Storie d’Amori straordinari…Anche Astrologicamente

La prima storia è di un mio vecchio conoscente (all’epoca grande donnaiolo), che si rivolse a me, perché si sentì finalmente sopraffatto da un amore totalizzante. Volle farmi conoscere la sua dea, la quale durante una cena mi disse che: “Accarezzare lui è come accarezzare me stessa”. Non riuscivano a staccarsi per una frazione di secondo. Lui, sperando di essere rassicurato dalle mie analisi astrologiche di coppia, perché tutto gli pareva troppo bello per essere vero, mi chiese di studiare la loro sinastria di coppia. Iniziai a studiare i loro temi, li misi a confronto, ma non trovai nulla che potesse indicare una simile passione. Dovetti dedicarmi ad altro per rivedere la situazione con occhi nuovi. Trovarsi di fronte a certi temi astrologici e sinastrie di coppia, è spesso una grande sfida, perché come dicono anche i miei colleghi: “Non vogliono parlarci”. Dobbiamo entrare ancor più profondamente in noi stessi, per scovare la traccia, che svela il mistero di un amore tanto particolare, ma potente oltre la nostra immaginazione. ..E il giorno dopo: EUREKA! Che straordinaria possibilità di evoluzione personale e spirituale, poter affrontare il proprio ego nell’amore e prendere profonda coscienza di se stessi! Avevano l’ascendente esattamente allo stesso grado e segno ovviamente. Le loro personalità erano estremamente simili, al punto che ciascuno si era innamorato anche di se stesso…Che prova del destino. Conoscendo lui, iniziai a parlargli dell’effetto specchio nei rapporti ,di cui non sapeva nulla e dovetti avvertirlo che c’era il rischio che la storia non sopravvivesse ai primi litigi a meno che entrambi non iniziassero un profondo lavoro interiore, approfittando di questo incontro “magico”. Compito davvero ingrato. Mi chiamò un paio di mesi dopo per conforto, ammettendo che non riusciva più a sopportare di vedere atteggiamenti suoi in lei.. Da lì a poco, ciascuno ha incontrato il proprio compagno di vita, perché le “forze” hanno comunque lavorato nel profondo, spazzando via ostacoli inconsci verso l’amore.

L’altra storia mi commuove non poco . Una bella e solare ragazza girava il mondo facendo campionati internazionali. Incontra un mio parente e decide di lasciarsi la vita precedente alle spalle per amor suo. Nonostante le notevoli difficoltà esterne, il loro amore prospera. Non potei fare a meno di studiare anche la loro sinastria, perché, poter vedere da vicino determinati aspetti nelle persone e nelle coppie, è un riscontro molto importante per chi studia l’animo umano. Anche qui, la sinastria fu particolare. L’unico, ripeto l’unico aspetto della coppia era la congiunzione esatta di Venere. Ciascuno aveva Venere esattamente allo stesso grado e null’altro (astrologicamente parlando). Intendevano, vedevano, sentivano e vivevano l’amore allo stesso modo. E’ strano che una coppia regga con solo questo aspetto, ma il loro amore continuava. La presenza di questa donna era una benedizione per tutti, me compresa. Dopo più di 20 anni di prove, quando finalmente avrebbero avuto la possibilità di vivere liberamente, senza pesi opprimenti il loro rapporto, lei viene a mancare prematuramente. Aveva sostenuto e accompagnato il suo amore durante le decadi di prove sempre col sorriso, poi la sua anima sapendolo libero dagli ostacoli, è stata chiamata a proseguire altrove. Ciao tesoro, grazie…

Segni Astrologici per riconoscere il Narcisismo e altre considerazioni



Purtroppo stiamo assistendo a un’epidemia di narcisismo prevalentemente maschile. Dopo cercheremo di individuarne qualche causa. Mi ritrovo a consolare e sostenere, un numero crescente di “prede” dei narcisisti sofferenti, e nell’esaminare i casi, ho riscontrato, attraverso l’analisi astrologica, diversi segnali da tenere presente,;soprattutto nella sinastria di coppia (la comparazione dei temi di nascita individuali per capire l’affinità della coppia). NON importa quante affinità elettive possano esserci tra i due, se uno di essi è patologico, l’altro verrà risucchiato in breve tempo. Ora elencherò una serie di aspetti astrologici che POSSONO far sospettare un narcisismo patologico; ma SOLO un astrologo competente può a sua volta, esaminare caso per caso, il loro peso effettivo. Occorre valutare molti fattori in un tema natale, ma se si presentano più e più segnali, forse è il caso di prendere in considerazione l’ipotesi del narcisismo ed avvertire la/il consultante. Ripeto sono indicatori astrologici, non diagnosi cliniche, alle quali prestare comunque attenzione, perché non lasciano presagire molto di buono:

Una Venere disfunzionale: bruciata, con pessimi aspetti, isolata. Ovviamente non basta che sia in caduta. Difficile amare senza un buon aiuto di Venere, neppure se stessi. Se il narcisista si amasse davvero, non avrebbe bisogno di fare quel che fa.

Una settimana casa con Plutone in particolare, con cattivi aspetti o anche isolato nella casa, se non addirittura in vicinanza del Discendente. Oppure altri aspetti pesanti nella settima. Plutone incita spesso la menzogna, una delle attività più frequenti del narcisista che non riesce a tollerare un confronto onesto con gli altri e tanto meno con se stesso.

Un’ottava casa caratterizzata da aspetti sessuali perversi è più indicativa rispetto alla quinta, sempre in base a ciò che vi troviamo. Uno stellium (concentrazione di più pianeti) in quinta casa, può innescare un immenso bisogno di espressione anche artistica, ma non necessariamente abbisogna di altri. Gli aspetti dell’ottava casa possono dirci se il sesso è manipolatorio. L’ottava richiama anche il tipico occultamento scorpionico.

Un Medium Coeli molto marcato, da diversi pianeti, assieme al Sole. Il desiderio di apparire meglio di ciò che si è e di conformarsi (almeno in apparenza,) alle regole sociali, apparendo brillanti, gradevoli. Il voler essere ammirati e continuamente riconosciuti. Oppure un Medium Coeli, vessato che crea particolare frustrazione.

Un’eccessiva forza di Mercurio, spesso associata a Urano in qualche modo, sottolinea troppa razionalità, calcolo e presunzione di intelligenza superiore. Una forma d’intelligenza analitica, gelida, razionale a discapito di quella emotiva. Troppa testa e poco cuore. Forse sono ancor più pericolosi gli aspetti di avulsione dalla realtà, che creano meandri mentali nei quali il soggetto si rifugia plasmando un sé “ideale”. La propensione alla menzogna che alimenta l’ego, ma che genera paranoia nel narcisista, perché teme che gli altri si comportino allo stesso modo. Anche indici di superficialità rientrano nelle sue caratteristiche . Lo aiutano e lo limitano al contempo. Non considerando agli altri, si sente libero di manipolare e di sfruttare; ma talvolta il soggetto davvero non comprende fino in fondo le conseguenze del suo agire, perché riferisce le dinamiche (come tutto il resto) sempre a se stesso. Un Mercurio “bruciato” tende a bloccare la persona nella visione che ha di sé, ottunde l’intelligenza e la capacità di riconoscere le situazioni.

Segni di estrema volitività marziale, forti pulsioni inconsce che portano scoppi d’ira, ma dev’essere abbinato ad “altro”, perché può indicare anche solo un carattere molto forte oppure problemi a controllare la rabbia.

Una seconda casa “pesante” che indichi avidità e aridità, desiderio di possesso in ogni senso, estrema materialità.

Una prima casa tipicamente “egoica” e le sue interazioni con la settima

Pessimi aspetti nell’undicesima casa, che lascino intuire la strumentalizzazione degli amici, dei conoscenti oppure progetti di grande prestigio sociale, costi quel che costi.

Una dodicesima casa dove troviamo degli aspetti legati al Sole di nascita, può indicare un desiderio di rivalsa ammalato. Lo stesso possiamo dire di fronte a un’alta concentrazione di pianeti, che spingono verso il riconoscimento di un sé unico e straordinario creato nella mente del soggetto.

Aspetti che rimandano a forme di medianità, di intuizione, che mal sviluppate, permettono al narcisista d’inquadrare i lati deboli della vittima che vuole conquistare; oppure di farle credere di essere, come lei desidera nella fase iniziale. Vedi l’ottava casa piuttosto che la nona, oppure gli aspetti Luna/Nettuno.

Occorre prestare attenzione anche a ciò che manca: aspetti di bontà, generosità, affettuosità, tenerezza, di capacità di ascoltare, rigore morale, altruismo e amorevolezza perché il narcisista è anaffettivo e manca totalmente di empatia.

Si dice che quando arriva lo stesso messaggio 3 volte, occorre prestare grande attenzione. Ma mi chiedo…Se tutto questo era già scritto nel suo tema astrologico di nascita…E’ sì una sfida per la sua anima cercare di evolversi, scegliere di migliorare, ma sappiamo che ogni cosa ha un suo rovescio. Può anche essere, anzi sicuramente è, compito del narcisista costringere le sue vittime a diventare più forti, più consapevoli di se stesse. Lui invece, si ritrova sempre più solo e ha sempre più bisogno di mietere nuove vittime, per illudersi di sentirsi vivo. Tutti noi scegliamo le famiglie d’origine perfette per garantirci perfino le ferite che condizioneranno la nostre vite. Ma oggi non esiste più l’attenuante dell’ignoranza. Tutti possono prendere coscienza dei propri problemi e farsi aiutare se vogliono guarire. Il dramma è che, il narcisista non ammetterai mai di essere un vampiro psichico, di avere una patologia. Il narcisista non è un semplice donnaiolo. Le tombeur de femme, ama a modo suo, le donne, le desidera, cerca di conquistarle per poi passare subito a un altro fiore, ma non le vessa psicologicamente. Si accomiata con garbo, quando non sparisce all’improvviso. Perde semplicemente interesse, non continua a controllare, spiare, insultare, svalutare e succhiare energia, come fa il narcisista. Il casanova ha solo bisogno di conquistare per affermare se stesso.

Quest’epoca di social, di culto del proprio aspetto fisico, di consumismo sfrenato e di molte forme di potere dominante, che alcuni decidono di emulare, sono tutti fattori che innescano in maniera esponenziale le inclinazioni narcisistiche. Diffondere continuamente la propria immagine e come ho sentito più di uno fare…Contare i LIKE ricevuti. Sete di consensi, di approvazioni da parte di chiunque. Le statistiche parlano di un drastico aumento di narcisisti a vari livelli. Attenzione non parliamo di egocentrici ed egoisti, che sono ben più innocui e genuini sotto certi punti di vista. Parliamo di persone che possono ferire profondamente. Tutto ciò è frutto della nostra società? E’ il momento di svelare totalmente il narcisismo, rimasto più o meno latente per secoli, affinché possa iniziare una vera evoluzione? E’ forse l’eredità di infinite ferite famigliari mai sanate? Altre teorie parlano di una divisione netta delle anime in quest’epoca. Arrivano nelle nostre vite per metterci alla prova? Chissà cosa accadrebbe loro se avessero un forte e improvviso risveglio di coscienza? Esistono, quindi hanno una funzione nel Creato. Cerchiamo di considerarli strumenti evolutivi. Spero che le indicazioni possano aiutare a riconoscere un narcisista in tempo utile e di conseguenza, gestire meglio i rapporti (di qualsiasi genere) con loro.