Eclissi lunare 10/1/20…Spacca gli schemi!!!

Di solito non parlo delle eclissi, perché secondo l’astrologia tradizionale e altre discipline esoteriche, non rientrano tra i presagi migliori…Ma vista la portata emotiva, inconscia e conscia, di quella che “vivremo” Venerdì 10 gennaio 2020 in Cancro alle 20:23 italiane, è doveroso segnalarne i probabili risvolti. Plenilunio in Cancro, domicilio della Luna (ne aumenta il potere), opposto (l’opposizione crea grande tensione) a Saturno e Plutone, accompagnati da Giove, Sole e Mercurio. Come se tutto ciò non bastasse, Nettuno, il Signore delle emozioni inconsce, trigona la Luna, amplificandone la già spropositata emotività, durante un’eclissi che fa leva sui nostri lati oscuri…Venere, che solitamente mitiga sempre, questa volta si trova sul discendente (che governa i nostri rapporti interpersonali e di coppia) e ha come unico aspetto una quadratura a Marte, che peggiora ancor più la situazione. Verranno a galla emozioni represse da troppo tempo, che abbiamo messo a tacere per quieto vivere, per conformarci alla società, alle richieste altrui o con l’illusione di metterci al riparo dalla sofferenza. Quanta fatica tenere tutto dentro, privarsi di emozioni gioiose, perché ci hanno erroneamente insegnato che si pagano o che sono illusorie. Potrebbero venir fuori parole di accusa e verità che dovremmo pronunciare con estrema cautela. C’è un lato estremamente positivo che possiamo cogliere da questa “spinta” astrale: trovare il coraggio di guardarci dentro, senza paure e capire cosa cambiare o lasciare andare. Toccare i nostri bisogni emotivi più sinceri, profondi e decidere di ascoltarli, per poi finalmente assecondarli o tracciare la via verso il loro raggiungimento. Non è facile, perché potremmo spaventarci di fronte a una tale emotività, ma sono proprio le emozioni i motori più potenti di cambiamenti e di risveglio. Stiamocene tranquilli, in raccoglimento venerdì e lasciamo scorrere le eventuali lacrime purificatrici, non potranno che alleggerirci e schiarire la visione delle nostre vite. E’ una grande opportunità per lasciar andare il dolore e prendersi cura delle ferite del cuore e dell’anima. Il dolore represso o ignorato a forza, agisce in maniera ancor più profonda su di noi. Riconosciamolo, ringraziamolo per quel che ci ha insegnato e lasciamolo andare, affinché possa trasformarsi in saggezza e acquisizione di forza interiore. Più riusciamo a cambiare “dentro”, meno conseguenze esterne vedremo. Il 2020 è un anno tosto a livello planetario e personale, come già annunciato nelle previsioni annuali: http://www.associazioneculturalerespiromentale.eu/2019/11/28/oroscopo-2020-la-scienza-concorda-con-lastrologia/

Che sia il “travaglio” prima della tanto agognata e necessaria rinascita della nostra ormai “incivilità”. Nulla che i nostri antenati non abbiano già superato egregiamente. Un abbraccio e buon tutto a tutti!

Le 39 possibilità che ti offrono i FIORI di BACH

Straordinaria terapia dell’anima!

  1.    Riassumerò indegnamente i 38 stati d’animo e aspetti nocivi del carattere, che possiamo migliorare assumendo i Fiori di Bach, affinché persino la persona più indaffarata possa venirne a conoscenza in pochi minuti senza dover fare ricerche. Sembra quasi impossibile, ma ancora troppe persone non ne hanno neppure sentito parlare. Il trentanovesimo rimedio è la formula di Pronto Soccorso nota come RESCUE di cui parlerò in seguito. Eccovi l’elenco: 1 Agrimony – Per chi finge che va sempre tutto bene quando ha la morte nel cuore. La persona può arrivare persino al suicidio.
  2.  Aspen – Paure e angosce di origine sconosciuta, paura della paura stessa
  3. Beech – Eccessivo senso critico, intolleranza verso il prossimo
  4. Centaury – Personalità totalmente sottomessa, si sente uno zerbino
  5. Cerato – Per chi non ha nessuna fiducia nel proprio giudizio e intuizione, grande insicurezza
  6. Cherry Plum – Quando si teme di perdere il controllo, arrivando persino a fare o a farci del male
  7. Chestnut Bud – Se si ripetono sempre gli stessi errori, difficoltà d’apprendimento
  8. Chicory – Si tende a essere possessivi, invadenti, a manipolare gli altri con l’illusione di soddisfare le proprie carenze affettive
  9. Clematis – Fuga dal mondo, distrazione, per chi  è sempre sulle nuvole
  10. Crab Apple – Problemi sessuali, senso di sporco, vergogna, purificatore
  11. Elm – timore di non essere all’altezza, di non trovare la soluzione giusta a un problema o a una situazione
  12. Gentian – Depressione per cause note e quando si ha bisogno di un po’ d’incoraggiamento
  13. Gorse – Contro la disperazione
  14. Heather – Egocentrismo, terrore della solitudine
  15. Holly – Fiore dell’amore cosmico in grado di aiutarci ad amare noi stessi e il prossimo, a sciogliere  l’invidia, la gelosia e il sospetto
  16. Honeysuckle – Per chi vive nel passato e non riesce ad accettare i cambiamenti
  17. Hornbean – Stanchezza mentale che si ripercuote sul fisico, aiuta il riallineamento energetico e tonifica la mente
  18. Impatiens- Impazienza e tensione
  19. Larch- Per tutti i momenti in cui manchiamo di fiducia e di stima verso noi stessi.
  20. Mimulus – Paura di origine conosciuta, timidezza
  21. Mustard – Per quella nuvola nera che sembra inghiottirti all’improvviso e senza motivo
  22. Oak – Eccessivo senso del dovere, accanimento
  23. Olive – Profondo esaurimento fisico e mentale
  24. Pine – Per i sensi di colpa (compresi quelli immotivati) ed eccessiva autocritica
  25. Red Chestnut- Eccessiva paura e preoccupazione per i propri cari, che spesso richiama il peggio
  26. Rock Rose – Terrore, panico, angoscia
  27. Rock Water – Rigidità a qualsiasi livello
  28. Schleranthus – Instabilità di carattere, umori altalenanti, indecisione, difficoltà di scelta
  29. Star of Bethlemme – traumi, choc e relativi blocchi psicologici
  30. Sweet Chestnut- Per la notte oscura dell’anima. Lutti, tragedie
  31. Vervain – Fanatismo, entusiasmo eccessivo
  32. Vine – Problemi di potere, volontà di dominio, ambizione esagerata
  33. Walnut- Ipersensibilità alle influenze esterne e difficoltà a cambiare. Lo spezza incantesimi
  34. Water Violet- Per chi si isola perché si sente superiore agli altri ed è troppo orgoglioso
  35. White Chesnut – Pensieri ossessivi e logoranti che non lasciano dormire
  36. Wild Oat – Per la sindrome di Peter Pan, per chi inizia mille attività senza portarne a termine una
  37. Wild Rose – Per chi ha perso ogni speranza e si è arreso. Contro l’apatia totale
  38. Willow – Rimedio contro rancore, risentimento, vittimismo, autocommiserazione e biasimo
  39. RESCUE REMEDY – il rimedio di Pronto Soccorso utile per ogni situazione d’emergenza e improvvisa.

Con queste poche righe non ho neppure sfiorato gli aspetti fondamentali e i possibili usi dei Fiori di Bach; ma sono certa che leggendo persino distrattamente, lo stringato elenco, avrete riconosciuto almeno uno stato d’animo che torna a tormentarvi di tanto in tanto. Lo studio dei Fiori di Bach insegna, anzitutto, i nostri principali stati emotivi, aiutandoci a far luce sulla  natura umana e su noi stessi. Il Dottor Bach era una grande anima, che ha voluto lasciar in dono all’umanità, un metodo semplice e non invasivo per superare molti limiti. Durante i corsi vengono spiegati tutti gli stati emotivi, primari e secondari, collegati a ogni essenza, le caratteristiche fisiche  di ogni fiore, secondo la dottrina delle segnature e le relative antiche leggende, i metodi d’utilizzo, le diluizioni più efficaci e molto altro ancora. Studiare la floriterapia aiuta a comprendere meglio anche il nostro prossimo, oltre a noi stessi. Consulenze personali per i nostri soci e animali domestici che, reagiscono particolarmente bene e velocemente ai Fiori di Bach!




Uniti da un Nastro Bianco, un segnale di cambiamento!

  Basta un Nastro Bianco per dire che…

Vorremmo fare di più per migliorare le nostre vite e questo mondo, ma spesso ci ritroviamo soli. Gli amici, i compagni di viaggio vivono lontani, oppure hanno vite complicate. Riusciamo a sentirli di tanto in tanto per poi tornare alla nostra quotidianità, nella quale possiamo parlare molto poco di evoluzione e di spiritualità. Eppure molto probabilmente esiste qualcuno vicino a noi che desidera quel che noi desideriamo, ma abbiamo difficoltà ad incontrarlo. C’E’ UNA SOLUZIONE: appendi un bel Nastro Bianco alla finestra o sulla ringhiera del balcone, in modo che sia visibile dalla strada e che si alzi ad ogni refolo di vento. Il nastro bianco significa che in quella casa c’è una persona di buona volontà, che cerca di migliorare se stessa e di conseguenza il mondo. Significa che da quella casa arriva un pensiero d’amore e di solidarietà per tutte le anime in cammino. Siccome siamo in molti più di quel che pensiamo (altrimenti sarebbe già finita) grazie alle meravigliose e misteriose spire del “Caso” vedremo spuntare nastri bianchi molto più vicino a noi di quanto avremmo mai pensato o sperato. Potremmo sorriderci e, se il cuore ci spinge, anche trovare nuovi compagni di viaggio. Ovviamente nessuno è obbligato a nulla.Appendiamo il nastro con l’intenzione del risveglio delle coscienze che verrà perpetuata da ogni alito di vento.Potremo finalmente sentire il sostegno ed il conforto di tanti fratelli e sorelle di cammino ovunque andremo, semplicemente alzando lo sguardo. E’ ora di riunirci per aiutarci vicendevolmente a proseguire più leggeri e spediti.Mandiamo e rimandiamo questo messaggio a tutte le persone a cui sentiamo di poterlo fare, in modo che arrivi il più lontano ed il più vicino possibile a noi!                                 Grazie di cuore,                                                                             Maria