Tutti arrabbiati per come va il mondo…Come non cascare nel “loro” gioco!!!

L’elenco delle follie di questo mondo sembra sconfinato. Ogni giorno i potenti sembrano inventarsi qualche assurdità per penalizzarci in qualche modo. Le teorie dei complottisti sono state superate dalla realtà da tempo…MA, MA quel che è davvero più preoccupante è che tutte queste  vessazioni stanno peggiorando il carattere delle persone. Tutti più chiusi in se stessi, scontrosi, depressi e impauriti. E’ questo il male peggiore, siamo cascati nella loro trappola! Il misero manipolo di personaggi al potere, chiamiamoli come ci pare, sa bene che solo con la nostra (involontaria ovviamente) collaborazione, è possibile realizzare i suoi esecrabili piani. Dalla nostra abbiamo la forza dei numeri e siamo, sempre e comunque, la BASE sulla quale poggia la loro piramide del potere. Hanno studiato ogni mezzo di manipolazione, perché ormai sanno che con la violenza diretta si crea la rivolta. Sublimano sempre più le torture affinché passino meno osservate, ma il danno è ben più profondo. Quanti documentari, poco diffusi, spiegano come abbiano costretto in ogni modo sciamani, guru e altri detentori degli antichi segreti della mente, a rivelare loro come influenzare le persone, arrivando a ucciderli in caso di reticenza. Torniamo alla rabbia. Può essere utile, molto utile, nel caso si voglia, tutti assieme organizzare una rivoluzione, ma da quel che si percepisce, c’è troppa paura nell’aria per arrivare a questo e forse è comunque meglio evitare la violenza. CHE POSSIAMO FARE? Molto! Moltissimo! 1) Prendiamo coscienza del fatto che siamo ampiamente manipolati in ogni settore delle nostre vite, per cercare di aprire gli occhi. Quando dai un nome, un aspetto al tuo nemico ti è più facile riconoscerlo e combatterlo. 2) Ci lamentiamo tutti dei rapporti umani così carenti e di scarsa qualità. Ricordiamoci che, anche l’altro da noi, vive le nostre stesse angosce e che forse ha meno risorse interiori per fronteggiarle. Non si pensi che l’altro sia felice nel suo isolamento o egoismo. 3) Continuiamo a migliorarci in ogni modo possibile. Ci aiuterà ad acquistare una libertà interiore che nessuno può toglierci e per la Legge dell’Unità, ogni passo avanti che facciamo, permette a migliaia di altre anime di progredire. Davanti a una forte evoluzione collettiva, NIENTE, nessuna forza o diavoleria ha più effetto!!! Di fronte all’Universo la nostra volontà vale quanto quella di qualsiasi cosiddetto potente del momento. Unendo le nostre volontà interiori, ognuno come può e come sa, arriviamo a ribaltare il sistema. In un primo momento (che può durare anche anni. Teniamo sempre presente che l’Universo progredisce per cicli) si potrà avere l’impressione che nulla stia accadendo, ma goccia dopo goccia, inesorabilmente, il mutamento si paleserà anche in maniera improvvisa. Nel mentre viviamo meglio con noi stessi e di conseguenza col mondo intero. Questo non vuol dire non firmare le petizioni, o marciare in piazza, il messaggio deve rimbombare nelle stanze del potere, ma senza dare loro la nostra energia arrabbiandoci. In queste condizioni siamo totalmente in loro potere. Spegniamo i telefoni e godiamoci un tramonto in pace, mandando pensieri positivi al mondo intero. Sorridiamo per strada, qualcuno risponderà. In qualsiasi crisi, la prima cosa da fare per uscirne è cercare di alzare il proprio livello vibratorio. Si tengano le loro menzogne inventate a tavolino, tanto…Senza di noi loro non possono esistere, hanno bisogno di noi e della nostra energia; è per questo che ci tengono così stretti nella loro morsa!

23 Settembre arriva l’Equinozio d’autunno…Riti propiziatori

Quest’anno l’equinozio d’autunno cade il 23 settembre alle 9:50 (ora italiana) e non il 21, perché come saprete, la Terra impiega 365 giorni e 6 ore per ruotare introno al sole. Non mi dilungo sui motivi tecnici, che troverete ovunque, perché quest’articolo vuol essere anzitutto un promemoria per quel che potremo fare lunedì per propiziare qualcosa che desideriamo realizzare. Questi 4 momenti dell’anno (equinozi e solstizi) sono  considerati momenti sacri da quando se ne ha memoria.  Il “velo” tra l’aldiquà e l’aldilà, grazie ai movimenti cosmici in atto, è più sottile in ogni senso. OTTIMA occasione per meditare, chiedere aiuti, scrivere al proprio Angelo e ringraziare Madre Natura per i frutti che abbiamo ricevuto. Una mia vecchia guida spirituale, che ora mi osserva da altre dimensioni, mi diceva di girare 3 volte attorno a una chiesa durante questi giorni, chiedendo ciò di cui abbisognavo. Ma…Non è tanto importante chiedere, quanto sintonizzarsi con le “danze” cosmiche, per riaffermare la nostra volontà di fluire assieme all’energia dell’Universo per ritrovare quella pace, quella luce e quell’amore che danno un vero significato all’esistenza. Fate i gesti che vi vengono dal cuore, in silenzio o in compagnia…Saranno gesti di compartecipazione e di cocreazione. Uniamoci tutti a livello spirituale, ringraziando e benedicendo tutto il buono e il positivo che c’è nelle nostre vite…Perché se non ci fosse anche tanto Bene, l’equilibrio di questa dimensione sarebbe già saltata da un pezzo, spazzandoci via tutti. Una candela, un incenso, un sorriso, una carezza, una gentilezza a uno sconosciuto , basteranno per migliorare la vita di tutti! Buon solstizio!

Possiamo avvalerci del VOTO di PROTESTA

Si avvicinano le elezioni europee e forse qualcuno non si sente rappresentato dai candidati…UN MODO CONCRETO PER MANIFESTARE IL NOSTRO DISSENSO ESISTE: il voto di protesta. Questa procedura è ben diversa dall’astensione (che viene percepita solo come disinteresse) o dalla scheda bianca o nulla, che va a sommarsi a quelle della lista di maggioranza. Ho dovuto consultare diversi legali prima di ricevere conferma  della  validità della legge:  DPR 30 Marzo 1957 N. 361 e successive modifiche. Purtroppo alcuni avvocati dicono SI’…Altri NO…E ancora altri NON SO. Mi permetto di parlarne perché ho grande stima del legale che me lo ha confermato, ma ognuno prosegua le proprie ricerche in merito e se qualche avvocato vuole essere così generoso da darci il suo parere in merito, gliene saremo estremamente grati. L’importanza del voto di protesta, consiste nel fatto che, i nostri motivi di dissenso, che saranno verbalizzati, giungeranno in Parlamento. Se saremo in molti, qualcosa deve per forza iniziare a cambiare. La procedura è abbastanza semplice. Ci si presenta al seggio muniti di documento d’identità e tessera elettorale. Si attende che la nostra scheda venga vidimata e…senza toccare la scheda, si chiede al Presidente del Seggio di mettere a verbale la nostra protesta. Come vedrete nel link che vi accludo e che vi consiglio caldamente di leggere, potremo finalmente con grande soddisfazione (almeno per quel che mi riguarda) affermare: “Questo sistema elettorale lede i miei diritti costituzionali” oppure “Nessuno dei candidati mi rappresenta”. Per favore leggete con attenzione l’articolo allegato, spiega con dovizia di particolari l’esatta procedura e pure le due leggi da citare in caso di necessità. Questo articolo non vuole essere un’istigazione alla protesta, ma una doverosa informazione sulla possibilità di avvalerci del diritto di esprimerci…Ricorda il concetto di democrazia, vero? https://www.pressenza.com/it/2018/02/4-marzo-voto-protesta-istruzioni-luso/

La grande muraglia verde per salvare l’Africa

Con decenni di ritardo, finalmente il mondo sta capendo come rimediare, almeno in parte, la devastazione perpetrata al nostro pianeta adottando la soluzione più semplice e logica: PIANTARE ALBERI! Ha avuto inizio nel 2007 la grande muraglia verde, lunga 8000 km e larga 15, che attraversando 11 paesi africani, bloccherà l’avanzamento della desertificazione, mitigherà gli effetti disastrosi del cambiamento climatico e porterà cibo agli abitanti che non saranno più costretti a migrare in massa. Stanno piantando alberi di acacia che resistono alla siccità e serbano acqua nel sottosuolo. Come ci insegnava già nel 2007 il piccolo Felix di Plant for the Planet : https://www.plant-for-the-planet.org/media/datastore/cms/media/download/2014-12-08-195808-italiano_informazioni_e_retroscena_plant-for-the-planet.pdf  

ogni albero assorbe circa 3 tonnellate di CO2. Grazie al cielo anche il Kenya, l’Amazzonia, l’Indonesia e altri paesi ora portano avanti progetti di riforestazione. L’Indonesia invita i suoi abitanti a conservare i semi della frutta e di deporli nelle campagne  abbandonate. Il clima indonesiano permette questo e altro, sebbene per esperienza personale ho verificato che  un seme su dieci, conficcato nella terra, senza scavare,  attecchisce.  Come un ramo su tre, appena spezzato da un temporale, infilato per circa la metà della sua lunghezza, nel terreno, darà vita a un nuovo albero e alla gioia di vedere crescere i risultati di un nostro piccolo gesto per Madre Natura. Ricordo quando ero a Phoenix, Arizona, che gli ambientalisti chiedevano agli abitanti di lasciar crescere le “erbacce” in giardino. LA SOLA PRESENZA DI ERBACCE DETERMINAVA UN CALO TERMICO NOTTURNO DI 18° IN PIU’, una benedizione durante le estati arroventate di Phoenix. Sembra impossibile, ma le prove erano incontestabili. Un’appassionata di dendroterapia  (curarsi con gli alberi) come me, non può che essere felice di poter trasmettere buone nuove simili. Siamo in ritardo di almeno 30 anni, ma finalmente l’umanità sta comprendendo quanto sono indispensabili gli alberi. Per chi non l’avesse ancora visto, lascio il link del commovente video: “L’Uomo che piantava gli alberi” https://www.youtube.com/watch?v=YIFDlYqtXDA

Altro link d’approfondimento:https://www.greenme.it/informarsi/ambiente/25622-grande-muraglia-verde

Domani 29/5 WESAK Buddista (quello Acquariano è stato il 30/4) come sintonizzarsi con questi momenti energetici potenti

         Inizio porgendo a ognuno di voi un iris, i meravigliosi iris, che sbocciano durante questo momento sacro sul monte Kailash, sull’Himalaya. C’è un po’ di confusione sui 2 Wesak proposti in date diverse, ma cerchiamo di dipanare la questione.  Quello del plenilunio del toro, svoltosi il 30 aprile di quest’anno, viene definito “acquariano” , la cui usanza nacque nel secolo scorso, grazie a Alice Bailey, fondatrice della società Teosofica. La Bailey ricevette le indicazioni  dalla sua guida spirituale, conosciuto come il  Maestro Tibetano (nei suoi molti libri potrete trovare preziosi insegnamenti spirituali e la società Teosofica è presente in quasi tutta Italia. Ci sarebbe moltissimo da dire, ma per ora vi lascio un link a fondo articolo).  Durante il plenilunio del toro, momento di grande importanza spirituale, nella valle dell’Himalaya, si narra (e chi ha avuto la fortuna di poterci andare, lo conferma. Molte persone mi hanno raccontato che non è stato loro possibile, fotografare o filmare l’accaduto…) che si manifestino tutti i grandi maestri della fratellanza bianca e della gerarchia celeste, che dimorano secondi i testi sacri, a livello spirituale a Shamballa (luogo astrale sopra l’Himalaya). Durante il Wesak il raggio Buddico si fonde con quello Cristico, per aiutare l’umanità intera a ricevere maggiore AMORE, SAGGEZZA, COMPASSIONE  e infinito “altro”. Per quel che concerne invece domani, plenilunio dei gemelli, si tratta del WESAK buddista che commemora la sconfinata compassione del Buddha. Pur potendosi sganciare definitivamente dalla Terra, dal ciclo delle incarnazioni e da tutto ciò che comporta, si volse indietro, impietosito dalla sofferenza dei suoi fratelli. Chiedo venia per la sintesi, troppo spinta, ma i principi a cui ci riferiamo sono talmente vasti, che neppure 10 tomi potrebbero essere esaustivi. Ovviamente si ripete, lo stesso “miracolo”, mutuando un’espressione cristiana. Sono entrambi momenti di Grazia, di Luce e di Amore infiniti per l’umanità intera. Ogni cosa ha il suo momento e il suo tempo. Se ci impegniamo a sintonizzarci con le manifestazioni divine, anche a livello “temporale”, possiamo beneficiare d’immensi influssi positivi, sia per la nostra crescita personale, sia per quella collettiva (che è tutto strettamente collegato). Superfluo dire che abbiamo la possibilità di festeggiare entrambi i Wesak, ma come? Il modo più semplice è di :chiedere di essere benedetti dai Maestri che si manifestano a livello astrale per aiutarci, lasciare fuori tutta la notte, una ciotola di acqua che s’impregnerà delle vibrazioni molto alte (che poi berremo), offrire fiori (anche a se stessi, per onorare il divino che è in noi) e bruciare incenso affinché accompagni le nostre preghiere e benedizioni fino al Cielo. Perché non chiedere inoltre, ai nostri angeli e guide spirituali, di condurci durante il sonno, sul monte Kailash per vivere a un livello più sottile, il momento di estrema Grazia? Che l’energia d’amore e di ogni virtù spirituale, possa pervadere ciascuno di noi e manifestarsi in ogni nostro gesto! Forse è questo il modo migliore per festeggiare il Wesak, manifestare a nostra volta, l’amore e la compassione. Cerchiamo di festeggiare assieme il Wesak. Ditelo agli amici e se non è possibile farlo di persona, colleghiamoci a livello spirituale con lo stesso intento. Persino le Nazioni Unite riconoscono l’importanza di questa festa mondiale.  Eccovi dei link molto interessanti per approfondire un minimo (lo consiglio vivamente): http://www.increscita.com/wesak-acquariano/

http://www.visionealchemica.com/conoscere-celebrare-wesak/

http://www.wesak-italia.it/index.php?option=com_content&task=view&id=51&Itemid=75

Peggio della guerra in Siria è la nostra mancanza di Pace

 Un attimo di pazienza e cercherò di parlare del dramma sotto altri punti di vista.  Mi scuso sin d’ora, perché farò delle dichiarazioni abbastanza forti. Sappiamo benissimo che la macchina da guerra ha bisogno di colpire, perché è la sua essenza, deve agire, pur di non  trasmutarsi in qualcosa di più evoluto e che ogni  scusa è buona. Oggi è la Siria, domani potrebbe essere ovunque e in qualsiasi modo. Trump non si è presentato alle elezioni come un lupo travestito da agnello, anzi tutto il contrario…Eppure ha ottenuto la maggioranza dei voti. Milioni e milioni di cittadini hanno votato per lui, sapendo benissimo che è un guerrafondaio. Hanno riversato su di lui il loro desiderio di espansione, di dimostrare la potenza del loro paese, di voler combattere, senza sapere neppure contro chi o cosa, tanto esiste sempre un nemico, basta inventarselo. A proposito di invenzioni, avete visto in rete la dichiarazione, della Clinton? ““Il fallimento nell’aiutare a mettere insieme una forza combattente credibile a partire dalle persone che erano all’origine della protesta anti-Asad – fra cui vi erano musulmani, laici e tutto quello che si trova nel mezzo – il fallimento nel fare questo ha lasciato un grande vuoto, che è stato riempito dai jihadisti ” In seguito, un certo giornalismo, ha modificato ad hoc la frase facendola diventare: “L’Isis è roba nostra, ma ci è sfuggita di mano”. Tralasciamo per un momento (con grande sforzo, devo dire) la perenne manipolazione dell’informazione, per comprendere che, molto probabilmente, pure Hillary avrebbe cercato il modo d’innescare un attacco. La Signora, forse, avrebbe usato maggior tatto, scuse più convincenti, ma il risultato sarebbe stato lo stesso. Certo, si sa, che gli Americani stanno vivendo la loro epoca di sopraffazione, come facemmo noi all’epoca dell’Impero Romano. Sono terribili questi americani, stanno invadendo il mondo, osando spacciarsi per portatori di democrazia…Come mai allora, l’Italia è uno dei paesi che produce il maggior numero di armi (aerei, bombe etc.) che  vengono venduti anche agli Usa? Spingiamoci pure oltre, tiriamo in ballo il fantomatico Nuovo Ordine Mondiale (tanto abbiamo capito che le “rivelazioni” dei cosiddetti complottisti, sono pettegolezzi da scolarette, in confronto alla realtà dei fatti) che sembra tenere sotto scacco tutte le potenze mondiali; come riesce a essere così potente? Corrompendo milioni di persone che accettano per avidità e arruolando chi ama la guerra. Sembra una bestemmia? Chi può amare la guerra? Tutti noi, cambia solo la soglia personale di bellicosità e la nostra scelta interiore. Se qualcuno conosce un’intera famiglia che vive veramente in totale armonia e pace, è pregato di scrivermi. Mi recherò in qualsiasi angolo d’Italia per conoscerla. Il male peggiore spesso arriva proprio da chi dovrebbe amarci; quello del Sistema, almeno, non ha nulla di personale. Difficile da accettare? Non possiamo negare l’evidenza e disgraziatamente ce lo dimostrano i femminicidi, le violenze domestiche e le statistiche sulle liti di condominio: siamo al 30% di cause, civili o incivili, che siano. Ultima considerazione per il momento: ci sentiamo in pace con noi stessi? Quante persone hanno bisogno di  farmaci per affrontare la giornata, perché non si danno pace? Come in alto così in basso, disse Trismegisto.  Non posso che augurare Pace a ognuno e scegliere di mantenere la mia, ogni giorno.

 

Come trarre Nuova Vita dall’Equinozio di Primavera e il Calendario Magico

 Oggi vedremo dei piccoli gesti che ci aiutano a ricollegarci con le incredibili  energie, che Madre Terra ci porge in maniera esponenziale, durante l’equinozio di primavera. Ogni cosa ha il suo momento e la sua durata, sebbene la vita assurda che conduciamo, cerchi d’illuderci del contrario, portandoci così tanti squilibri.  Non esistono più i momenti sacri collettivi,  di ricongiungimento con la nostra essenza, che ci spingono ad andare oltre, alla ricerca di quel che possiamo davvero essere, ritrovando un’energia e una gioia insperate! Mercoledì 21 Marzo è l’equinozio di primavera. L’inizio dell’anno astrologico sotto il segno dell’Ariete: la forza primordiale che spacca il seme, permettendogli di sbocciare, di giungere alla luce e di svilupparsi abbellendo il Creato intero. Come fluire assieme a questo momento magico per rinascere? Ovviamente nella maniera più “naturale” e semplice! Basta andare in un prato, in un bosco, o in qualsiasi altro luogo all’aperto amiate, salutando con rispetto e gratitudine il Creato e tutti i suoi spiriti. Va bene anche da soli, ma in compagnia si genera un’energia più forte. Accendete un lumino (attenzione al fuoco mi raccomando, non posso suggerire di fare dei falò, ma se avete un giardino…), e un po’ per volta, lasciate bruciare sulla fiamma, delle foglie secche di salvia bianca, oppure salvia normale e accendete un bastoncino d’incenso. Secondo la tradizione dei nativi americani si può aggiungere un pochino di tabacco, ma la cosa più importante è l’atteggiamento interiore di purificazione di se stessi. Portatevi dell’acqua da  bere e offritene un po’ alla Terra. Comprate dei fiori, uno per ogni colore che trovate, per omaggiare le infinità possibilità della vita e spargeteli a cerchio attorno a voi, per creare un luogo davvero sacro. Rivolgetevi al Cielo e alla Terra, a tutte le anime in cammino sul pianeta in questo momento, ai vostri antenati, alla fratellanza bianca, a tutti gli angeli, santi, maestri e anime care che viaggiano in altri mondi, ai 4 elementi: terra, aria, fuoco e acqua e chiedete di essere in armonia con loro, di essere aiutati e di nascere a nuova vita assieme alle forze della primavera. Benedite tutti, voi stessi compresi e ringraziate con la certezza di essere stati ascoltati. Ballate, cantate, mangiate…Onorate la vita, onorate il Creato, onorate voi stessi, onorate la vostra unicità che intreccia le sue virtù, i suoi doni e i suoi bisogni, con quelli di ogni altra persona in cammino al mondo. Riconoscetevi Uno nel tutto, con la propria individualità, che è indispensabile per portare avanti IL GRANDE PROGETTO. Basta questo per rendere un grande servizio al mondo e per trovare quell’intima gioia di cui abbiamo un gran bisogno. La storia, la mitologia, le usanze e le credenze legate all’equinozio di primavera, assieme agli altri momenti sacri dell’anno, sono infinite. Basti pensare che la Pasqua cade la prima domenica dopo la prima luna piena di primavera. Trovo particolarmente interessanti le considerazioni di Rudolf Steiner sulle forze contrastanti che s’intensificano in primavera. Sul quanto sia dannoso abbandonarsi agli istinti primordiali e quanto sia altrettanto devastante e contro la vita stessa, desiderare di ergersi fuori dal mondo, per rifugiarsi “in piani più alti e sottili” sottraendosi così all’Opera comune. Perdonate la indegna semplificazione e sintesi. Eccovi l’articolo per approfondire: http://www.centrostudilaruna.it/apequinoziodiprimavera.html 

Per aiutarci a ricordare i momenti magici  e rimanere in qualche modo, in contatti con essi tutto l’anno, vi segnalo dove poter trovare il calendario magico da stampare e montare a forma di ottaedro: http://www.ilcerchiodellaluna.it/central_Ruota_ottaedro.htm

Riporta tutta la simbologia sacra legata a questi otto momenti magici. Che ognuno di noi possa risorgere alla vita che più desidera e che sia meravigliosa per tutti!

Cos’è un GENESA Crystal e come si usa? I pali della PACE

genesa   Prima di parlarvi della GENESA , ho voluto sperimentarla per un po’ di tempo, ma vediamo di cosa si tratta anzitutto. E’ una struttura metallica, che riproduce la forma dello stadio di sviluppo universale nel momento in cui si trova a 8 cellule, che è identico per ogni forma vivente. In questo stadio, le cellule possono svilupparsi in qualsiasi modo e direzione è quanto affermò  lo scopritore, il genetista Dottor Langham negli anni 40. La forma viene definita come: cubottaedro e contiene in sé tutti e 5 i solidi platonici, parte essenziale delle forme organiche. Affascinante, non c’è che dire…Ma quali effetti produce? Per chi conosce la radionica, posso dire che è una sorta di “circuito” tridimensionale. E’ molto piacevole tenerlo tra le mani, purtroppo non potevo permettermene una tanto grande da potervi meditare all’interno. Senza dubbio amplifica l’energia, intesa ovviamente anche come forza pensiero; quindi attenzione nei trattamenti.  Può essere usata per diversi scopi: aumentare la crescita delle piante, l’energia negli ambienti, l’energia personale e qualcuno arriva perfino a infilare delle banconote nella genesa, aspettandosi maggiori introiti…Personalmente preferisco lasciare un bel quarzo rosa al suo interno per incrementare le vibrazioni d’amore del cristallo, oppure un quarzo ialino per l’armonia. Svolge anche un effetto protettivo, per un raggio proporzionale alla sua grandezza. In teoria è come trovarsi davanti a potenzialità pura e proprio per questo, va maneggiata con la maggior integrità d’intenti possibile. Indubbiamente un nuovo strumento che può agevolarci, come la piramide,ma ricordiamoci che siamo noi gli “strumenti divini”. E’ meravigliosa l’iniziativa dei Pali della Pace, presente già in 180 paesi nel mondo. Pare che ve ne siano oltre 200.ooo, che irradiano vibrazioni di pace, oltre a ricordare ai passanti d’invocarla.   Sarebbe bellissimo vederle ovunque! Peccato che al momento costino ancora abbastanza, anche perché occorre una grande precisione nelle misure, ma chi ha belle capacità manuali, può provare a farla seguendo le istruzioni di questo video: https://www.youtube.com/watch?v=Qyuvkh0BmRs&t=7s   

Per maggiori informazioni ecco il link:

http://spiritodiluna.forumfree.it/?t=73512455 

Quando credi di non valere, in realtà reggi il mondo!

  Fai del tuo meglio ogni giorno, cerchi di fare agli altri quel che vorresti venisse fatto a te, eppure la tua vita non sembra sorriderti più di tanto? A che serve tanto impegno e sacrificio? Non hai neppure idea di quanto sia prezioso il tuo contributo! Tutto in questa dimensione si regge sulla dualità: bene e male, notte e giorno, positivo e negativo. Ogni energia ha un suo motivo d’essere, ma nel momento in cui vi è uno squilibrio troppo forte tra i due tipi di forze, A QUALSIASI LIVELLO, tutto rischia di crollare. Il male viene sempre più sottolineato ed esaltato in questo lungo periodo storico, per soggiogarci maggiormente a livello psicologico, con l’intento di renderci più fragili e  svuotarci della nostra forza; ma… Non hanno fatto i conti con tutte le persone, milioni e milioni, che con ogni loro gesto quotidiano, con i loro pensieri e parole, emettono una positività tale da “equilibrare” tutta la negatività. Non vi sembra di fare così tanto? Cercate di ricordare un vostro momento di sofferenza o di paura e pensate a chi vi ha sorriso e incoraggiato in quel momento. Quanto vi ha aiutato? Ogni incontro, seppur apparentemente casuale, ha un motivo d’essere, sebbene non lo capiamo quasi mai. Se davvero il male fosse così imperante, staremmo molto peggio…Forse la Luna avrebbe già perso la sua orbita, se non ci fossero milioni di brave persone, che in silenzio, diffondono positività e amore verso se stessi e il prossimo. Esistono un’infinità di cose buone, solo perché non fanno notizia, non significa che non siano efficaci. Se ognuno fosse almeno un po’ in pace con se stesso, il dolore della vita verrebbe dimezzato all’istante. Guardate l’esperimento del riso, suggerito dello scienziato Giapponese Masaru Emoto (famoso in tutto il mondo per le sue ricerche sulla memoria e informazione dell’acqua), ma soprattutto fatelo, se volete verificare di persona. Grazie di cuore a ogni persona di buona volontà per il suo costante impegno.

https://www.youtube.com/watch?v=31shlv5Z71A     

Cosa posso fare per il mondo? “L’uomo che pianta alberi”

piantare alberi start planting Migliorare il clima, purificare l’aria che respiriamo è una cosa fattibile per ciascuno di noi e NON dobbiamo aspettare, e tanto meno delegare, il compito a nazioni sonnolenti. Come? PIANTANDO ALBERI e SEMI! Ogni albero può assorbire mediamente circe 10 kg di CO2 l’anno.  Grazie a una cara amica, Gabriella Campioni, ricercatrice,  scrittrice e curatrice di molte splendide iniziative, tra cui la sua pagina facebook:  https://www.facebook.com/laforestasilenziosa/  (“La Foresta Silenziosa” è un’oasi che colma il cuore, con gli esempi di persone straordinarie che silenziosamente fanno dei miracoli per il bene di tutti) mi  è arrivata la notizia che anche in Sardegna è nata un’associazione di volontari “L’uomo che pianta alberi” per il rimboschimento di aree devastate. http://www.italiachecambia.org/2017/07/io-faccio-cosi-175-uomo-che-pianta-alberi/#   Per merito di una  delle  diverse tecniche di coltivazione sostenibile, del famoso botanico e filosofo giapponese Fukuoka; secondo la quale si impastano letteralmente acqua, semi e argilla (alcuni aggiungono anche un po’ di concime, a seconda delle esigenze del terreno), buona parte dei semi germinano, rinverdendo distese desolate, regalandoci ossigeno e assorbendo l’anidride carbonica in eccesso che sta sconvolgendo il clima del pianeta. Nel 2007 un bambino tedesco, Felix, venne a sapere dell’opera del Premio Nobel della Pace, Maathai, che aveva piantato 30.000.000 di alberi e già nel 2010, grazie ai tanti collaboratori, fu piantato il milionesimo albero in Germania. Supportato dai genitori, ha fondato un’associazione internazionale che si chiama: “Plant for the Planet”, il cui pragmatico motto è: Stop talking start planting!  http://www.plant-for-the-planet.org/media/datastore/cms/media/download/2014-12-08-195808-italiano_informazioni_e_retroscena_plant-for-the-planet.pdf  Smettiamola di parlare e iniziamo a piantare! terrazzo auntunnale 1  Questo è il  piccolo terrazzo di casa nostra, sede dell’associazione a La Spezia.  Sessanta piccoli alberi in questa foto sfoggiano la loro veste autunnale, aspettando assieme a noi di far parte di… Beh di questo parleremo un’altra volta. Seminiamo, seminiamo; perché porta sempre frutti.

 

 

 

 

https://www.facebook.com/laforestasilenziosa/

http://www.plant-for-the-planet.org/media/datastore/cms/media/download/2014-12-08-195808-italiano_informazioni_e_retroscena_plant-for-the-planet.pdf

http://www.italiachecambia.org/2017/07/io-faccio-cosi-175-uomo-che-pianta-alberi/#

Uniti da un Nastro Bianco, un segnale di cambiamento!

uniti da un nastro bianco  Basta un Nastro Bianco per dire che…

Vorremmo fare di più per migliorare le nostre vite e questo mondo, ma spesso ci ritroviamo soli. Gli amici, i compagni di viaggio vivono lontani, oppure hanno vite complicate. Riusciamo a sentirli di tanto in tanto per poi tornare alla nostra quotidianità, nella quale possiamo parlare molto poco di evoluzione e di spiritualità. Eppure molto probabilmente esiste qualcuno vicino a noi che desidera quel che noi desideriamo, ma abbiamo difficoltà ad incontrarlo. C’E’ UNA SOLUZIONE: appendi un bel Nastro Bianco alla finestra o sulla ringhiera del balcone, in modo che sia visibile dalla strada e che si alzi ad ogni refolo di vento. Il nastro bianco significa che in quella casa c’è una persona di buona volontà, che cerca di migliorare se stessa e di conseguenza il mondo. Significa che da quella casa arriva un pensiero d’amore e di solidarietà per tutte le anime in cammino. Siccome siamo in molti più di quel che pensiamo (altrimenti sarebbe già finita) grazie alle meravigliose e misteriose spire del “Caso” vedremo spuntare nastri bianchi molto più vicino a noi di quanto avremmo mai pensato o sperato. Potremmo sorriderci e, se il cuore ci spinge, anche trovare nuovi compagni di viaggio. Ovviamente nessuno è obbligato a nulla.Appendiamo il nastro con l’intenzione del risveglio delle coscienze che verrà perpetuata da ogni alito di vento.Potremo finalmente sentire il sostegno ed il conforto di tanti fratelli e sorelle di cammino ovunque andremo, semplicemente alzando lo sguardo. E’ ora di riunirci per aiutarci vicendevolmente a proseguire più leggeri e spediti.Mandiamo e rimandiamo questo messaggio a tutte le persone a cui sentiamo di poterlo fare, in modo che arrivi il più lontano ed il più vicino possibile a noi!                                 Grazie di cuore,                                                                             Maria