulla sicurezza e le politiche a discapito della libertà. O anche: creare una crisi economica per far accettare come un male necessario la retrocessione dei diritti sociali e lo smantellamento dei servizi pubblici.

3- La strategia della gradualità. Per far accettare una misura inaccettabile, basta applicarla gradualmente, a contagocce, per anni consecutivi. E’ in questo modo che condizioni socioeconomiche radicalmente nuove (neoliberismo) furono imposte durante i decenni degli anni ‘80 e ‘90: Stato minimo, privatizzazioni, precarietà, flessibilità, disoccupazione in massa, salari che non garantivano più redditi dignitosi, tanti cambiamenti che avrebbero provocato una rivoluzione se fossero state applicate in una sola volta.

4- La strategia del differire. Un altro modo per far accettare una decisione impopolare è quella di presentarla come “dolorosa e necessaria”, ottenendo l’accettazione pubblica, nel momento, per un’applicazione futura. E’ più facile accettare un sacrificio futuro che un sacrificio immediato. Prima, perché lo sforzo non è quello impiegato immediatamente. Secondo, perché il pubblico, la massa, ha sempre la tendenza a sperare ingenuamente che “tutto andrà meglio domani” e che il sacrificio richiesto potrebbe essere evitato. Questo dà più tempo al pubblico per abituarsi all’idea del cambiamento e di accettarlo rassegnato quando arriva il momento.

5- Rivolgersi al pubblico come ai bambini. La maggior parte della pubblicità diretta al gran pubblico, usa discorsi, argomenti, personaggi e una intonazione particolarmente infantile, molte volte vicino alla debolezza, come se lo spettatore fosse una creatura di pochi anni o un deficiente mentale. Quando più si cerca di ingannare lo spettatore più si tende ad usare un tono infantile. Perché? “Se qualcuno si rivolge ad una persona come se avesse 12 anni o meno, allora, in base alla suggestionabilità, lei tenderà, con certa probabilità, ad una risposta o reazione anche sprovvista di senso critico come quella di una persona di 12 anni o meno” (vedere “Armi silenziosi per guerre tranquille”).

6- Usare l’aspetto emotivo molto più della riflessione. Sfruttate l’emozione è una tecnica classica per provocare un corto circuito su un’analisi razionale e, infine, il senso critico dell’individuo. Inoltre, l’uso del registro emotivo permette aprire la porta d’accesso all’inconscio per impiantare o iniettare idee, desideri, paure e timori, compulsioni, o indurre comportamenti.

7- Mantenere il pubblico nell’ignoranza e nella mediocrità. Far si che il pubblico sia incapace di comprendere le tecnologie ed i metodi usati per il suo controllo e la sua schiavitù. “La qualità dell’educazione data alle classi sociali inferiori deve essere la più povera e mediocre possibile, in modo che la distanza dell’ignoranza che pianifica tra le classi inferiori e le classi superiori sia e rimanga impossibile da colmare dalle classi inferiori”.

8- Stimolare il pubblico ad essere compiacente con la mediocrità. Spingere il pubblico a ritenere che è di moda essere stupidi, volgari e ignoranti …

9- Rafforzare l’auto-colpevolezza.Far credere all’individuo che è soltanto lui il colpevole della sua disgrazia, per causa della sua insufficiente intelligenza, delle sue capacità o dei suoi sforzi. Così, invece di ribellarsi contro il sistema economico, l’individuo si auto svaluta e s’incolpa, cosa che crea a sua volta uno stato depressivo, uno dei cui effetti è l’inibizione della sua azione. E senza azione non c’è rivoluzione!

10- Conoscere gli individui meglio di quanto loro stessi si conoscono. Negli ultimi 50 anni, i rapidi progressi della scienza hanno generato un divario crescente tra le conoscenze del pubblico e quelle possedute e utilizzate dalle élites dominanti. Grazie alla biologia, la neurobiologia, e la psicologia applicata, il “sistema” ha goduto di una conoscenza avanzata dell’essere umano, sia nella sua forma fisica che psichica. Il sistema è riuscito a conoscere meglio l’individuo comune di quanto egli stesso si conosca. Questo significa che, nella maggior parte dei casi, il sistema esercita un controllo maggiore ed un gran potere sugli individui, maggiore di quello che lo stesso individuo esercita su sé stesso.”

Lettera a un narcisista…

Mi dispiace tesoruccio, anche tu dovrai evolvere le tue strategie, perché oramai siete stati tutti sputtanati per ogni dove. Milioni di visualizzazioni su Youtube e migliaia di esperti in tutto il mondo di narcisisti …A proposito, ma quanti siete? Quasi tutti maschi, ma quel che fa davvero impressione è che sembrate fatti con lo stampino. Stessi meccanismi, stessa follia, stessa cattiveria, addirittura tempistiche simili. Come se foste tutti soggetti alle medesime compulsioni, istinti…Quasi una razza a sé, un flagello collettivo. Perdonami caro, a questo punto sei già furibondo e starai pensando a come farmela pagare. Pensa, pensa, tanto non ci sarò. So benissimo che è inutile da parte mia scriverti, cercare di spiegarti cosa significhi essere umani, ma non si può mica sempre tacere. Ti prego ciccio, non rispondermi, le tue bugie mi danno la nausea e poi ne racconti talmente tante, che te le dimentichi. Sei tutto finto (come i fiori che mandi solo via whatsapp, perché sei pure spilorcio), neppure tu alla fine saprai chi sei, tanto devi sempre camuffarti per ottenere quel che vuoi. Quando ti interessa imbrogliare qualcuno, sai benissimo come comportarti, quindi, almeno a livello mentale, nel tuo caso, nei tuoi piani strategici (perché tutto è una lotta dentro di te), sai bene che nessuno ti vorrebbe così come sei. Poverino, quanta fatica per incantare le tue vittime, nascondendo la tua vera natura, senza nemmeno renderti conto quanto ti renda ancor più rabbioso.

Amoruccio, perché stressi il tuo ditino santo mandando tutte quelle tue foto noiose, a una donna per volta? Tanto fai l’impossibile per farci capire che ne hai 4 o 5. Fai un bel gruppo whatsapp, chiamalo….Ad esempio: Le mie fonti, le cretine che mi amano, vedi tu, così inoltri solo una volta a tutte e noi possiamo darci una mano a vicenda. Non dovrai nemmeno più preoccuparti d’aver inquadrato i due bicchieri, i due piatti per far capire che eri con qualcuna. Che sollievo non doverti più rassicurare a ogni foto, come un’undicenne con l’apparecchio ai denti e i brufoli, che si prova il primo vestitino elegante.

Hai proprio rotto con la storia che stai così male. Se tu stessi davvero male, ti metteresti in discussione, smetteresti di credere che sei più furbo di tutti, persino degli psicologi da cui vai solo una volta per poi criticarli. Diventeresti più umano. Ti interessa lo stratagemma del disperato solo con lo scopo di procurarti energia per riempire il tuo buco nero, ma non basterebbero mille donne, perché non sei neppure capace di ricevere amore. Il sesso? Meccanicamente hai imparato dall’esperienza, ma non riesci mai a lasciarti andare un istante, cerchi di controllare tutto, senza goderti niente. Se per Grazia Ricevuta, succede che provi mezza emozione, ti terrorizzi…La tua reazione si confà proprio all’immagine del grande uomo che ti credi di essere.

Io mi appunto una medaglia al petto, per ricordarmi che sono uscita dal tuo inferno, più forte e più consapevole di prima. Tu piccolo criceto, rimani sempre nella tua ruota d’impulsi, di paure, di necessità di procurarti energie buone per sopravvivere, perché non impari nulla dalle splendide donne che sfrutti. Mi hai fregata, perché sento che la tua anima sta male, ma è impossibile contattarla, ogni parte della tua personalità è pronta a uccidere chiunque ci riuscisse. Non avrai nemmeno capito che è l’ultimo regalo che ti faccio…Conoscendoti peggiorerai sempre più, perché a tutte le tue fobie, si aggiungerà quella d’invecchiare. Grazie per avermi costretta a evolvermi e tu, come sempre, hai perso preziose possibilità, pur di distruggere ogni cosa…

Le vecchie storie di famiglia possono indicarci delle soluzioni…

Mi dispiace essere sparita per un po’…Ma come vedrete nell’immagine, ero molto impegnata a studiare. Studio le costellazioni, sia quelle “tradizionali”, sia quelle astrologiche, da lungo tempo oramai, oltre ad aver lavorato parecchio sulla mia genealogia. Per chi non le conoscesse…Difficile riassumere, ma ci proverò. Dopo oltre 40 anni di ricerca, constato sempre più, che siamo davvero molto condizionati da fattori di cui spesso non siamo neppure coscienti e l’energia della nostra genealogia è davvero potente, sia in positivo, sia in negativo. Vorrei poter dire che nasciamo liberi, ma come astrologa in primis, direi di no. Veniamo al mondo con parte del nostro karma(che aspetta solo di essere superato), già indicato nel tema personale di nascita, ma anche con dei sospesi dei nostri antenati. Quasi ogni membro della famiglia in vita, ha da sciogliere alcuni degli irrisolti del proprio clan. La straordinarietà di questo metodo, scoperto da Bert Hellinger, è la facilità e la rapidità con cui possiamo migliorare problemi anche pesanti. Tutto ciò è comunque bellissimo, perché sottolinea quanto in realtà siamo davvero tutti collegati gli uni agli altri. Appena potremo riunirci in serenità, perché preferisco le costellazioni con le persone, le proporremo…Nel mentre, accendere una candela per i propri antenati è già un ottimo gesto di riconoscimento e parlare con i membri anziani della famiglia per farsi raccontare le “vecchie storie”, che forse attendono una soluzione.

Per i Sumeri, siamo stati generati 7000 anni fa, come manovalanza…

“Quando gli dei, come gli uomini, eseguivano il lavoro e ne pagavano le conseguenze la loro fatica era straordinaria, il lavoro pesante e l’angoscia era alta.
Anu, il dio degli dei, convenne che il lavoro per i suoi sottoposti era davvero troppo grande. Suo figlio Enki (conosciuto anche come Ea) propose di creare una creatura che si sobbarcasse il lavoro degli altri dei. Così, con l’aiuto della sua sorellastra Ninki, crearono l’uomo per farne un lavoratore ‘a loro immagine’.” Tratto da: https://pattoverascienza.com/i-sumeri-traduzione-di-4-000-tavolette/

Grazie alla traduzione di oltre 4000 tavolette Sumere, delle più di 120.000 esistenti, risaliamo alla storia scritta 7000 anni orsono.

Altra testimonianza di antiche “visite extraterrestri” , seppur meno dettagliata, da poter prendere in considerazione, sono le incisioni rupestri aliene in Valcamonica: http://scarabeokheper.altervista.org/incisioni-rupestri-aliene-in-valcamonica/ assieme a molte altre che troverete nell’articolo

Per certi aspetti, direi che non è cambiato molto. Mi avevano parlato parecchio tempo addietro, di questa ipotesi sulle nostre origini e di come le civiltà aliene avessero “addormentato” 10 delle nostre 12 eliche del DNA, per poterci dominare. Forse questa supposizione potrebbe spiegare in qualche modo, alcune inclinazioni di parte dell’umanità… Volendo completare l’excursus di questa visione, riporto la voce che, parte di questi alieni vivano ancora nella crosta terrestre (non nel nucleo, dove si trovano invece dei grandi Maestri), ma che abbiano il DNA danneggiato (chi la fa l’aspetti) e che si avvalgano di altre entità, chiamiamole così, per continuare a sottometterci. E’ questa memoria, è questo imprinting (avvallato anche da altre scritture) a rallentare in maniera così gravosa l’evoluzione delle nostre anime? E’ davvero andata così? Perché mai un popolo così antico si sarebbe presa la briga di incidere sull’argilla questa storia, se non corrispondesse a ciò che hanno visto e vissuto? Proverei a chiedere in Alto, agli Angeli, ai Maestri e alle nostre guide di liberarci di questa memoria, che in qualche angolo del nostro inconscio sembra ancora presente. Grazie Marta per avermene parlato la viglia di San Giovanni, mentre pregavamo per il Bene di tutti.

Non ne usciamo più con tutto l’odio che c’è…Anche da parte dei cosiddetti “risvegliati”

PIU’ ODI UNA COSA, UNA PERSONA, PIU’ LE DAI FORZA!

Tutti contro tutti. Uomini (in questo caso meglio definirli : maschi) che picchiano le loro compagne, perché sono frustrati e se la prendono con chi è più fragile fisicamente. Quelli che odiano chi porta la mascherina, altri che odiano chi ha paura di vaccinarsi, poi ci sono quelli che odiano chi ha paura. Ma non finisce qui. Persone che vittime dei loro stessi istinti a volte odiano, invidiano, senza nemmeno sapere esattamente perché. Hanno bisogno di prendersela con qualcuno per la loro mala sorte. Provano fastidio persino di fronte a una persona sorridente…”Per quale motivo sorride?” si chiedono. “Starà meglio di me, quindi la odio”. Per non parlare dei cosiddetti risvegliati, che siccome hanno imparato a fare un po’ di meditazione e hanno letto due libri, credono d’aver già capito tutto. Almeno cercano di non fare intenzionalmente del male agli altri, per paura del karma, ma bestemmia delle bestemmie, odiano chi non è interessato a fare un percorso. So benissimo quanto sia gravoso e perfino doloroso, sopportare le angherie di chi rifiuta perfino il concetto di evoluzione spirituale, ma non siamo Dio. Ognuno ha la sua strada e anche se si hanno le migliori intenzioni, non si può cambiare nessuno. Pensiamo che il mondo sarebbe migliore se ognuno prendesse un minimo di coscienza di se stesso, evitando di ferire tutto il resto del mondo, solo perché si sente infelice, ma in questa dimensione, almeno fino a oggi, non funziona così. Vediamo se hanno qualcosa da insegnarci, ovviamente a loro insaputa e poi affidiamoli a Dio. Lui sa e non permetterebbe le loro azioni, se non avessero un significato nell’immenso piano. Lasciamoli a loro stessi e cerchiamo di proseguire il nostro percorso, altrimenti il ciclo vizioso dell’odio aumenta sempre più. Tutto questo per ricordare che: più odi il male, più lo nutri. IL MALE HA SEMPRE BISOGNO DI ENERGIA NEGATIVA ALTRUI PER CONTINUARE AD ALIMENTARSI, PERCHE’ NON HA UNA SORGENTE PROPRIA. Ora, più che mai abbiamo il compito di portare più Luce, più Amore, per alzare le vibrazioni è l’unica via di uscita pacifica PER TRASFORMARE A LIVELLO PROFONDO la situazione. Se il mondo intero, unito e solidale, si concentrasse per 5 minuti sulla guarigione, saremmo già fuori da questa tragedia…Ma l’etimologia di diavolo, come ben saprete, significa proprio separazione. Con ciò non intendo dire che non occorre agire quando è necessario, ma cerchiamo di non regalare il nostro odio e altre emozioni negative, per quanto ci è umanamente possibile. Il male non merita tanta nostra energia che possiamo usare per creare cose sublimi. E’ una guerra subdola, che scardina qualsiasi certezza, che spaventa proprio per la sua invisibilità, per tutte le informazioni contrastanti create ad hoc, ma noi siamo immensi e possiamo ancorarci alla nostra umanità, bellezza, solidarietà, e forza. E’ solo una grande prova che vuole spingerci a superare i limiti che crediamo di avere, per scoprire la meraviglia racchiusa in ogni anima. Crisi significa opportunità e per quel poco che posso aver intuito, ora abbiamo l’opportunità di scegliere come vivere le esperienze della vita. Se usarle come medicina o come veleno per l’anima, l’espressione principale del nostro libero arbitrio. We shall overcome!

Il fiore del Baobab scioglie il Karma di famiglia

Quando nasce un bimbo in molte zone africane, viene avvolto nelle foglie di Baobab per essere liberato dal karma di famiglia! Se pensiamo che ci ritroviamo coinvolti, aldilà di ogni nostra immaginazione, in meccanismi e soprattutto vittime inconsapevoli, di emozioni ereditate, di cui non abbiamo spesso coscienza…Questa essenza floreale è uno strumento potente per incamminarci verso una liberazione insperata! Non stupisce che questo dono arrivi dall’Africa, patria delle costellazioni famigliari. Tutti concordi nel dire che, già dopo pochi giorni di assunzione, ci si sente alleggeriti. Come dubitarne visto che, Bert Hellinger, padre delle costellazioni sistemiche, doveva talvolta risalire addirittura a 13 generazioni precedenti, per trovare le cause dei drammi che affliggevano le persone. Iniziare a sciogliere, in maniera così dolce e semplice, il carico che ognuno si ritrova alla nascita è un dono immenso per noi, per i nostri discendenti, per i nostri avi e per l’Universo, perché tutto è collegato. Non occorre conoscere i segreti di famiglia (che purtroppo rimangono spesso tali) per bere poche gocce di questo rimedio floreale in un po’ d’acqua. Ci chiediamo spesso come mai sia così faticoso evolversi, conoscersi profondamente…Siamo sottoposti a molte influenze, ma oggi, grazie alle nuove tecniche e rimedi, abbiamo tanti aiuti in più! Ricordo che 35 anni fa, ero felice di sapere che facendo il primo bagnetto a un neonato con il rimedio di pronto soccorso (Rescue Remedy) di Bach, si aiutava il/la piccola a liberarsi dal trauma della nascita. Scoprire ora, che possiamo aiutarlo quanto meno ad alleggerire, il suo karma di famiglia, mi dà una grande gioia. Una gioia paragonabile a quella che provo nel fare i temi astrologici ai neonati per aiutarli a sviluppare i loro talenti, rafforzare i punti deboli e meravigliarmi ogni volta di fronte all’unicità di ogni persona. Ma tutti noi, a qualsiasi età, possiamo alleggerirci bevendo il fiore del Baobab.

Un tempo Dio era Donna e regnava la Pace

Sin dal Neolitico esisteva il culto della Dea Madre, la Grande Madre che tutto donava, con il conseguente matriarcato. Gli uomini ovviamente venivano trattati bene, perché il femminile, il vero femminile nella sua accezione più profonda, accoglie, accudisce, condivide. Regnava la pace e la solidarietà. La divinazione (tanto demonizzata in seguito dal patriarcato, ma sempre praticata in privato dai potenti), era proprio uno dei tanti modi femminili di cercare la connessione e l’armonia con il Tutto. Era la ricerca di indicazioni dall’infinita Intelligenza per migliorare la vita di tutti. Ogni manifestazione della Natura era sacra e onorata. Si conosceva il potere della Luna e di ogni corpo celeste, come si sapeva cogliere e integrare le diverse energie delle stagioni e si interagiva in perfetta armonia con esse. Ogni cultura raffigurava la Dea a modo proprio e a fondo articolo vi lascio uno, dei tantissimi link di approfondimento della storia della Grande Dea, che non ho neppure sfiorato qui. Ovviamente niente può esistere senza il suo “opposto” complementare. Il femminile da solo non può bastare per abbracciare le infinite sfumature e prove della vita. Pare che proprio di fronte a situazioni d’emergenza come le calamità naturali, il femminile cedette il potere al maschile per fronteggiarle. Da quel momento, il culto della Dea, venne frammentato in moltissime figure femminili minori con l’intento, ben riuscito purtroppo, di privarla del suo potere. Esiodo scrisse di una “stirpe aurea” che lavorava la terra in “serena tranquillità”, prima che una “stirpe inferiore” introducesse il suo dio della guerra. Altre versioni, che trovo più credibili, attestano che: ” circa cinquemila anni fa, tribù guerriere dell’Europa settentrionale e dell’Asia centrale scesero nell’Europa occidentale, nel Medio Oriente e in India. Esse invasero, conquistarono e distrussero le culture indigene della Dea madre. Fu un’epoca violenta durante la quale gli dei patriarcali rovesciarono il regno della Dea madre. Le donne vennero private della loro autorità e si trovarono progressivamente nell’impossibilità di esprimere la loro sessualità, intelligenza e autosufficienza. Il sorgere delle grandi religioni mondiali usurpò il potere del femminile trasformando ciò che una volta era sacro in tabù. L’inquisizione e la caccia alle streghe del Medioevo furono uno sforzo preordinato della Chiesa e dello Stato per eliminare le ultime vestigia dell’influenza e del potere della Dea madre. Le stime parlano di almeno 9000000 di donne che furono sistematicamente assassinate nell’arco di un periodo di trecento anni .Il Patriarcato ora regnava incontrastato.https://blog.babycomp.it/lusurpazione-del-potere-femminile/

Si accusa il femminile di rendere le situazioni stagnanti, di mancanza di espansione, di limitare la conoscenza razionale, scientifica. La medicina che oggi conosciamo, nacque proprio dai principi attivi contenuti nelle piante che le donne medicina somministravano agli ammalati . Dobbiamo molto al maschile, nessuno lo nega, ma siamo arrivati all’eccesso e ahimè anche al peggio del potere maschile, che ci costringe a una vita alienata. Ancora oggi le donne sono considerate esseri inferiori. Possiamo sperare finalmente che la sacralità del maschile e del femminile vengano riconosciuti , per integrarci e camminare insieme verso una vera età dell’oro? https://it.wikipedia.org/wiki/Grande_Madre#:~:text=Nelle%20feste%20e%20nei%20misteri,il%20seme%20rinasce%20dalla%20terra.

Il Professor Chossudovsky ci spiega cosa aspettarci da questa crisi…

L’emerito Professore Chossudovsky, come sentirete nel video, di cui vi allego il link: https://www.davvero.tv/byoblu/videos/crisi-cosa-ci-aspetta

in appena 20 minuti, delinea con estrema precisione e competenza, quel che ci aspetta. Negli ultimi minuti del filmato, suggerisce un’alternativa. Tra le sue molteplici pubblicazioni e libri, troviamo anche: “La crisi mondiale mondiale Covid 2020” che purtroppo non è ancora disponibile in italiano.

Sai chi sei?

Sei plasmato della stessa materia di cui sono fatte le stelle e per gli scettici, questo lo afferma la scienza, sebbene per me sia la poesia più alta a cui la mia piccola mente umana possa aspirare. Nessuno di noi sa da quale infinitamente lontana dimensione approdiamo qui, con uno sforzo energetico inimmaginabile, orchestrato dalla stessa forza e intelligenza che , regge e governa, i miliardi di sistemi solari che nascono e muoiono in ogni ora del nostro concetto di tempo. In un ordinamento così sconfinato e perfetto al contempo, nessuna energia può mai essere sprecata, quindi se tu sei qui, c’è un piano di una grandezza e importanza che non sospetti neppure. Solo la tua presenza genera evoluzioni a catena. Ogni, ogni, ogni persona con cui entrerai in contatto, anche per un solo istante, verrà stimolata in qualche modo, dalla tua vibrazione unica e irrepetibile, come il tuo viso, il tuo DNA, le tue impronte digitali e questo “entaglement” continuerà per tempi e modi indefiniti . Se tu potessi vedere lo splendore della tua aura, t’innamoreresti subito di te stesso. Se tu potessi vedere tutte le interazioni straordinarie della tua mente, del tuo corpo t’inginocchieresti di fronte a tale perfezione. Uno strumento insuperabile per compiere immensità, in grado di curare se stesso, gli altri e adattarsi a condizioni impensabili. Pensa alla forza dell’amore di una madre, che riesce a sollevare l’auto che ha investito suo figlio. Credi di essere sbarcato qui da solo, ma sei collegato a famiglie di anime in modi e piani diversi, che probabilmente non incontrerai fisicamente, se non in momenti particolari, per appena una frazione di secondo, senza nemmeno intuire la grandezza del tuo apporto all’immenso piano di cui ciascuno sostiene una parte . In ogni istante puoi ricevere intuizioni di rilevanza fondamentali che, come appena già visto nella storia, possono attraversare i continenti, illuminando tutti. Certo, ti ritrovi di colpo qui, con un karma di famiglia, un tuo karma personale, in questo piano di giochi duali, dove l’oscurità serba in sé della luce, altrimenti non potrebbe esistere e la tanto confortante Luce, che ti ricorda da dove sei venuto e che ti manca da impazzire, cela, per la stessa legge, una parte di oscurità. La dualità s’intensifica appena capisci di appartenere a un sesso anziché a un altro, perché non solo riceverai trattamenti diversi dalle leggi degli uomini, ma dentro di te sentirai emozioni, pensieri, visioni della vita totalmente diversi da chi ha i genitali diversi dai tuoi…E come se non bastasse, tutto ciò è esasperato o mitigato dal punto delle Terra in cui ti trovi a vivere e dal carattere dei genitori, che la tua anima ha scelto, per assicurarsi di vivere determinate esperienza anziché altre, per prendere coscienza di sé stessa. Il resto del progetto della tua vita, potrai scoprirlo solo un po’ alla volta, perché ne modifichi il percorso a ogni pensiero che scegli. La tua energia è intrecciata con quella dei vivi, dei morti, degli esseri di Luce, con il luogo in cui vivi, la tua casa e il mondo intero…Non mi credi? Stiamo o non stiamo vivendo tutti la stessa prova in questo momento? Ricordati l’immensità che sei e con questa consapevolezza, collegati in cuor tuo, alle migliaia di anime che sono qui assieme a te per svolgere piani più grandi e aldilà di come possono cercare di farti sentire, emana la grandiosità che sei, emana la tua essenza…Moltitudini di anime risponderanno e emaneranno ciò che siamo davvero, plasmando ciò che realmente ci appartiene. Abbandonati al mistero infinito, senza perdere di vista le sue uniche e infinite tracce, che ti condurranno sempre dove non avresti mai pensato. Da anima ad anima, grazie miei preziosi compagni di viaggio, vi onoro, vi benedico e che l’Amore incondizionato unisca tutti noi

Solo UNITI spiritualmente ne usciremo

So benissimo che siamo sfiniti, esausti, arrabbiati, disgustati, preoccupati e che ci ritroviamo isolati , MA, MA non possiamo mollare. Vi prego, miei cari compagni di cammino , dobbiamo agire con tutte le nostre forze a livello spirituale. Preghiamo, meditiamo per il Bene dell’umanità. Invochiamo anche la Giustizia Divina affinché ristabilisca l’equilibrio, L’Arcangelo Michele affinché ci liberi dalle influenze e ingerenze negative…Ognuno sa a chi rivolgersi nell’intimità del proprio cuore. Accendiamo candele tutti i giorni per aumentare la Luce e l’Amore sul pianeta e questo lo può fare anche chi non crede. Chiediamo il risveglio delle coscienze CON GRAZIA FACILITA’ e GIOIA, altrimenti si potrebbero spalancare ancora altri scenari. Cerchiamo di purificare l’astrale, accendendo ancora altre candele per le anime disorientate rimaste ancora su questo piano e per alleggerire l’inconscio collettivo, troppo vessato. Ma soprattutto, facciamolo con la consapevolezza che siamo e rimaniamo, sempre e comunque, aldilà di ogni circostanza, un TUTT’UNO. Siamo tutti uniti, perché siamo plasmati della stessa essenza, non importa quanto la personalità umana possa manifestarsi diversamente. Bruciamo incensi, visualizziamo, incontriamoci online, per telefono, sui balconi o anche semplicemente chiedendolo in cuor nostro, con tutte le persone che stanno inviando energia positiva sulla situazione. Possiamo e dobbiamo, usare il nostro potere spirituale e mentale, per migliorare il tutto. Forza, siamo molto più di quel che ci fanno credere ed è il momento di manifestarlo ancor più. Grazie e che il Cielo ci benedica sempre!

E’ solo un altro INGANNO la meditazione mondiale del 21/12/20 e vi spiego i perché!!!

Mi è arrivato il link per la nuova meditazione globale del 21/12 https://www.youtube.com/watch?v=VAR_BSJgptM …UN CUMULO DI BUGIE MANIPOLATORIE! Un certo tipo di potere sa quanto sia arduo studiare l’astrologia e se ne approfitta per raccontare quel che gli comoda…Ma dopo 40 anni di studi astrologici, non posso sentire certe menzogne, che intendono spingere milioni di persone in assoluta buona fede a invocare fonti d’energia dubbie, adducendo motivi astrologici errati. Anche questa volta e non m’importa se alcuni torneranno a insultarmi, DICO NO! Una delle pochissime cose corrette nel video è che effettivamente Giove e Saturno si congiungeranno nell’Acquario (la congiunzione Giove Saturno si verifica ogni 20 anni circa, questa volta la congiunzione è più “stretta” del solito e entrambi entrano in contemporanea nell’Acquario). Che questo provochi cambiamenti non vi è dubbio e ne ho parlato già ad Agosto, invitando a un aumento delle pratiche spirituali : http://www.associazioneculturalerespiromentale.eu/2020/08/03/potenti-segni-dal-cielo-a-dicembre-2020-mettiamoci-mano-ora/

per cercare di mitigarne gli effetti. Sentire l’eresia che questo ci farà entrare nell’Era dell’Acquario è assurdo. Le ere astrologiche durano circa 2160 anni l’una e secondo molti astrologi, siamo già nell’Era dell’Acquario dagli anni 70 (l’esplosione della New Age). Le ere astrologiche nulla hanno a che fare con i transiti dei pianeti e tanto meno con le meditazioni collettive. Tirano di nuovo in ballo il fantomatico numero 144.000, collegato a diversi credo, alcuni dei quali assai opinabili. Intendiamoci le meditazioni collettive, con intenti puri e non manipolati, sono positive; ma per arrivare alla massa critica occorre che l’1% della popolazione mondiale, vale a dire, almeno otto milioni di persone, siano coinvolte. Prosegue citando normalissimi aspetti astrologici, eclissi comprese, come qualcosa di straordinario, come molti hanno il vezzo di fare, per poi osare dire che porteranno alla caduta delle illusioni, quando Nettuno congiunge la Luna! La Luna che congiunge Nettuno è L’APOTEOSI dell’illusione!!! Ma il peggio deve ancora venire. Blaterano di Amore, l’amore che secondo loro viene da una specifica galassia??? Ma l’Universo intero è stato plasmato dall’Amore e in una meditazione collettiva, individuale e di ogni tipo, per non incorrere in sgradite sorprese, s’invoca l’Amore Divino, la Fonte Universale dell’Amore. Oltre al fatto che, questa a dir poco ambigua, settorializzazione del Creato, (indice di separazione e sapete cosa significa)…Viene incentivata proprio nel preciso momento scelto per la meditazione… quando VENERE è isolata! Venere il pianeta dell’Amore NON HA NESSUN CONTATTO con gli altri pianeti. I miei colleghi, ma anche qualsiasi neofita, conosce la difficoltà ad amare che hanno le persone con questo aspetto, così anche a livello mondiale. Quanta difficoltà a far scorrere l’Amore, proprio in quel preciso momento, quando basterebbe procrastinare la meditazione di qualche ora. Come se tutto ciò non bastasse, addirittura invitano tutti , infischiandosene del Libero Arbitrio, del Grande Disegno Divino delle anime, a “guarire” tutti i corpi emozionali di tutti gli abitanti del pianeta? Già “guarire” interamente il nostro è un miracolo, ma NON si può (curare semmai, non guarire), un’altra persona senza il suo permesso. Anche i cosiddetti malvagi hanno il loro motivo di esistere, altrimenti sarebbero già stati eliminati dall’Amore Divino, (ma, soprattutto, niente è mai come sembra). Non possiamo interferire a certi livelli, possiamo benedire, perdonare, accettare, mandare Luce e Amore, affidare all’Universo, cercare di capire perché li troviamo lungo la nostra strada, agire a livello umano contro le usurpazioni, ma ergerci dei di second’ordine, che s’illudono di cancellare tutto il male del pianeta, assieme ai malvagi è eresia. Che bella messa in scena questo “italian promotional video”, dalle immagini e musiche così suggestive, con l’immancabile chiosa e vissero tutti felici e contenti . Tutto questo per mettere in guardia da meditazioni che invitano ad attingere da fonti dubbie, raccontando un sacco di menzogne per convincere; soprattutto perché, non si sa come verrà veicolata l’immensa energia che si crea e per quali scopi. Meditiamo, preghiamo, anche in gruppo, gruppi di cui possiamo fidarci e mi sento di dirvi, che astrologicamente, il peggio sta passando. Stiamo superando anche questa prova e ci stiamo avviando verso uno splendido momento per l’umanità, verso il 2025, in cui tutti i Signori esterni, i pianeti a lento transito, che portano cambiamenti mondiali, avranno aspetti armoniosi. Ma sappiate, vi prego, che già l’anno prossimo sarà meglio. Qualcuno si chiederà, perché non organizzare una meditazione collettiva in un momento astrologicamente propizio? Avrei bisogno del vostro aiuto per farlo, anche tecnicamente, ma soprattutto per la diffusione dell’iniziativa. Se lo desiderate, scrivetemi e organizziamo. Sarei davvero lieta di provarci, grazie

Sesso con la mascherina???

Roberta Rossi sessuologa e psicoterapeuta, spiega come fare l’amore ai tempi del covid…Solo che non ho capito un granché. Vediamo di riassumere, non ci si può baciare e nemmeno avvicinarsi troppo, perché si rischia di contaminarsi attraverso la saliva( però la gente sputa liberamente per strada). Come si fa a fare sesso senza avvicinarsi troppo? Qualcuno ce lo spiega per favore? Sesso con la distanza di sicurezza? Accenna vagamente a stimolazioni…Insomma effusioni senza fusione? Mah…Allora solo le persone con le braccia lunghissime possono “stimolarsi“. Spiega inoltre, che quando si decide di farlo, (parla di coppie non conviventi…Almeno spero) bisogna che: entrambi si facciano il tampone la mattina e se Iddio vuole, hanno esito negativo, devono comunque imporsi di non incontrare assolutamente nessuno fino al momento di questo quanto mai anomalo congiungimento. Insomma devono prendersi una giornata di ferie per essere “sicuri”. Giornata che comunque trascorreranno in abluzioni varie, perché consiglia anche la massima igiene… Credevo fosse una conditio sine qua non da sempre, ma di questi tempi non si sa mai…Tanto ci sono le distanze di sicurezza. Chissà come mai nel video una persona chiede alla sessuologa perché ha un calo del desiderio? Non si capisce nemmeno cosa si può desiderare. Dopo il sadomasochismo, il bondage, il feticismo, potrebbe nascere il covidismo che lascia molto spazio alla fantasia e alla frustrazione.

Godetevi almeno il video:

https://video.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/sesso-e-covid-l-esperta-solo-con-la-mascherina/368935/369515?video=&ref=fbpr&fbclid=IwAR0rccZwYy7HdAFcXzTDx4fbn0FNaWN-THze4iiKF3nZbOD5uukjPZ7JR1Q&fbclid=IwAR2iI8QKW9IBwGAcoQEZ9TY4PNNjj81V4DXlxbenRdphm7sPbOJIeUjOIY0

“Ordini dell’Amore” uno dei manuali più illuminanti sulla vita

Ci libera dall’ignoranza che condiziona profondamente le vite e le relazioni, nostre e dei nostri discendenti. E’ un libro tosto da affrontare. Tratta, senza tanti riguardi, le tragedie famigliari più atroci, svelandone i motivi arcaici, che vanno accettati per porre fine a un ripetersi degli eventi ineluttabile. Smantella anche i nostri meccanismi compensatori, dettati anche da vecchie imposizioni religiose, che altro non fanno che, peggiorare il karma di famiglia. L’idea dell’auto immolazione per salvare un parente a noi caro, oltre a non essere efficace, rende inutile il suo sacrificio dice Hellinger. Uno dei manuali sulla vita più illuminanti e impegnativi ch’abbia mai studiato. Concetti che ci conducono fuori dai meccanismi responsabili di tanto dolore nelle famiglie. L’autore, Bert Hellinger era un missionario in Africa e lì osservava come le persone si riunivano attorno al fuoco, raccontando i loro problemi e le rappresentazioni risolutive che attuavano. Studiando teologia, pedagogia, psicoanalisi e approfondendo le dinamiche, Hellinger portò dapprima in Germania e poi in quasi tutto il mondo: le Costellazioni Familiari. Interessantissimo scoprire quanto siano importanti le fidanzate/i precedenti al matrimonio, oppure le prime mogli/mariti e quanto i sospesi ingeriscano pesantemente nella vita di tutto il nuovo nucleo famigliare che si crea in seguito. “Quando un uomo e una donna giacciono assieme si crea un legame potente quanto quello tra madre e figlio. ” Le tragedie del passato, dei nostri antenati, se non vengono riconosciuti ed elaborati, possono provocare malattie e altre situazioni terribili. Bert Hellinger, scomparso l’anno scorso, ci ha donato uno strumento potentissimo per liberarci dal dolore, per spezzare tante catene. Nel libro vengono illustrati anche casi da brividi, che Hellinger gestisce senza mai entrare nel giudizio, con grande saggezza e pace nei confronti di qualsiasi lato oscuro umano, incesto compreso. Un immenso trattato di umanità profonda, che lascia un segno.

Luna Piena a Halloween…Altra coincidenza?

Durante la notte di Halloween, si dovrebbe celebrare la festa celtica di Samhain. Notte particolare in cui è più facile conoscere le cose oscure, i segreti, entrare in contatto con altre dimensioni e i nostri antenati. Interroghiamo oracoli, i Ching e i tarocchi con l’accortezza di accendere candele bianche e incenso. Un tempo si scolpivano le zucche per ricordare i propri cari, prima dell’arrivo della fotografia. Quest’anno…Combinazione abbastanza rara, non avremo solo il plenilunio, ma anche la luna BLU (quando si verificano due pleniluni durante lo stesso mese) . Cosa è “sospetto” in tutto ciò? Siamo in un periodo di introversione come mai prima, costretti in qualche modo a entrare più in contatto con noi stessi (sempre per chi vuole cogliere l’occasione di farlo) e durante la notte delle cose nascoste per eccellenza, Sorella Luna, metterà ancor più in risalto tutto quel che potrà venire fuori… Possiamo dire che questo periodo offre la possibilità di scavare nelle profondità del nostro essere, sia per trovare meraviglie che non conoscevamo, sia per disfarci di vecchi schemi e credenze, che limitano la nostra espansione. O ci evolviamo…O ci evolviamo ed evoluzione positiva sia per tutti noi!

Usano le nostre paure e rabbia Contro di noi…Riprendiamoci il nostro potere

Il clan del potere ha una conoscenza PROFONDISSIMA dell’animo umano, dei meccanismi su cui fare leva per impadronirsi della volontà delle masse e piegarle al proprio volere. Già vent’anni vidi dei filmati raccapriccianti sul come hanno torturato, anche fino alla morte, guaritori, curanderos e sciamani per carpire tutti i segreti e le leggi energetiche che governano l’anima, la mente e il cuore di ogni essere umano. La ricerca del potere assoluto era già forte ai tempi di Hitler, basti pensare all’esonazismo. Oggi tutto questo viene affiancato dalle neuroscienze e da ogni sorta di dottrina che sveli i meandri più reconditi delle nostre menti. Ricorrono a questi mezzi perché l’esperienza insegna che altri metodi, più diretti, innescano la ribellione dell’essere umano, perché deve garantirsi la sopravvivenza…Allora plagiano, manipolano e cercano di sviare le coscienze per TENERCI VOLTUAMENTE IN UNO STATO DI PAURA, DI RABBIA E DI SMARRIMENTO. Fanno in modo di metterci gli uni contro gli altri, affinché auto annientiamo il nostro potere. Sanno benissimo quanto sia facile succhiare energia a chi si trova in questi stati d’animo. Proprio questa energia, l’energia dell’inconscio collettivo, permette loro di esistere anzitutto e di perpetrare i loro disegni oscuri... Loro saranno mefistofelici…Ma noi non siamo mica imbecilli! Con grande sforzo, perché ce la stanno mettendo tutta, sotto moltissimi aspetti ( le leggi Cosmiche non ci mettono mai davanti a una prova che non siamo in grado di superare) possiamo sottrarci a questo gioco malvagio e perfino ribaltarlo: ANDANDO OLTRE. In che senso andare oltre? Occorre impegnarsi su più fronti e ricordiamoci sempre, vi prego, che abbiamo molte più risorse e forze di quel che ci hanno fatto credere. Prima di tutto (anche se sembrerà strano ad alcuni) ANDARE CONTRO UNA COSA LA RAFFORZA. Nelle arti marziali si fa in modo che l’energia di attacco dell’avversario gli si ritorca contro. Si aspettano la ribellione e sono già pronti ad affossarci definitivamente. Oramai chiunque abbia due neuroni tra le orecchie, ha capito le loro mire. Certo, continuiamo a firmare le petizioni, a partecipare alle manifestazioni, ma SENZA RABBIA E SENZA PAURA altrimenti gliela diamo vinta. Il male ha la sua funzione nel quadro infinito dell’esistenza, prendiamone atto e vediamo cosa ha da insegnarci, senza investirlo di altro potere. Non permettiamo al nostro ego di sentirsi ferito…IGNORIAMOLI (a livello energetico) e basta. Concentriamoci, per quanto possibile, soprattutto a livello mentale, emotivo e spirituale (nelle nostre meditazioni , preghiere e visualizzazioni), su una situazione GIA’ GUARITA. Cerchiamo di sentire profondamente dentro di noi la gioia e la gratitudine di poter riabbracciare tranquillamente gli amici che incontriamo per strada, la serenità di una nuova abbondanza, la felicità di sentirci finalmente più liberi anche di sviluppare progetti e lavori impensabili oggi, la meraviglia di vedere un pianeta rispettato che rifiorisce. Noi siamo la maggioranza e di fronte all’Universo, il libero arbitrio, la volontà e le scelte (anche se al momento sono ancora a livello energetico) di ogni persona, valgono quanto quelle di chiunque altro e non importa se questo “altro” è un potente della terra. Noi siamo miliardi, loro una manciata, il nostro potere è sconfinato rispetto al loro. Ma soprattutto, cerchiamo di essere solidali tra di noi. Lasciamo cadere le guerre tra poveri, non importa se il vicino ha tanta paura da mettersi la mascherina perfino in casa. Lui ha le sue paure e noi le nostre. Quando una situazione o una persona ci fa perdere le staffe è perché va a stimolare qualcosa d’irrisolto dentro di noi. Tutti ci fanno da specchio, tutti ci mettono di fronte ai nostri sospesi e tutti sono il maestro del giorno. Teniamo alte le nostre vibrazioni guardando e facendo cose belle e costruttive, ascoltando musica o facendo qualsiasi cosa ci dia gioia e serenità. Proviamo a migliorarci, a lavorare su noi stessi, a prendere coscienza di qualcosa di diverso ogni giorno. Questa Luce, questa forza rischiara e neutralizza l’oscurità. Teniamoci stretti, sosteniamoci con tutte le nostre imperfezioni, che ci rendono così umani e capaci di compassione. La solidarietà, l’energia positiva, luminosa e amorevole getta le basi di una nuova condizione e più siamo, più velocemente si attuerà…Pardon, si ATTUA

Roy Martina…Successo già scritto nel suo tema astrologico. Tutto dipende veramente da noi?

Roy Martina, nato il 29 settembre 1953 a Curaçao, il famoso insegnante esoterico, olistico, motivazionale che miete successi in tutto il mondo. A me è molto simpatico e si sente che cerca di trasmettere veramente strumenti e conoscenze importanti, che possono migliorarci la vita. Però, caro Roy, se guardo il tuo tema astrologico di nascita, vedo che sei nato con la camicia, il gilet e il cappotto. Mi chiedo se tu ti renda conto di quanto tutto sia davvero più facile per te. NON VOGLIO SCORAGGIARE NESSUNO, tutti, ma proprio tutti, lavorando su di sè stessi, possono e devono migliorare le proprie vite, ma il tema astrologico di Roy è proprio “sfacciato”!!! Perché? Potrei già fermarmi al primo aspetto di fortuna e avanzerebbe, ma lui ne ha parecchi!

  • Giove trigono Saturno …Ok basta così! E’ uno degli aspetti più positivi in assoluto, lo chiamo il paracadute cosmico. Qualsiasi cosa accada, se la cava sempre. Dà la possibilità di realizzarsi pienamente.
  • Giove opposto all’ascendente: assicura quasi sempre ottima salute fisica. Sì Roy prenderà integratori e visualizzerà positivamente il suo corpo, ma in realtà ha già il “gene di Churchill”, potrebbe bere, fumare e straviziare senza gravi conseguenze.
  • Luna sestile Venere: indice di successo grazie anche ai modi affascinanti , il bell’aspetto e capacità creative
  • Giove trigono Nettuno: riesce a percepire l’energia direttamente dalla Fonte Cosmica….Visioni mistiche, ideali…Devo continuare?
  • Giove sestile Plutone: persistenza, grinta, risolutezza, ricchezza assicurata in età adulta
  • Venere congiunto Marte: autostima alle stelle letteralmente. Un’energia di sicurezza in se stesso e nel mondo, che già di per sè spalanca molte porte. Un pochino permaloso, ma gli passa subito. Qualche difettuccio deve averlo pure lui…
  • Mercurio congiunto Nettuno: intuizioni straordinarie, abilità mistiche, un’ampia visione del mondo

Seguono ancora altri aspetti di compassione, gentilezza, doti filosofiche, armonia, desiderio di piacere, ma abbiamo capito quante benedizioni fioccarono su di lui al momento della nascita. Le ha meritate tutte e anch’io lo benedico, perché aiuta davvero tante persone. Ricordo soltanto che se non otteniamo subito i “risultati” che ottiene Roy, dopo una meditazione o una visualizzazione, NON avviliamoci, lui ha molte risorse in più del 98% della popolazione mondiale…E con tutto ciò continua a impegnarsi, a studiare, a ricercare. Caro Roy Martina, immagino tu sia consapevole dei doni di cui disponi sin dalla nascita…Ricordati, ogni tanto per favore , che molti li stanno conquistando con fatica, lentamente.

Aiuto! Le tecniche di evoluzione spirituale maschili NON funzionano per le Donne

https://www.macrolibrarsi.it/speciali/femminile-e-maschile-le-differenze-scritte-nei-codici.php

Devo trasmettervi, care Donne, un’informazione particolarmente importante! Già un paio di volte durante gli infiniti seminari che ho seguito, mi è venuta questa chiara intuizione, ma nei giorni scorsi ne ho avuto conferma da una delle più grandi coach di energia femminile degli USA: Claire Zammit. Ricordo un mio netto rifiuto durante il corso sul labirinto. Mi venne una rabbia lì dentro e mi dicevo che, solo un uomo poteva aver inventato una cosa così assurda per arrivare da qui a lì. Non intendo affatto sminuire la valenza simbolica del labirinto e tanto meno la sua efficacia, ma, almeno in quel momento, la mia energia femminile non ne poteva più. QUASI TUTTE LE TECNICHE DI EVOLUZIONE SPIRITUALE, PER IL MIGLIORAMENTO DELLE NOSTRE VITE VENGONO DA…GURU MASCHI. Di conseguenza vanno benissimo per l’energia maschile, ma non (del tutto) per quella femminile…Da qui la nostra maggiore difficoltà, se non addirittura blocchi, nei nostri percorsi. Sin da giovanissima mi chiedevo come mai ai seminari c’era sempre circa il 90% di donne e l’insegnante era quasi sempre un uomo? Non parliamo poi dei testi classici di spiritualità, di alchimia, di esoterismo… Anche in questo aspetto della vita, ancora oggi è il maschile a influenzare in maniera sostanziale. IL PROBLEMA E’ CHE SIAMO NETTAMENTE DIVERSI ANCHE A LIVELLO SPIRITUALE, SOTTILE E LE ISTRUZIONI, GLI INSEGNAMENTI CHE NOI SEGUIAMO CON LA MASSIMA BUONA FEDE NON CORRISPONDONO ALLE NOSTRE QUALITA’ ENERGETICHE. Ch’io ricordi trovai solo un accenno negli antichi insegnamenti dello Yoga, dove sottolineavano che, il percorso interiore inizia dal cuore della donna e dalla mente dell’uomo. Non parliamo poi dei tanti divieti spirituali imposti alle donne e delle fantasie allucinanti sulla pericolosità energetica dei nostri periodi mestruali. Purtroppo molte delle tecniche, soprattutto quelle nuove che emergono sempre più, si focalizzano sull’uso del mentale e del suo controllo…La visualizzazione, la concentrazione su un solo aspetto da risolvere etc. etc. . Tutte qualità maschili. Come se non bastasse e poi prometto di arrivare alle necessità femminili, la scuola maschile insiste nel percorrere la strada contando solo su stessi. Uno dei primi libri che lessi a 15 anni diceva che la prima regola del “Mago” è il silenzio, quando invece le donne hanno proprio bisogno di riunirsi, di supporto reciproco per sviluppare, creare assieme, ciò che serve per il nostro collettivo (la famiglia, il gruppo di amici e noi stesse).Ci siamo sempre riunite con la scusa di sgranare i fagioli in campagna, di cucire o di cucinare, per raccontarci i nostri problemi, riderci sopra, tirare battute irripetibili e poi iniziare a trovare delle soluzioni, perché vogliamo che tutti stiano bene. Gli uomini invece andavano spesso a caccia da soli. MA NOI DI COSA ABBIAMO VERAMENTE BISOGNO per proseguire il nostro percorso in questo mondo così maschile? Secondo Claire Zammit (purtroppo quasi sconosciuta in Italia) dobbiamo agganciarci alle nostre aspirazioni interiori più profonde di amore, di interconnessione con il tutto, di empatia, di accoglienza, di servizio verso l’intero Creato, di nutrimento, di dolcezza, di tenerezza (assieme a molte altre qualità positive del femminino Sacro) e integrare questi aspetti laddove mancano nelle nostre vite (per infiniti motivi), affinché interagiscano spontaneamente, catalizzando ogni settore delle nostre esistenze.Noi “funzioniamo” così, facciamo almeno tre cose alla volta. Interconnettiamo tutto, su tutti i piani, sono gli uomini a essere settoriali. Nessuna critica, nessun giudizio siamo qui per integrarci , ma il primo passo è proprio cercare di capire come muoversi al meglio di ciò che siamo. Il femminile si arrende al maschile, lo accoglie e genera la vita. Siamo creative e le nostre intuizioni arrivano dove il razionale non può, perché la mente spesso limita. Ovviamente anche noi abbiamo una parte maschile e continueremo a praticare gli esercizi spirituali che conosciamo, ma ricordiamoci di integrare la parte più importante di noi stesse. Non è semplice riuscire ad agganciarci veramente alla nostra essenza femminile più autentica ed ancestrale, soprattutto nel mondo di oggi, totalmente permeato di regole maschili, ma appena questa prova collettiva del virus terminerà, perché niente dura per sempre, TORNIAMO A RIUNIRCI. Basterà la nostra semplice interazione energetica per risvegliare la Dea in noi. Ogni scusa vale, dal caffè al patchwork. Torniamo a essere in tantissime a fare la meditazione della Luna piena, nostra grande alleata dall’inizio dei tempi, affinché la preziosa energia femminile possa bilanciare ed equilibrare la vita di tutti… Siamo già tutti collegati a livello spirituale e ne ho conferma quasi ogni giorno; incontrandoci fisicamente ne moltiplichiamo il potere. Vi lascio il link con la spiegazione di Claire Zammit. Purtroppo è in inglese, ma sono certa che molte di voi potranno approfondire. Un abbraccio care Sorelle e che donna sarei, se non abbracciassi anche tutti i fratelli…

https://evolvingwisdom.com/fp/online-course/streaming/?utm_campaign=fp-7wk-9.2020-mrkt&utm_medium=email&utm_source=intmail&utm_term=email_opt0829

Potenti segni dal cielo a dicembre 2020…Mettiamoci mano ora!

E’ da tempo che rimando la pubblicazione di questo avviso astrologico, perché speravo di sbagliarmi. Ho consultato altri colleghi e siamo tutti concordi che, si manifesteranno degli avvenimenti che colpiranno profondamente le nostre coscienze a dicembre (come se non avessimo già visto abbastanza..). Il momento clou sarà proprio il giorno del solstizio d’inverno (21 dicembre), giorno particolarmente potente sotto tanti aspetti. Ahimè questo 2020 ci tiene col fiato sospeso fino all’ultimo. E’ l’inizio di un lungo ciclo di cambiamento della Terra, che dovrebbe portarci verso una nuova coscienza planetaria nel 2040. C’è addirittura chi dice che si manifesteranno entità extraterrestri, gettando nel panico chiunque neghi ancora la loro esistenza. Beh…E’ impossibile credere che tutte le galassie, i sistemi solari e l’Universo intero esistano solo per noi! Alcuni colleghi assumono toni più catastrofici, ma altri come me, sanno che ognuno di noi può fare la sua parte per mitigare molto gli eventi imminenti e ora vi spiego il perché e il come. Non voglio storditivi con inutili tecnicismi. L’unica precisazione importante che dobbiamo tenere a mente è che il Cielo vuole che ci sia un’evoluzione collettiva delle coscienze. Perché? Perché immense forze, considerate contrastanti in astrologia, ovvero Giove e Saturno, si congiungeranno esattamente a 0 gradi dell’Acquario, innescando un potente processo di mutamento grazie alle qualità Uraniane dell’Acquario, accompagnati dalla Luna congiunta a Nettuno nei Pesci (esasperazione dell’emotività). Quindi se ciascuno di noi inizia a prendere coscienza di se stesso, dei propri errori, limiti, etc. e compie anche piccoli gesti riparatori, mitiga, senza ombra di dubbio, la bacchettata collettiva . Basta fare pace con il vicino di casa, tollerare chi la pensa diversamente, porsi qualche domanda in più sul vero significato della nostra esistenza, intuire che niente è davvero come sembra, chiedere perdono a chi abbiamo ferito, perdonare noi stessi, ricordare ai nostri cari quanto li amiamo e quanto sono importanti per noi, fare un pellegrinaggio, pregare per l’umanità, meditare tutti i giorni per emanare energia positiva, rinunciare a qualcosa per aiutare un altro e poi, ognuno sa nel proprio cuore, cosa può fare. Chi è in cammino sa che dovrebbe fare certe cose ogni giorno, ma ora è tassativo che siano in molti a farlo. Ogni astrologo e veggente dice la sua, dal meteorite che colpirà la Russia alla carestia in mezzo mondo, ma ricordiamoci sempre che la nostra volontà può moltissimo, quindi non lasciamoci angustiare o spaventare, preghiamo e agiamo, ora et labora e supereremo meglio l’ultima prova di questo faticosissimo 2020 per affacciarci a un 2021 indubitatamente migliore sotto ogni aspetto.

Gruppi “spirituali” convinti di essere più evoluti e il Gesù Tibetano



Proprio ora che dovremmo essere tutti più uniti che mai, essere veramente l’UNO che tutti vanno decantando, per aiutare l’umanità dilaniata sotto troppi aspetti; continuo ad assistere a scene, giudizi e credenze di chi crede di detenere la verità assoluta. Molti cattolici in primis, che vanno dicendo che la religione cattolica è SUPERIORE a qualsiasi altra, grazie alla figura di Gesù. Poveraccio, ogni volta che lo dite lo mettete di nuovo in croce. Dio, Padre amorevole, onnisciente, onnicomprensivo, Creatore del Cielo e della Terra, ha voluto scegliere proprio voi come suoi figli prediletti relegando di tutti gli altri suoi figli nel mondo a una religione di second’ordine, che non li porterà mai (secondo troppi cattolici) più di tanto vicino a Lui, perché non hanno l’aiuto di Gesù??? Sì. sì tutta brava gente rispondono, vanno rispettati, ma NOI…MA CI RENDIAMO CONTO O NO? Se la religione dovrebbe portarci all’espressione e manifestazione più alta, amorevole, compassionevole ed evoluta di noi stessi, verso ogni fratello/sorella del mondo, abbiamo poche speranze. E’ anche vero che laddove converge molta Luce è inevitabile che si richiami la controparte. Comunque, per chi non si cura d’informarsi su un buco di ben 18 anni nei vangeli, sulla vita di Gesù, dei quali non si fa una sola parola sulle Sue attività; pare proprio sia stato in Oriente a studiare con gli Esseni, in Tibet e in diversi altri luoghi. Non a caso i Musulmani lo chiamarono : “Il grande viaggiatore“. Eccovi un link di approfondimento che spiega anche le molte “contaminazioni”, direi piuttosto integrazioni, tra le varie religioni: http://lanostrastoria.corriere.it/2017/04/09/la-leggenda-del-pellegrinaggio-in-oriente-di-gesu/

Il titolo definisce la storia di Gesù come leggenda, ma vi garantisco d’aver appreso queste informazioni più di una volta, da più fonti. Purtroppo vige lo stesso atteggiamento e credo, in troppi gruppi olistici, new age, alternativi etc.etc. Ognuno crede di essere meglio, più puro, più autentico, più evoluto, più nella verità e implicitamente scoraggia i suoi membri a mescolarsi con gli altri. Amo molto una frase del filosofo Rumi : “La verità è uno specchio caduto dalle mani di Dio e andato in frantumi. Ognuno ne raccoglie un frammento e sostiene che lì è racchiusa tutta la verità. ”

Mi chiedo: Se proprio ciò che dovrebbe aiutarci ad aprire i nostri cuori verso ogni forma di vita del Creato, ci porta qualche volta (non sempre per carità) proprio alla chiusura, chi dobbiamo incolpare? Noi Stessi e il nostro bisogno di regole, di riconoscimenti, di barriere iper protettive, di protezione dall’ignoto e di nutrimento per i nostri piccoli e al contempo immensi EGO! Veniamo tutti dalla stessa sorgente energetica, siamo tutti poveri pellegrini in cammino verso casa, diamoci una mano. Cari operatori della Luce, per favore, dobbiamo essere tutti coesi , come fanno gli operatori oscuri, che uniti, ottengono i risultati eclatanti che vediamo. E’ l’intento dell’amore che conta, che poi uno mediti, l’altro preghi, canti i mantra, si sieda a testa in giù, digiuni, non importa. Ognuno ha la sua “leggenda personale”. Uniamoci nel cuore, aldilà di qualsiasi preconcetto, tempo, spazio e dimensione per collaborare uniti. Un abbraccio immenso a tutti!

NON è tutta causa tua! Come dicono tanti Guru New Age…

ATTENZIONE: QUESTO ARTICOLO NON VUOLE IN ALCUN MODO FORNIRE MOTIVAZIONI PER SMETTERE (O NEPPURE INIZIARE) UN LAVORO DOVEROSO SU SE STESSI! VUOLE SOLLEVARCI DA SENSI DI COLPA, D’INCAPACITÀ E DI FRUSTRAZIONI INUTILI E APRIRE MAGARI UN NUOVO SPIRAGLIO!

Mai scritta una premessa simile, ma ben lungi da me demotivare un percorso di crescita e di miglioramento personale. Ma visto che oggi i Guru famosi ripetono continuamente che : tutto dipende da te e ne vedo continuamente le conseguenze disastrose, trovo doveroso ricordare alcune cose importanti.

  1. Ogni anima ha un suo percorso unico e irripetibile e questo lo sottoscrivo anche in veste di astrologa quale sono. Alcune prove sono SCRITTE, come alcune caratteristiche, doti, pregi e difetti su cui lavorare nell’arco della vita. Il modo di pensare pseudo New Age, che spinge a criticare subito chiunque sia nei guai (perché è tutta colpa sua…Perché tutto dipende dalle tue vibrazioni, dalla legge di attrazione, causa/effetto, le visualizzazioni, pensiero positivo etc.etc. ) oltre a essere poco compassionevole, perché chiunque può cadere, non è sempre vero. Puoi perdere anni “lottando”, impegnandoti in tutte queste tecniche, ma se quel che chiedi NON è in armonia con i piani della tua anima, i risultati saranno scarsi. Conosci te stesso prima di tutto, osserva la tua vita, i tuoi talenti, ascolta le profondità del tuo cuore e poi chiedi alla tua anima di guidarti per assistere ai miracoli.
  2. Nell’arco delle varie incarnazioni dobbiamo sperimentare tutto e il suo opposto. Perché solo dopo che sei stato all’inferno capisci davvero che, siamo contemporaneamente tutto e niente, cosa che amplia la compassione e la visione della vita, in maniera esponenziale.
  3. Già arrivando qui sulla Terra, ti ritrovi con: il karma della nazione nella quale nasci, quello della tua razza, del tuo sesso, della tua famiglia, quello personale CHE VA A INTRECCIARSI CON IL KARMA delle persone che ti saranno vicine nella vita, oltre a un piano Divino (spesso pieno d’imprevisti) di cui non ricordi nulla , perché stabilito prima della tua nascita. Come se questo non bastasse, in brevissimo tempo, ti vengono riversati addosso infiniti condizionamenti, giudizi, convinzioni limitanti e mettiamoci pure qualche trauma.
  4. Mi rendo sempre più conto che anche i tempi di sviluppo, di espansione interiore, seguono delle misteriose regole. Alcune di esse si vedono nei temi natali delle persone…Ma possono essere spesso legate ad altre persone. Esistono altri piani, non si sa nemmeno quanti ,che prevedono un lavoro animico assieme ad altre anime, che a loro volta, condizionano il tutto, anche per quanto concerne i tempi. (vedi articolo sul gruppo delle anime: http://www.associazioneculturalerespiromentale.eu/2020/06/17/il-gruppo-delle-anime-a-cui-apparteniamo-plasma-parte-del-nostro-karma/
  5. Questa pseudo New Age è sempre lì a dirci quanto dobbiamo essere felici e realizzati anche a livello materiale. Sì, siamo tutte creature Divine e ci meritiamo il meglio, ma alle nostre anime interessa soprattutto quanto cresciamo spiritualmente, quanto riusciamo a liberarci dai lati negativi del nostro ego, dall’attaccamento alla materia in ogni senso. Non sei evoluto, perché hai la villa dei tuoi sogni . Sei evoluto quando hai la pace nel cuore, nonostante tutto e tutti.
  6. Esistono anche delle anime che hanno dei compiti impensabili e mi riferisco ai maestri oscuri. Quelli che ti fanno volutamente del male per farti crescere. LE PROVE NON FINISCONO MAI!
  7. A volte occorre proprio scontare, perché non sappiamo mai cosa abbiamo combinato in altre vite o a chi o cosa, serve che attraversiamo certe prove.
  8. Anche la questione che attiriamo ciò che siamo…Attiriamo chi ci deve portare un insegnamento, un accrescimento o un’anima del passato con cui dobbiamo ancora fare i conti. Certo, più impariamo, più siamo disposti a rivedere i nostri comportamenti, le nostre mancanze, meno incontri spiacevoli avremo.

NON E’ TUTTA COLPA NOSTRA se le cose vanno in maniera totalmente diversa da come avevamo immaginato oltre al fatto che, alcune prove sono collettive (ne stiamo ancora attraversando una). Detto tutto ciò, che è moltissimo, QUAL’E’ LA NOSTRA VERA LIBERTÀ’ DI SCELTA? Il famoso LIBERO ARBITRIO. QUAL’E’ LA NOSTRA VERA POSSIBILITÀ’ DI MIGLIORARE a livello personale e DI INTERAGIRE AL MEGLIO CON L’ESISTENZA?

Prima di tutto siamo completamente liberi d scegliere come reagire alle circostanze della vita. Anche nelle situazioni più assurde e terribili , il fine è sempre per il nostro bene, seppure possa sembrare difficile da vedere, da capire e tanto più da accettare. C’è sempre un insegnamento, una possibilità di scoprire lati di noi stessi che possiamo superare, di capire l’animo umano e meccanismi che non conoscevamo, diventando più forti e migliori.

Secondo: Non siamo mai soli. Disponiamo d’immensi aiuti sia angelici sia umani. Siamo sempre protetti affinché non intervengano eventi che potrebbero compromettere i disegni Divini per noi e ogni essere umano è parte di un disegno.

Terzo: lavorare, lavorare, lavorare su noi stessi in ogni modo possibile e oggi esistono tecniche (anche gratuite), che accelerano moltissimo lo scioglimento di antichi blocchi, traumi e limiti personali. Nel coltivare l’amore per noi stessi e la vita, c’è sempre un ritorno positivo. RICORDARCI CHE NON CI VIENE MAI DATO UNA PROVA CHE NON SIAMO IN GRADO DI SUPERARE. Esiste un’attenta regia che veglia continuamente.

Quarto: il più importante – ESSERE CERTI CHE IL SUPERAMENTO E’ GIA’ SCRITTO! L’Universo ci fornisce i mezzi, le forze e le abilità assieme alle prove. Il dramma è quando non capisci, oppure ti sembra di ripetere gli stessi errori. Confrontarsi con persone di fiducia è fondamentale, è un arricchimento reciproco. Se lavori sinceramente su te stesso, può sembrare che l’errore, se di errore si può parlare, sia lo stesso, ma in realtà è un’energia a spirale, come se si ripetesse la cosa, ma a un livello superiore. Con pazienza, costanza e anche tenerezza verso noi stessi, possiamo arrivare a compiere miracoli! QUINDI, CARI TUTTI, BASTA CON I SENSI DI COLPA indotti da una certa New Age, se non arriviamo subito a essere belli, sani, ricchi, amati, realizzati e soprattutto BASTA GIUDIZI! Dietro “le quinte” si svolgono scenari inimmaginabili. Con ciò proseguiamo ancor più fermamente il nostro percorso di crescita, consapevoli che stiamo agendo in ambiti, dimensioni e livelli oltre ogni nostra immaginazione, perché siamo un tutt’uno.

Il Gruppo delle anime a cui apparteniamo plasma parte del nostro Karma…

Appa

Gruppi di anime, famiglie di anime…Difficile distinguere i confini a certi livelli; ma veniamo al come ci influenzano e a come noi influenziamo il resto del gruppo. Premessa: “siamo un tutt’uno” viene ripetuto in continuazione. Certo siamo tutti generati dalla Fonte, “fatti della stessa materia di cui son fatte le stelle” e sotto molti punti di vista: siamo tutti fratelli sotto lo stesso cielo. Ma…Poi subentrano i COMPITI COSMICI. Stiamo parlando di gruppi di anime che spesso nemmeno si conoscono (a livello umano) tra di loro. Non è neppure detto che siano tutte incarnate in contemporanea! Una può vivere in Australia, l’altra in Sud Africa, una a Milano e forse non si incontreranno mai…Ma la loro evoluzione è CONNESSA all’evoluzione, l’operato e la consapevolezza che OGNUNO compie e ricerca quotidianamente. Perché mai? Patti animici prima di nascere – qualità personali molto particolari e complementari a livello energetico- voti e promesse fatte (ciascuno per conto proprio) per portare avanti un tassello di un disegno infinitamente più grande e altri che solo il Divino conosce. Fatto sta che, l’unione energetica, crea un nucleo proprio che può sostenere o rallentare il nostro percorso individuale, anche in base alle necessità cosmiche del momento. Qualcuno penserà che ci mancava pure questa, ma vediamone i risvolti positivi. NOI POSSIAMO CHIEDERE IL SOSTEGNO DEL GRUPPO DELLE ANIME..E non è cosa da poco. Anzi, prendendone coscienza, rafforziamo e acceleriamo il lavoro che stiamo compiendo. Non importa se non abbiamo idea di cosa stiamo realmente creando o facendo assieme a una Rock Star del Burundi, un pescatore delle Hawaii, un panettiere argentino, un medico austriaco e una sarta calabrese. L’Universo conosce le particolarità uniche e irripetibili di ogni anima e come la loro interazione agisce sul pianeta intero. Non siamo mai soli in realtà e qualche volta, ci arrivano anche dei segnali per dimostrarcelo. Una volta mi arrivò un segnale incredibile di un imminente decesso. La sera mi venne detto di chi si trattava e sebbene non avessi mai conosciuto la persona, era in qualche modo legata ad almeno altre 3 che mi sono care. Come mai l’Universo ha voluto avvisarmi? Dopo ho capito il messaggio per me. Il sentiero è spesso arduo, soprattutto di questi tempi, ma quando iniziamo a intravedere quel che c’è dietro le apparenze…Viene solo voglia di proseguire. Buon cammino a tutti!

Segnali dal Cielo parlano di altre verità che verranno fuori…Rimaniamo centrati !

Mi dispiace molto, vorrei veramente essere messaggera di notizie migliori, ma analizzando assieme la situazione, troviamo maggior forza e ne comprendiamo meglio i meccanismi. Già l’anno scorso dovetti trovare il coraggio di tratteggiare la situazione che stiamo vivendo e devo dire, purtroppo, che la realtà non si discosta molto dalle previsioni: http://www.associazioneculturalerespiromentale.eu/2019/11/28/oroscopo-2020-la-scienza-concorda-con-lastrologia/

Come preannunciato, tutto il 2020 porta prove da superare (RICORDIAMOCI CHE TUTTO ANDRA’ MEGLIO NEL 2021 !!!) dobbiamo solo resistere! Siamo già frastornati da tutto il male che è venuto fuori , soprattutto se le nostre fonti informative sono onnicomprensive. Purtroppo, da un punto di vista astrologico, a causa anche all’eclissi solare, che si verificherà proprio poche ore dopo che il Sole sarà entrato nel segno del Cancro, il 20/21 giugno, in coincidenza con il solstizio d’estate, momento particolarmente potente da un punto di vista energetico, ci ritroveremo di fronte ad altre verità che erano ancora nascoste…Non lasciamoci cogliere dal senso d’impotenza che gli aspetti di Nettuno e di Marte potrebbero trasmetterci. Troppi pianeti assumeranno un moto retrogrado, che hanno proprio la funzione di farci riflettere sul passato e su quello che non va nelle nostre vite e nel mondo. A fine mese, Venere torna in moto diretto, migliorando le nostre relazioni interpersonali e MARTE entra nell’Ariete, lasciando manifestare, se non esplodere, tutta la forza trattenuta. In quel momento servirà saggezza, solidarietà e senso del bene comune, per operare assieme cambiamenti positivi per la collettività!!! Quel che verrà fatto o meno, avrà un peso determinante per i tempi a venire. Capisco, capisco benissimo, io per prima vorrei poter deporre l’armatura, perché sono stanca quanto voi, ma non è ancora giunto il momento. Ancora qualche mese, poi festeggeremo assieme. Altro avviso importante, vi sarà ancora più confusione, aspettiamo prima di credere totalmente a qualsiasi cosa! Non vedo l’ora di parlarvi di tempi migliori, perché è triste e faticoso fare la Cassandra di turno, ma spero che il detto: “Uomo avvisato mezzo salvato” sia vero. Ce la facciamo, uniti ancor meglio! Un abbraccio forte

Segni Astrologici per riconoscere il Narcisismo e altre considerazioni



Purtroppo stiamo assistendo a un’epidemia di narcisismo prevalentemente maschile. Dopo cercheremo di individuarne qualche causa. Mi ritrovo a consolare e sostenere, un numero crescente di “prede” dei narcisisti sofferenti, e nell’esaminare i casi, ho riscontrato, attraverso l’analisi astrologica, diversi segnali da tenere presente,;soprattutto nella sinastria di coppia (la comparazione dei temi di nascita individuali per capire l’affinità della coppia). NON importa quante affinità elettive possano esserci tra i due, se uno di essi è patologico, l’altro verrà risucchiato in breve tempo. Ora elencherò una serie di aspetti astrologici che POSSONO far sospettare un narcisismo patologico; ma SOLO un astrologo competente può a sua volta, esaminare caso per caso, il loro peso effettivo. Occorre valutare molti fattori in un tema natale, ma se si presentano più e più segnali, forse è il caso di prendere in considerazione l’ipotesi del narcisismo ed avvertire la/il consultante. Ripeto sono indicatori astrologici, non diagnosi cliniche, alle quali prestare comunque attenzione, perché non lasciano presagire molto di buono:

Una Venere disfunzionale: bruciata, con pessimi aspetti, isolata. Ovviamente non basta che sia in caduta. Difficile amare senza un buon aiuto di Venere, neppure se stessi. Se il narcisista si amasse davvero, non avrebbe bisogno di fare quel che fa.

Una settimana casa con Plutone in particolare, con cattivi aspetti o anche isolato nella casa, se non addirittura in vicinanza del Discendente. Oppure altri aspetti pesanti nella settima. Plutone incita spesso la menzogna, una delle attività più frequenti del narcisista che non riesce a tollerare un confronto onesto con gli altri e tanto meno con se stesso.

Un’ottava casa caratterizzata da aspetti sessuali perversi è più indicativa rispetto alla quinta, sempre in base a ciò che vi troviamo. Uno stellium (concentrazione di più pianeti) in quinta casa, può innescare un immenso bisogno di espressione anche artistica, ma non necessariamente abbisogna di altri. Gli aspetti dell’ottava casa possono dirci se il sesso è manipolatorio. L’ottava richiama anche il tipico occultamento scorpionico.

Un Medium Coeli molto marcato, da diversi pianeti, assieme al Sole. Il desiderio di apparire meglio di ciò che si è e di conformarsi (almeno in apparenza,) alle regole sociali, apparendo brillanti, gradevoli. Il voler essere ammirati e continuamente riconosciuti. Oppure un Medium Coeli, vessato che crea particolare frustrazione.

Un’eccessiva forza di Mercurio, spesso associata a Urano in qualche modo, sottolinea troppa razionalità, calcolo e presunzione di intelligenza superiore. Una forma d’intelligenza analitica, gelida, razionale a discapito di quella emotiva. Troppa testa e poco cuore. Forse sono ancor più pericolosi gli aspetti di avulsione dalla realtà, che creano meandri mentali nei quali il soggetto si rifugia plasmando un sé “ideale”. La propensione alla menzogna che alimenta l’ego, ma che genera paranoia nel narcisista, perché teme che gli altri si comportino allo stesso modo. Anche indici di superficialità rientrano nelle sue caratteristiche . Lo aiutano e lo limitano al contempo. Non considerando agli altri, si sente libero di manipolare e di sfruttare; ma talvolta il soggetto davvero non comprende fino in fondo le conseguenze del suo agire, perché riferisce le dinamiche (come tutto il resto) sempre a se stesso. Un Mercurio “bruciato” tende a bloccare la persona nella visione che ha di sé, ottunde l’intelligenza e la capacità di riconoscere le situazioni.

Segni di estrema volitività marziale, forti pulsioni inconsce che portano scoppi d’ira, ma dev’essere abbinato ad “altro”, perché può indicare anche solo un carattere molto forte oppure problemi a controllare la rabbia.

Una seconda casa “pesante” che indichi avidità e aridità, desiderio di possesso in ogni senso, estrema materialità.

Una prima casa tipicamente “egoica” e le sue interazioni con la settima

Pessimi aspetti nell’undicesima casa, che lascino intuire la strumentalizzazione degli amici, dei conoscenti oppure progetti di grande prestigio sociale, costi quel che costi.

Una dodicesima casa dove troviamo degli aspetti legati al Sole di nascita, può indicare un desiderio di rivalsa ammalato. Lo stesso possiamo dire di fronte a un’alta concentrazione di pianeti, che spingono verso il riconoscimento di un sé unico e straordinario creato nella mente del soggetto.

Aspetti che rimandano a forme di medianità, di intuizione, che mal sviluppate, permettono al narcisista d’inquadrare i lati deboli della vittima che vuole conquistare; oppure di farle credere di essere, come lei desidera nella fase iniziale. Vedi l’ottava casa piuttosto che la nona, oppure gli aspetti Luna/Nettuno.

Occorre prestare attenzione anche a ciò che manca: aspetti di bontà, generosità, affettuosità, tenerezza, di capacità di ascoltare, rigore morale, altruismo e amorevolezza perché il narcisista è anaffettivo e manca totalmente di empatia.

Si dice che quando arriva lo stesso messaggio 3 volte, occorre prestare grande attenzione. Ma mi chiedo…Se tutto questo era già scritto nel suo tema astrologico di nascita…E’ sì una sfida per la sua anima cercare di evolversi, scegliere di migliorare, ma sappiamo che ogni cosa ha un suo rovescio. Può anche essere, anzi sicuramente è, compito del narcisista costringere le sue vittime a diventare più forti, più consapevoli di se stesse. Lui invece, si ritrova sempre più solo e ha sempre più bisogno di mietere nuove vittime, per illudersi di sentirsi vivo. Tutti noi scegliamo le famiglie d’origine perfette per garantirci perfino le ferite che condizioneranno la nostre vite. Ma oggi non esiste più l’attenuante dell’ignoranza. Tutti possono prendere coscienza dei propri problemi e farsi aiutare se vogliono guarire. Il dramma è che, il narcisista non ammetterai mai di essere un vampiro psichico, di avere una patologia. Il narcisista non è un semplice donnaiolo. Le tombeur de femme, ama a modo suo, le donne, le desidera, cerca di conquistarle per poi passare subito a un altro fiore, ma non le vessa psicologicamente. Si accomiata con garbo, quando non sparisce all’improvviso. Perde semplicemente interesse, non continua a controllare, spiare, insultare, svalutare e succhiare energia, come fa il narcisista. Il casanova ha solo bisogno di conquistare per affermare se stesso.

Quest’epoca di social, di culto del proprio aspetto fisico, di consumismo sfrenato e di molte forme di potere dominante, che alcuni decidono di emulare, sono tutti fattori che innescano in maniera esponenziale le inclinazioni narcisistiche. Diffondere continuamente la propria immagine e come ho sentito più di uno fare…Contare i LIKE ricevuti. Sete di consensi, di approvazioni da parte di chiunque. Le statistiche parlano di un drastico aumento di narcisisti a vari livelli. Attenzione non parliamo di egocentrici ed egoisti, che sono ben più innocui e genuini sotto certi punti di vista. Parliamo di persone che possono ferire profondamente. Tutto ciò è frutto della nostra società? E’ il momento di svelare totalmente il narcisismo, rimasto più o meno latente per secoli, affinché possa iniziare una vera evoluzione? E’ forse l’eredità di infinite ferite famigliari mai sanate? Altre teorie parlano di una divisione netta delle anime in quest’epoca. Arrivano nelle nostre vite per metterci alla prova? Chissà cosa accadrebbe loro se avessero un forte e improvviso risveglio di coscienza? Esistono, quindi hanno una funzione nel Creato. Cerchiamo di considerarli strumenti evolutivi. Spero che le indicazioni possano aiutare a riconoscere un narcisista in tempo utile e di conseguenza, gestire meglio i rapporti (di qualsiasi genere) con loro.

Hanno manipolato anche l’informazione “alternativa”…

Finora mi sono pronunciata solo contro la meditazione mondiale (in seguito anche altri lo hanno fatto) , perché rappresentava davvero un pericolo a livello energetico. Dopodiché sono spuntate sempre più informazioni “alternative” assolutamente FALSE. Fa tutto parte del disegno di disorientamento voluto. Se non avessi 40 anni di esperienza da fricchettona, che frequenta ambienti olistici e molti amici con più esperienza di me, sarebbe stato ancor più difficile riuscire a distinguere da quale parte provengono le notizie. Un lavoro capillare, non vi è dubbio. Hanno voluto insinuarsi perfino nelle correnti minori. Veniamo al punto. Più volte mi sono arrivati video sull’intento di genocidio contenuto nella AGENDA 21! Ho visto nascere l’Agenda 21, più di 20 anni fa. Ho conosciuto alcuni “fondatori”, anime eccelse e una mia amica ha anche organizzato un convegno internazionale per promuoverne tutta la positività. Le piste ciclabili in città sono nate grazie ad essa, assieme al lavoro scolastico degli otto petali e molto altro. Mai e poi mai, ho sentito una sola parola che non fosse costruttiva. L’Agenda 21 è stata ormai surclassata da anni, da altri protocolli internazionali di evoluzione ecologica, sociale e ambientale. Forse pensavano che nessuno se ne sarebbe ricordato? Bastava cercare di lordare qualcosa di positivo che non esiste praticamente più? Che dire poi anche delle false speranze create da fantomatici verdetti promulgati dai tribunali statunitensi, grazie a Trump, che ora pare il nuovo Messia. Messaggi con traduzioni completamente alterate, che mi sono presa la briga di leggere e di smentire. Hanno messo in rete alcuni video sul Papa, esagerati perfino per il complottista più sfegatato. Potrei continuare purtroppo, perché la lista è lunga. Con grande tristezza invece, essendomi occupata a lungo degli orfani, delle adozioni (vedi il mio sito: http://www.volevoadottare,it) le pratiche disumane imposte ai bambini nei sottosuoli, non solo newyorkesi, per ricavarne l’adrenocromo, oltre alla pedofilia, non è una fake news, come inizialmente hanno tentato di farci credere. Contattarono direttamente il mio sito sulle adozioni, per proporre a me e a tutti gli iscritti, “l’acquisto”, senza burocrazia di un bimbo. 21 giorni dicevano per averlo a casa. Inoltrai subito il tutto alla polizia, ma cambiano indirizzi IP ogni giorno. Purtroppo continuano la loro attività nel deep web. L’importante è che abbiamo capito che hanno cercato di strumentalizzare ogni mezzo, ogni credo per avvilirci, fiaccarci, per tentare di spaventarci al punto di non trovare più nulla di positivo; ma i guerrieri della Luce sanno che la Luce non muore mai. Le prove possono essere subdole, terribili, ma esistono solo per essere superate. We shall overcome!

Tecnica per tenere alte le vibrazioni in questo periodo e…

Troppe voci, troppi pareri contrastanti…Fa tutto parte della prova che stiamo vivendo. Torniamo all’essenziale: qualsiasi cosa stia accadendo, la prima cosa da fare è tenere alte le vibrazioni. Sì lo so, è difficile collegarsi alla Fonte da un bel po’ di tempo, ma è il nostro compito primario, ora più che mai, verso noi stessi e verso il mondo intero. Ma niente, nulla, può arrivare ai livelli dove arrivano le nostre anime. Sembrerà troppo semplice e probabilmente lo saprete già, ma ricordarlo di questi tempi può aiutare. VISUALIZZIAMO UN CONO DI LUCE (anche un filo di Luce va benissimo), CHE CI COLLEGA DIRETTAMENTE CON IL CREATO, Dio, che bypassa le interferenze . Ancoriamo i nostri cuori a questa Luce Divina e cerchiamo di non cedere di fronte a quel che sta accadendo. Non importa quel che ci dicono, molti sono preda delle paure indotte, dobbiamo perseverare per aiutare. Con il nostro impegno e scelta costante, la Luce si espanderà, portando chiarezza e guarigione alla situazione collettiva. Ce la facciamo! Vi abbraccio




Aiuto per le vittime del virus senza funerale e i loro cari



L’articolo più triste, ma necessario. Prima di indicare i vari modi per aiutare le anime nel loro transito verso la Luce, passaggio reso più complicato, per alcuni, dalla mancanza di conforto “fisico”dei propri cari durante la malattia e di un funerale, desidero abbracciare di cuore tutte le persone che stanno soffrendo. Siamo in moltissimi a pensarvi, a pregare per voi. INVITO TUTTI A PRESTARE QUESTO DOVEROSO SERVIZIO DI SOSTEGNO, in questo terribile momento di prova collettiva, perché possiamo alleggerire la sofferenza su diversi piani . Siamo un tutt’uno, la sofferenza di un altro è anche la nostra.

Premessa fondamentale in questo periodo, a meno che non siate potentissimi a livello energetico ( e sfido chiunque di questi tempi), NON CHIEDETE DI PRESTARE SERVIZIO DURANTE IL SONNO!!! Proprio perché ci sono troppe anime intrappolate in astrale ( anime che non hanno ancora compiuto il passaggio verso la Luce). Tutto deve svolgersi quando siamo coscienti .

Rivolgetevi al Dio del vostro cuore e comprensione. Accendete una candela bianca. Se purtroppo conoscevate delle persone, che sono venute a mancare, accendete anche una candela per ciascuna di esse, oltre a un’altra dedicata a tutte le vittime del virus. Bruciate dell’incenso, anche un bastoncino va benissimo, l’importante è il sentimento di amore e di sincera compassione. Se avete una foto della persona scomparsa, mettete dei fiori davanti all’immagine, hanno una grande funzione spirituale e la loro energia alza le vibrazioni. Cercate di entrare in uno stato meditativo, di raccoglimento interiore e richiamate la presenza delle vostre guide spirituali. Chiedete alla Vergine Maria e al suo sposo Giuseppe (San Giuseppe aiuta i trapassi), assieme agli angeli del trapasso (è il loro compito specifico), di aiutare sia le persone che conoscevate, sia TUTTE le anime ancora bloccate qui, di prenderle in braccio e di portarle verso la LUCE. Chiedete inoltre alle anime delle persone morte tempo addietro, che gli erano care (madre, padre..), di prenderli per mano, di rassicurarli, perché alcuni possono essere spaventati e di assisterli durante il passaggio. Visualizzateli mentre si dirigono verso un’immensa fonte luminosa. Sembra fin troppo semplice, ma funziona. Spesso mi è capitato che bastasse dire: “Vai tranquillo verso la Luce”, per sentirli avanzare in altre dimensioni. Sono smarriti, basta dare loro un minimo di energia e di attenzione, affinché possano proseguire il loro cammino. Talvolta permangono ancora un po’, perché hanno dei sospesi. Chi è vicino a loro sa di cosa può trattarsi e in questi casi, basta parlare con loro, perdonando e/o chiedendo perdono, benedicendo e ricordando tutto l’amore che si prova per loro. Visualizzate quanta più Luce attorno a loro possibile, aiuta moltissimo. Chiedete poi agli angeli del conforto, del sostegno e della compassione di prendere in braccio tutti i familiari e amici del defunto che stanno soffrendo, affinché trovino la forza di superare il dramma della separazione .

Oltre a questo, ovviamente ogni forma di preghiera, benedizione, pensiero d’amore è prezioso. Sì esistono anche altre forme, più elaborate e forse più complete, come i rituali nei libri dei morti, ma se saremo in molti a prestare questo semplice, ma sentito, servizio, i nostri fratelli e sorelle troveranno la pace, che per la legge dell’unità, si riverserà anche su di noi. Un abbraccio immenso a tutti

Il DONO del Narcisista per le sue vittime e come usufruirne

Sebbene abbia già scritto oltre 270 articoli, sugli argomenti più svariati e curiosi, vedo che i più cliccati sono quelli che parlano d’amore, direttamente o meno. Purtroppo è un lungo periodo in cui i rapporti umani, in generale, sono più complicati. In questi giorni in cui abbiamo molto più tempo per dialogare con noi stessi, voglio condividere con voi quel che ho imparato a mie spese. Ho conosciuto sia il narcisista covert, sia quello overt (tanto per non farmi mancare niente da brava studiosa quale sono…Che bello riderci sopra!). In realtà ci fanno un grande dono. Ma quale dono, visto che sono pure avari? Un attimo di pazienza e ci arriviamo. Quando i primissimi tempi, il narcisista sembra perfino adorante mentre vi osserva, in realtà vi sta scannerizzando. E’ la parte più impegnativa della sua impresa. Vi fa sentire assolutamente libere di aprirvi, mentre lui/lei finge di mostrare la sua fragilità, i suoi bisogni. Siccome ha necessità di ricevere continuamente energie positive da una fonte esterna a sé, perché non riesce a entrare in contatto con se stesso, con la sua anima, sviluppa qualità pressoché diaboliche per carpire esattamente TUTTI I NOSTRI PUNTI DEBOLI E VULNERABILI, per poi cercare di manipolarci. Inutile parlare del come si svolgono le cose da lì a poco. Se state leggendo è perché ci siete passate. Ogni rapporto umano ci fa da specchio, ma sappiate che relazionarsi a un narcisista manipolatore, una volta che troviamo la forza di sganciarci dai suoi machiavellici artigli, ci dà la possibilità di affrontare INFINITI NOSTRI SOSPESI da guarire. Pensate a come faceva leva su di voi, in quale misura, in che modo. Nei primi momenti della relazione dava tutto ciò che avevate sempre desiderato, facendovi sentire felici e radiose. E’ questa la sensazione che si vorrebbe continuare a provare e il narcisista lo sa bene. Da quel momento in poi, inizia il suo gioco al massacro per vedere fino a che punto ha potere su di voi. Ma noi siamo sempre le stesse persone di quel momento! Involontaria-mente con una sorta di comando inconscio, il narcisista ha fatto venir  fuori la tutta la nostra bellezza …Ma “quella”  bellezza è sempre la nostra bellezza! Apprezziamoci noi, ora in totale sincerità, perché lui/lei lo faceva con falsi intenti e saremo ancora più belle in tutti i sensi! ECCO IL SUO DONO PER NOI! Per cogliere appieno il dono, dobbiamo perdonare il narcisista, perché la rabbia e il dolore continuano a tenerci legati a lui/lei. Il narcisista è un’anima sofferente che non vuole guarire. Non può mai rilassarsi, perché deve escogitare la prossima bugia da raccontare, trovare nuovi territori, perché sa di fare presto terra bruciata intorno a sé e inseguire almeno due o tre nuove prede, che lo distraggano dall’inferno che ha dentro. Ha bisogno di diverse vittime in contemporanea, perché ha un buco nero dentro di sé. E’ talmente incastrato nei suoi meccanismi di controllo, di paure, di rabbia che non si fida di nessuno, perché ha il terrore d’affrontare il suo lato oscuro. Solitamente ha subito un trauma nell’infanzia che ha bloccato il suo sviluppo emotivo; infatti quando urla le peggiori cose, se si riesce a distaccarsi un attimo, senza ascoltare tutte le atrocità che vomita, guardando oltre le apparenze, si vede un bambino che pesta i piedi, perché il mondo non vuole obbedire subito a ogni suo capriccio, ma che soprattutto non lo considera abbastanza, non lo ama abbastanza. Tutti noi abbiamo avuto dei traumi, non per questo andiamo a caccia di vittime a cui farla pagare, ma lui /lei è sempre lì, avvinghiato al suo dolore, che non vuol trasformare in alcun modo. Continua a comportarsi così, per sopravvivere a se stesso, al vuoto che non riesce mai a colmare, perché cerca sempre il nutrimento sbagliato; sebbene insegua sempre vittime amorevoli, con buone energie, perché ne intuisce la capacità nutritiva. Chissà quante volte avrà sedotto anime belle, che avrebbero potuto davvero dargli un aiuto prezioso nel liberarsi dalle sue catene, ma NON rientra nelle regole del gioco che si è auto imposto. Preferisce considerare gli altri come pedine di un suo gioco, che può manovrare a suo piacimento, illudendosi così di essere più forte e per nutrire il suo misero ego. In realtà è sempre più solo e non riesce a capire che starà sempre peggio, perché va contro ogni legge d’amore e della vita. Riesce nel suo intento seduttivo, perché in un primo momento s’invaghisce del nuovo “giocattolo” che ha tra le mani e questo lo fa sembrare sincero e convincente, ma il capriccio dura poco, come le dosi per i drogati. Anche lui è una vittima, ma di se stesso. Ringraziamolo per averci fatto scoprire una parte della nostra bellezza che non conoscevamo e affidiamolo all’Universo, affinché illumini la sua anima. Noi nel mentre, siamo diventate più forti e soprattutto consapevoli, della meraviglia che siamo.