“Il Sesso Magico” un libro che “dovrebbe” aiutare le donne a non soffrire per amore…

Perché le donne intelligenti sono stupide in amore?

Con la fervida speranza di superare al meglio il divorzio, vado dallo psicologo da un anno oramai. Dopo sedute consumatesi in un primo momento nel pianto, successivamente nella rabbia e ora con domande a cui non trovo risposte (tanto meno lo psicologo); l’altro giorno appena entro nello studio, Psycho (come lo chiamo scherzosamente) mi fa trovare questo libro sulla scrivania, facendomi notare stizzito, che era sicuro che non lo avrei mai comprato nonostante me lo avesse consigliato. “Glielo impresto, mi raccomando poi me lo deve restituire. Ha capito?” Già di fronte ad un atteggiamento simile ti viene da rispondergli: “Tientelo”! Ma poiché la mia voglia di rinascere è prepotente, da brava scolaretta sono rimasta sveglia tutta la notte per finire di leggerlo. Sono più distrutta di prima! L’autrice, simpatica, sagace, sensibile, percorre anche un sentiero di ricerca spirituale. Dipinge romanzescamente una vita costellata di agi, di successi e di prove della vita…Ma quando fa dire al suo grande Guru che pure lui è stronzo con le donne...Le tue ultime speranze ti abbandonano. Il concetto dell’inevitabilità, della compulsività dell’uomo non solo di tradire sempre e comunque, ma di trattare pure male in qualche modo le donne, viene ribadito più e più volte, da diversi personaggi del romanzo. Alcune sue amiche, dopo esperienze sentimentali terrificanti, hanno scelto di diventare lesbiche, compresa l’autrice, che suo malgrado si sente sempre troppo attratta dagli uomini e non riesce a “prendersi solo la salsiccia, senza comprare tutto il maiale” (antica lezione di una sua figura femminile del passato). Il suo processo liberatorio, per quanto costellato di lussi e libertà poco comuni, è sinceramente lodevole e anche di esempio per tutte noi. Il suo intento più genuino è di fare capire a tutte le donne dell’universo che è inutile illudersi e che la reazione più saggia e matura è di accettare la realtà dei fatti, magari godendosi il Sesso Magico. Di cosa si tratta? Lui ti guarda tutto carino, t’invita a far l’amore, tu dici no, lui ammicca più seducente di prima, ti promette di farti star benissimo e pure lui è sicuro che godrà moltissimo assieme a te, ti convince e dopo un paio d’ore di estasi, sparite entrambi nella nebbia in direzioni opposte. Il grande Guru dice che l’unica possibilità di trovare un compagno abbastanza fedele è di trovarsi un mistico o un devoto. Nella sua simpatica lingua che mescola l’italiano allo spagnolo aggiunge: “Oppure buscateve un novio tennista, un atleta che risparmia la testosterona por vincere”. Il dramma è che gli uomini infedeli lo sono spesso in ogni aspetto. Ti sfruttano economicamente, t’ingannano, cercano di plasmarti, ledono la fiducia in te stessa, criticano il tuo modo di vestirti, ti trovano ogni sorta di difetto fisico, persino quando loro sono ormai flosci e cadenti. Cara Paola Tavella, femminista da sempre, grazie dei momenti di condivisione perno della “sorellanza” tra donne, grazie per la tua fatica di metterci di fronte a ciò che non vorremmo vedere negli uomini che amiamo, per averci ricordato quanto dobbiamo ancorarci nell’amore per noi stesse, ma ci lasci senza speranze. Perdonami Paola se ho tralasciato le mille sfumature di oggettiva saggezza e bellezza del tuo romanzo, ma il messaggio conduttore condanna tutti. Piacerà molto agli uomini, dovrebbero leggerlo. Quelli più involuti troveranno altri alibi, quelli con un barlume di sensibilità, magari capiranno cosa proviamo. Ringraziate il mio psicologo maschio che mi ha imprestato il libro… Sicuro che mi avrebbe illuminata.

Cosa cerca davvero una Donna in un Uomo?

   Conviviamo dall’inizio dei tempi eppure ci è ancora difficile capirci. Le incomprensioni di base sono sempre le solite, come le lamentele, che diventano vignette o barzellette avvilenti, trite e ritrite.  Dei difetti di genere, non ne parliamo. Le riunioni tra donne inferocite diventano  delle serate spassosissime e dopo il primo drink, le battute acquisiscono un crescendo d’ilarità con un pizzico di vetriolo. Le riunioni intergenerazionali poi (beep – beep). Le riunioni maschili? Spesso liquidano tutto con un: mi rompe sempre le p…… Passami una birra. Ma perché continuiamo a cercarci nonostante la dilagante fragilità dei rapporti ? I motivi d’attrazione sono infiniti, perplessi e spesso possiamo pensare che ci sia  di mezzo un karma. Cerchiamo comunque di capire (almeno in parte) cosa cerca una donna in un uomo. Senso di protezione? Non è più necessario come un tempo, grazie al Cielo. Certo…Rifugiarsi tra le braccia del proprio uomo è sempre confortante, ma non basta. Qualcuno da accudire, perché si soffre della sindrome della crocerossina? Diventiamo sempre più consapevoli e sappiamo che non funziona, oltre a essere un’orribile premessa per un rapporto…Come sappiamo CHE LA VOGLIA D’INNAMORARSI E’ PERICOLOSA!!!  L’attrazione fisica? Non basta e dura poco. Un brav’uomo di cui potersi fidare? E’ solo una premessa indispensable. Un uomo con cui poter parlare di tante cose? Può essere anche solo un amico. Un tempo pensavo che: gli uomini insegnano alle donne ad amare di più se stesse e le donne insegnano agli uomini ad amare di più gli altri, finché non ho parlato con una sorella maggiore. Qualcosa dentro di noi, cerca chi ci permette d’esprimere, di vivere e di essere, parti di noi che altrimenti non verrebbero alla luce. Solo interagendo a livelli profondi (consapevolmente o meno…altro mistero) vengono fuori sfaccettature nascoste persino a noi stessi. Ci si auspica che siano le parti migliori. Come nella classica battuta strappalacrime dei film, dove il protagonista dice: “Accanto a lei divento migliore”…Ma nell’infinito dedalo dell’esistenza, non sappiamo cosa veniamo chiamati a sperimentare. Va da sé che ognuno avrà il suo bell’elenco di conditio sine qua non in mente, ma puntualmente ci innamoriamo di una persona molto diversa, che forse corrisponde al 10% del nostro prezioso identikit del compagno perfetto…Oppure, peggio ancora, l’amato ha tutte le caratteristiche che avevamo in mente, ma ha pure difetti orribili ai quali non avevamo pensato! Perché è tutto così complicato? Perché amare non è roba da mammolette. Ci vuole un gran coraggio ad amare. Qualcuno dice che il  contrario dell’amore è la paura. La paura di essere vulnerabili, di scoprirsi, di mettersi in discussione, di abbandonare le proprie certezze, di lasciar andare il controllo su tutto, di confrontarsi, di venirsi incontro, di CAMBIARE… E’ proprio questo l’essenza della vita. Evolverci, che ci piaccia o meno è uno dei motivi più importanti per cui siamo qui, meglio farlo con le buone, prima che la vita presenti il conto…Che dite? Signori Uomini, aspettiamo con trepidazione la vostra risposta! Grazie




Libri che aiutano le coppie a litigare di meno…

Capirsi meglio è il primo passo per litigare di meno

                Ho appena terminato di leggere entrambi e penso che  dovrebbero essere obbligatori in tutte le liste di nozze. Forniscono delle spiegazioni antropologiche, storiche, scientifiche e sociali, riguardo a buona parte dei problemi, che si presentano in qualsiasi vita di coppia, in ogni parte del mondo. Non offrono bacchette magiche, ma alcuni esercizi pratici sì. La sintesi non è rosea, soprattutto per quel che concerne il genere maschile, ma gli autori, con grande buon senso e un pizzico d’umorismo, spiegano degli accorgimenti che possono mitigare gli scontri sul nascere. E’ molto bello che gli scrittori  siano marito e moglie e che non abbiano affatto “filtrato”, anzi, hanno esposto come un semplice dato di fatto, alcune delle principali carenze e ossessioni, sia maschili, sia femminili. Resta comunque il bisogno di accettare le nostre diversità, ma con maggior consapevolezza; cosa che ci permetterà più possibilità d’incontro. E’ spaventoso leggere che fino agli inizi dell’ottocento, le donne che “infastidivano” i mariti, venivano punite con la sedia a immersione. Legate a una sedia, venivano calate nel fiume per un tempo, a piena discrezione del coniuge. Vi riporto uno stralcio,  un filino dissacrante, ma molto azzeccato sotto altri punti di vista: ” La storia dei 3 re Magi e della nascita di Cristo è una delle più narrate al mondo e, a detta delle donne, esemplifica tutti gli aspetti peggiori del sesso maschile. In primo luogo, i tre re supposero che i cieli ruotassero attorno a loro e che la stella fosse posta lì appositamente perché la seguissero. In secondo luogo, non arrivarono alla stalla in cui era nato Gesù se non due mesi dopo l’evento, molto probabilmente perché non si fermarono per strada a chiedere indicazioni. In terzo luogo, quale utilità avevano per un neonato e sua madre l’oro, l’incenso …e la mirra? Infine, tre uomini portatoti di saggezza? E chi li ha mai visti? Se i protagonisti della storia fossero state tre donne, avrebbero chiesto indicazioni, sarebbero arrivate in tempo per far nascere il bambino e avrebbero portato doni utili, quali pannolini, biberon, giocattoli e un bouquet di fiori. Poi avrebbero condotto gli animali all’esterno, pulito la stalla, preparato da mangiare, sarebbero rimaste in contatto per posta e sulla terra avrebbe regnato la pace per sempre”

Manifesto per Uomini Consapevoli

Ogni uomo dovrebbe leggerlo alle donne della sua vita

  Appena lo trovai, lo tradussi subito. Cari Uomini, leggetelo ad alta voce a tutte le donne della vostra vita: madre, sorelle, amiche, cugine, fidanzate, colleghe perché cura l’anima, la nostra e la vostra!

MANIFESTO Per UOMINI CONSAPEVOLI

“Cara Donna,

– Vengo a te oggi come un uomo che intende divenire
più consapevole in tutti i modi.
Provo profondo amore, grande rispetto e una crescente
venerazione dei doni del femminile. Provo inoltre
profonda tristezza per le azioni distruttive passate
e presenti del maschile inconsapevole. Desidero
chiederti perdono e fare ammenda per quelle azioni,
per poter portare avanti una nuova era di co-
creazione assieme a te.

– Nel mio divenire più consapevole, mi rendo sempre
più conto del ruolo delle energie maschili e
femminili: dentro di me, dentro di te ed in ogni cosa
della vita. Comprendo che abbiamo tutti pieno accesso
all’intero spettro di queste energie. Mi sto inoltre
progressivamente risvegliando verso la dimensione che
va oltre ogni dualità, libero e aperto come il cielo.

– Mi impegno ad avere e governare una mascolinità che
ci onora e celebra come eguali. So che per onorarti
veramente come donna multi-dimensionale, devo essere
pienamente presente a me stesso e possedere i doni
che devo condividere con te. Insieme possiamo
generare grandi miracoli nutrendoci reciprocamente
in maniera consapevole, trattandoci con riverenza e
rispetto e venerando la divinità espressa da entrambe
le energie, la maschile e la femminile.

– Come uomini, la nostra relazione col femminile è
stata spesso inconsapevole. Mi dispiace che le donne
e le energie femminili siano state oppresse e
soggiogate per così lungo tempo. Nel corso della
storia, gli uomini vi hanno stuprate e hanno abusato
di voi, vi hanno bruciate sul rogo, hanno comprato e
venduto i vostri corpi per piacere sessuale, vi hanno
bandite da incarichi religiosi e politici, relegate a
compiti subordinati, costrette a nascondere i vostri
volti e hanno persino reciso i vostri organi di
piacere sessuale.

– Posso non aver fatto queste cose personalmente, ma
sono consapevole delle forze della psiche maschile
inconsapevole, che si sente minacciata dal femminile
e per questo cerca di dominarla. Molti degli uomini
che vi hanno oppresse o che hanno abusato di voi non
sono più in vita. Molti tra gli uomini ancora viventi
potrebbero essere incapaci di chiedere perdono perché
rimangono incatenati in una prigione di rabbia, paura
e vergogna. In nome del mio genere, ti chiedo perdono
per le nostre azioni inconsapevoli di quando eravamo
rabbiosi, spaventati e nella morsa delle forze
distruttive nella nostra psiche. Scelgo di non
contribuire più a queste forze, né di essere
governato da esse nella mia vita. Ti porgo questa
richiesta di perdono nella speranza che ci possa
essere un nuovo inizio in uno spirito di co-creazione.

– Riconosco che le religioni di questi ultimi
millenni sono state fondate e propagate soprattutto
da uomini. Abbiamo spesso agito come se avessimo
l’ultima parola su Dio e sulla vita spirituale,
quando quel che veramente conosciamo è soltanto
l’espressione maschile di tutto ciò. Il risultato è
che abbiamo soppresso le forme di spiritualità più di
cuore, di connessione e comprensive. Mi impegno ora a
onorare anche la spiritualità del divino femminile.

– Onoro la tua profonda connessione alla Terra. Come
uomini, il nostro rapporto con il nostro pianeta e le
sue risorse è stato spesso motivato dalla
competizione, dall’acquisizione e dal dominio.
Abbiamo erroneamente creduto che l’espansione ci
avrebbe protetti dall’usurpazione e nel procedere
abbiamo violato la santità della Terra e disturbato i
suoi ritmi naturali. Mi impegno ad ascoltare il senso
dell’intuizione che possiedi per sanare il nostro
pianeta e farlo prosperare.

– Onoro la tua intuizione e la tua profonda capacità
di percepire. Come uomini, abbiamo spesso svalutato
la percezione e l’intuizione a favore di un’ottica
dominata dai fatti e dalla logica. Questo modo di
essere sembrava necessario per spingere l’umanità
oltre la superstizione e la bestialità, ma nel
processo abbiamo perso molto del cuore della vita. Mi
impegno a rispettare l’arte dell’intuizione, della
percezione e la saggezza del cuore femminile, di modo
che insieme possiamo integrarle in un modo di vedere
la vita bilanciato, che onora e comprende tutte le
saggezze.

– Onoro la bellezza e l’integrità del tuo corpo.
Quando ci nutriamo l’un l’altro attraverso i nostri
corpi con attenzione e devozione, non esistono più
limiti all’amore che possiamo generare. Provo dolore
perché gli uomini hanno usato la tua bellezza come
una forma di commercio nella prostituzione e nella
pornografia. Nella morsa della lussuria abbiamo
spesso perso la capacità di chiedere l’intimità con
gentilezza o di accettare “No” come risposta. Mi
oppongo ad ogni forma forzata e senz’anima di
commercializzazione della bellezza della donna e
rispetto il fatto che il tuo corpo ti appartiene.

– Onoro la tua capacità di risolvere i conflitti
pacificamente, di chiedere perdono sinceramente e di
perdonare con grazia. Noi abbiamo protratto guerre
infinite sui nostri disaccordi. Nel difendere le
nostre terre e proteggere le nostre famiglie siamo
divenuti dipendenti dalla guerra stessa. E’ raro, al
contrario, che un’invasione o una guerra siano state
istigate da una donna. Perdonami per averti
trascinata in queste guerre e per gli stupri, le
uccisioni, i cuori spezzati e le famiglie devastate
causate da esse. Accogliamo la tua saggezza nel
creare un mondo che può esistere senza ricorrere alla
distruzione.

– Onoro la tua capacità di ascoltare il tuo corpo e i
suoi bisogni di cibo, riposo e gioco. Celebro la tua
abilità a prestare attenzione a ciò che è qui ora.
Come uomini, le nostre preoccupazioni per i nostri
obiettivi e risultati ci hanno spesso assorbiti
completamente rendendoci non disponibili ad una
relazione. So d’averti coinvolta anche in questo
squilibrio, frustrando spesso il tuo desiderio di
contatto. E’ giunto per noi il tempo di essere
centrati. Accolgo la tua saggezza nel mantenere
l’equilibrio nei nostri corpi ed in tutti i nostri
modi di relazionarci.

– Onoro il tuo senso di giustizia compassionevole.
Nel nostro sistema di giustizia, gli uomini hanno
dominato come giudici e poliziotti, costruito
prigioni e riverito il principio della punizione. Ti
accolgo a lavorare con noi nel riportare il cuore nel
sistema giudiziario.

– So anche che le economie globali sono state
dominate dal maschile inconsapevole, che ha spesso
agito sulla base dell’avidità e della paura della
carenza. Il risultato è stato l’impoverimento e la
perdita di potere di molta gente. Con il tuo naturale
senso di nutrimento e abbondanza, so che possiamo
lavorare insieme per creare un’economia globale che
davvero si prenda cura di tutti.

– Scusandomi con te per tutte le ferite che gli
uomini ti hanno causato, riconosco che io e molti dei
miei fratelli siamo stati feriti a nostra volta dalle
nostre madri, le nostre sorelle, le nostre compagne
ed ex-compagne. Come uomo consapevole accetto di
sentire pienamente queste ferite dentro di me e di
lasciarle andare. Ti perdono per tutte le azioni
inconsapevoli che puoi aver commesso, come perdono me
stesso e il mio genere per il nostro agire da
sonnambuli.

– Da oggi in avanti, giuro di trattare il tuo cuore
per il sacro tempio che è e prometto di onorare il
femminile in te e in me e nel mio rapporto con la
vita. So che lasciandoci dietro il passato e unendo
le nostre mani nel presente, possiamo fare delle
nostre forze una sinergia. Insieme, non vi è nulla
che non possiamo fare.

Insieme possiamo fare miracoli.”

Tratto da- http://www.facebook.com/consciousmen  

STAMPATELO E LEGGETELO AD ALTA VOCE ALLE DONNE CHE VI
SONO CARE. SGORGHERANNO LACRIME DI GIOIA LIBERATORIE.