Camminare sui CARBONI ARDENTI: la miglior iniezione di autostima e…

La miglior esperienza provata

Rabbrividite solo a pensarci ? Tranquilli…Se l’ho fatto io per ben due volte (anzi, decine, perché dopo il primo passaggio viene istintivo ripeterlo, magari a braccetto coi compagni d’esperienza)  chiunque può farlo. Sembra una follia e la paura, prima di poggiare il piede sulle braci, è forte ma…Si tratta di un rituale antropologico antico e iniziatico, chiamato anche pirobazia o fire walking. E’ una prova di coraggio, d’iniziazione all’età adulta, ma è soprattutto una delle migliori simbologie della vita. La regola più importante che viene ripetuta dal coach è di non fermarsi mai sui carboni ardenti- altrimenti ci si brucia. Esattamente come nella vita, bisogna continuare a camminare, ad avanzare qualsiasi cosa stia accadendo. Inutile dirvi che l’esperienza va fatta assieme a un conduttore esperto e affidabile, che vi preparerà nel modo giusto, in gruppo, per creare l’energia necessaria e che occorre un intento personale profondo per affrontare al meglio la prova. Un altro aspetto estremamente positivo è che non lascia spazio a illusioni personali: o si fa fisicamente il primo passo o non lo si fa. Non esistono i se o i ma, che troppo spesso affollano e confondono le nostre menti. Le emozioni che si provano, quando dopo ore di preparazione, si viene invitati a muovere il primo passo, sono indescrivibili.  E’difficile esprimere  la gioia provata sul fuoco, anche perché diversi miei sospesi  sembravano trasmutarsi in contemporanea. Sentirsi talmente in armonia con gli elementi, da poter camminare sul fuoco senza bruciarsi, è uno di quei momenti che ogni essere umano dovrebbe vivere. Per fortuna solo dopo, di solito, dicono la temperatura delle braci: sempre più di 800°!!! Alcuni coach poi ribadiscono che se abbiamo camminato su oltre 800° senza bruciarci, cos’altro riusciremo a fare nelle nostre vite? Non si avverte il caldo…A volte, appena un minimo di fastidio se i carboni non vengono appiattiti perfettamente. Ognuno proverà infinite altre emozioni e trasformazioni personali. Il fuoco d’altronde a livello alchemico,simboleggia proprio la trasformazione e camminarvi sopra, ci dà un’energia incredibile, ma soprattutto una nuova prospettiva di vita. Esiste anche la possibilità di camminare in mezzo alle fiamme alte quanto noi…Non l’ho ancora provato, quindi non mi pronuncio in merito. Basta scegliere con attenzione il coach giusto.              Buona camminata a tutti!

Arrivederci Louise Hay, grazie per la tua immensa opera!

puoi guarire la tua vita   E’ tornata a casa all’età di 90 anni Louise Hay, grandissima pioniera del pensiero positivo. Quale ricercatore non ha comprato il suoi libri già alla fine degli anni 80, iniziando a ripetere pensieri costruttivi, liberatori e colmi di fiducia? Se ne è andata proprio come ha sempre desiderato farlo, salutando tutti gli amici la sera prima e lasciandosi andare nel sonno. Un’anima che ne ha passate tante e che ha aperto molte porte a tutti noi, permettendoci di andare ancora oltre, nel nostro impegno verso la serenità che ci meritiamo. Grazie Louise, hai migliorato la vita di milioni di persone, me compresa. Al seguente link troverete un articolo di approfondimento, sulle sue traversie personali e come ha trasformato la sua vita in un capolavoro: Chapeau Louise

https://www.dionidream.com/louise-hay/

Povero “Ligio” ha seguito tutte le cure New Age, ma…

Un po’ di satira sulla New Age…

apprendista stegone     Disgraziatamente a Ligio viene uno sfogo terribile in viso. Prurito, gonfiore e un bruciore che non gli permettono di dormire la notte. Inizia a curarsi da solo con la visualizzazione quantica, la rigenerazione cellulare, la meditazione Mer-Ka-Ba, le affermazioni positive, i mantra di guarigione, l’Hoponopono e una semplice pomata omeopatica all’arnica. Per guarire più in fretta chiede lumi agli archivi akashici e interroga il suo sé ideale in un’altra dimensione, ma non trova risposte. Aggiunge allora un po’ della sua urina, secondo il metodo consigliato dall’urinoterapia e un goccino di propoli alla pomata e mangia solo mele, perché così gli ha suggerito un amico melariano . Dorme nudo dentro una piramide fatta su misura e pagata una fortuna, su molti cuscini di carbone e bambù tachionici sotto le gambe, affinché il sangue gli affluisca meglio al viso, ricoperto di cristalli e collegato tramite fili, allo Zapper. S’immerge nella vasca d’acqua gelata come prescrive l’idroterapia, con tre chili di sale grosso, mezzo litro di aceto di mele, i cristalli di fluorite e di shungite elite,  i fiori di Bach e l’acqua diamante. Per rigenerarsi quando esce dalla vasca, si cosparge di pomanders dell’Aura Soma,  esegue la danza roteante sufi, canta le invocazioni cabalistiche e beve il succo puro di tre limoni biologici come prescrive la cura del limone. Fa regolarmente reiki, karuna e bagni derivativi almeno sette volte al giorno, ma non basta. Allora prepara impacchi ayurvedici, chiede a un amico di fargli un trattamento di psicocibernetica, di Omega Healing, di Chi e Pong Youp,  la purificazione del Dna e usa le sequenze numeriche di Grabovoi, mentre si picchietta facendo EFT. Ascolta la musica a 432 hertz e i canti gregoriani. Beve diversi  poconeol,  rimedi spagirici e alchemici, va dall’agopuntore, dal massaggiatore shiatsu, watsu, e di riflessologia plantare. Suona le campane tibetane e il tamburo, va da uno sciamano che gli balla intorno per mezza giornata, da un esorcista, dal lettore di tarocchi, dal pranoterapeuta e dall’astrologo. Segue i consigli della nuova medicina del Dottor Hamer. Usa la magia verde degli alberi , la PNL, l’autoipnosi, si fa segnare da un’anziana del paese, recita invocazioni magiche mentre osserva le fiamme delle candele rosa, fa impacchi d’argilla verde ventilata con oli essenziali e acque sacre, insegue un esperto di unzioni con oli sacri e compra il circuito radionico apposito. Dopo aver fatto l’ampeloterapia per due settimane, ingerisce una dozzina di oligoelementi a base di stronzio, la polvere di perle, i Sali di Schussler, i Sali di Epsom, la clorofilla, l’amaro svedese, la spirulina e tutte le alghe biologiche essiccate, le pastiglie di zeolite, si fa fare l’idrocolonterapia e poi digiuna nove giorni. Non basta ancora, allora va a farsi una seduta di: Rqi, Allineamento Divino, Diksha, Costellazioni familiari e terapie angeliche. Segue le indicazioni della psicomagia di Jodorowsky e s’infila una foto del padre nelle mutande. Chiede a una medium di fargli incontrare il suo spirito guida, che gli consiglia di partecipare al gioco di Findhorn, alla capanna sudatoria, alla camminata sui carboni ardenti, allo psicodramma e di percorrere il labirinto. Ligio per essere davvero ligio, si sottopone pure al Theta Healing, l’enneagramma, la danza movimento terapia,  il massaggio connettivale e tui na, ma il poveretto (ora davvero povero grazie ai soldi spesi) peggiora a vista d’occhio.  Forse perché si è rifiutato di usare il metodo VAFFA…..Meno male che è maschio, altrimenti avrebbe fatto pure la benedizione del ventre e l’offerta del mestruo alla terra.

Intendiamoci, la New Age ha permesso a tutti di poter accedere a insegnamenti preziosi per un vero percorso interiore di crescita, ma troppi personaggi in malafede ne hanno degradato persino gli aspetti più sacri. Persone in momenti di fragilità e senza una preparazione organica di base, rischiano di cadere vittime o di questi truffatori o, peggio ancora, dell’illusione che la vita (o karma o destino personale – ognuno lo definisce a modo proprio) segua delle equazioni dare/avere. Le prove arrivano affinché vengano comprese nel profondo, trasformandoci. A volte si guarisce senza nemmeno sapere come, semplicemente perché siamo andati avanti, con pazienza, umiltà, apertura e fiducia. Più ci si fissa su un problema, più gli si attribuisce energia. Certo dobbiamo curarci, provarci, ma senza forzare troppo. Basta tenere presente che tutti hanno bisogno di “lavorare” su qualche aspetto di se stessi. Mentre scrivevo, ridevo, perché ho provato almeno una volta tutto quello che ho scritto… Ma nell’arco di 40 anni di ricerca! Conoscendomi, vorrò sperimentare ancora. A ciascuno le proprie follie e curiosità verso la vita… Buon Cammino e Buona Ricerca a tutti!

Ebook sul come sono guarita dalla FIBROMIALGIA in offerta!

Anche tu puoi guarire dalla fibromialgia

  Mi è stato chiesto di pensare a uno slogan che aiutasse ad afferrare l’essenza della nostra associazione. Mi è subito venuto in mente: “La conoscenza dimezza il dolore” e, sinceramente, nulla è più calzante per spiegarvi quel che ho voluto trasmettere in questo libro. Mi ammalai di fibromialgia vent’anni fa, quando la patologia non era nota come oggi. Giravo, sempre più avvilita e dolorante, da uno studio medico all’altro per sentirmi dire, dai meno sensibili, che ero “isterica”. Erano in imbarazzo perché non capivano e allora si difendevano dandomi dell’isterica, visto che sono una donna. C’è ancora molto bisogno di ampliare il “respiro mentale” prima di poterci illudere di arrivare a un’equità tra i sessi e le persone. Dopo anni di dolori atroci arriva il verdetto: “FIBROMIALGIA – malattia incurabile, si rassegni”. Quando una persona ne ha già superate tante, assistendo anche a qualche miracolo, queste arroganti prese di posizione fanno dapprima arrabbiare e poi sorridere, davanti a tanta ignoranza. Ho voluto scrivere questo libro prima di tutto per testimoniare che si può guarire e per condividere tutti i rimedi, tecniche e lavoro interiore indispensabili, per liberarsi dai dolori lancinanti che impediscono di vivere dignitosamente. Leggete, soprattutto la seconda parte, con mente e cuore aperto, per trarne il massimo vantaggio anche se può mettervi di fronte a cose che fanno male. Inutile procrastinare il lavoro di guarigione, anche perché le ferite dell’anima influenzano negativamente non solo i muscoli, ma l’esistenza intera. Sono qui, vi comprendo, capisco molto bene quel che avete passato e se avete bisogno di parlarmene non esitate a farlo. L’ebook è in offerta a 3.99 euro (Iva esclusa) e potete leggere l’anteprima cliccando qui: http://www.lulu.com/shop/maria-lanzone/guarire-dalla-fibromialgia/ebook/product-20671214.html

Ho scelto un prezzo così basso perché desidero fortemente che tutti possano guarire e ritrovare la bellezza della vita, arricchiti e fortificati interiormente dalla consapevolezza di aver saputo superare una prova così devastante. Inoltrate a chi soffre: ne trarrà beneficio. E pure voi, vedendo star meglio chi amate.

IO SONO GUARITA, QUINDI ANCHE TU PUOI!